Casilina News
Attualità

Tariffe autostradali, Azione Frontale “Basta pagare, il Comune faccia da garante”

Nella mattinata odierna, sabato 6 gennaio 2018, Azione Frontale ha dato vita ad una manifestazione pacifica all’altezza del casello autostradale di Ponte di Nona. I partecipanti hanno bloccato lo sbarramento per esprimere tutto il loro dissenso verso le recenti politiche portate avanti dalla Società Autostrade Italiane, che ha aumentato sensibilmente i costi relativi al pedaggio autostradale.

“E’ una cosa indegna che un bene pubblico di fondamentale utilizzo sia in mano a privati che fanno il bello e il cattivo tempo – commenta Emiliano Bartoli -. La protesta di Azione Frontale è rivolta anche e soprattutto all’eliminazione del pedaggio cui sono costretti i residenti dello stesso Comune di Roma, costretti a pagare una tariffa solo per superare lo sbarramento. “Chiediamo che il Comune di Roma si faccia garante di questa vicenda – prosegue -. E’ inammissibile che i residenti paghino una tassa solo per attraversare un tratto di 3 km che fa parte del comune e senza il quale non potrebbero semplicemente giungere a casa. Dal canto nostro, stiamo bloccando il casello per mandare un segnale forte: siamo qui e vi rimarremo a oltranza finché non saremo ascoltati. I cittadini non abbassano la testa, è ora di farlo capire alle istituzioni”.

DI SEGUITO, IL VIDEO CON LA PROTESTA DEI MANIFESTANTI

https://www.facebook.com/AzioneFrontaleRoma/videos/2432133820345109/