Casilina News
Attualità

Frosinone, Ciacciarelli (FI), Sanità: Il piano assunzionale di Zingaretti tardivo e parziale

Palestrina, Marta Pestozzi nominata nuova portabandiera di Forza Italia

Riceviamo e pubblichiamo:

La precarieta’ delle condizioni in cui versa la Asl di Frosinone, circa l’organico, e quindi le difficolta’ vissute dalla stessa nell’assicurare i servizi assistenziali sono descritte a chiare lettere dall’ Azienda Sanitaria nella delibera n. 40 del 5 Gennaio 2018. Cio’ che emerge dagli atti e’ la presa in giro di Zingaretti circa il piano assunzionale. Siamo in presenza di un piano assunzionale di stabilizzazione precari tarato in base al passato,  alle esigenze di alcuni anni fa, e non al presente. Nell’atto deliberativo si legge: ” I Direttori delle Strutture interessate hanno inoltrato apposite specifiche richieste di proroga di tutti i dipendenti rispettivamente assegnati, al fine di garantire un minimo di funzionalita’ dei servizi istituzionali da erogare; ” “detta situazione si e’ ulteriormente aggravata a seguito di un rilevante e cospicuo numero di pensionamenti nel corrente anno solare e in mancanza di autorizzazione regionale all’assunzione di altrettanto personale a tempo indeterminato”. Siamo quindi passati letteralmente dal buco alla voragine, poiche’, come recita la delibera, vi e’ stato un cospicuo numero di pensionamenti nell’anno corrente, ma manca un’autorizzazione da parte della Regione Lazio circa l’assunzione di altro personale a tempo indeterminato. Possiamo, quindi, constatare che la soluzione di Zingaretti circa la carenza organico nelle strutture ospedaliere e’ tardiva e parziale, finalizzata a gettare soltanto fumo negli occhi dei cittadini. Siamo, pertanto, in presenza dell’ennesima soluzione tampone che non risolve affatto il problema della carenza di personale.

Scrivi un Commento

4 × 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy