Casilina News
Tailorsan
Cronaca

Don Bosco, moglie e marito nascondevano droga in balcone

Don Bosco, moglie e marito nascondevano droga in balcone

ROMA. DON BOSCO: COCAINA E HASHISH NASCOSTA IN BALCONE: MARITO E MOGLIE ARRESTATI DALLA POLIZIA DI STATO. A SAN BASILIO SETACCIATA LA NOTA PIAZZA DI SPACCIO “BAR DELLA COLTELLATA”: SEQUESTRATA MARIJUANA, COCAINA, OLTRE A 2600 EURO IN CONTANTI NASCOSTI TRA I RIFIUTI     

Prosegue incessante l’attività preventiva e repressiva della Polizia di Stato volta al contrasto dello spaccio di droga.

Questa volta a finire in manette è stata una coppia di coniugi romani a Don Bosco.

A seguire le indagini su moglie e marito, entrambi impegnati nella “gestione dell’impresa  familiare”, sono stati gli agenti del commissariato Romanina..

Al termine dell’attività investigativa, i poliziotti – coordinati da Laura Petroni – hanno deciso per il blitz all’interno del loro appartamento.

Inizialmente la moglie, M.A. di 32 anni, è stata trovata in casa in compagnia della suocera negando di detenere sostanza stupefacente. La droga, tuttavia, è stata trovata dagli investigatori sul balcone dell’appartamento, nascosta all’interno di una busta della spesa: 600 grammi, tra hashish e cocaina, insieme ad un bilancino di precisione, oltre manoscritti  con nomi e cifre.

Ulteriori verifiche hanno poi evidenziato che la droga, all’insaputa dello stesso marito –D.N. di 42 anni – era stata occultata dalla moglie sul balcone, prelevandola dal precedente nascondiglio dove il marito l’aveva lasciata, nel tentativo di sfuggire al controllo dei poliziotti. Entrambi sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Setacciata inoltre, dagli agenti del commissariato San Basilio, tutta la zona denominata “bar della coltellata” nota come piazza di spaccio.

Con l’ausilio del reparto cinofili della Questura, i poliziotti hanno trovato e sequestrato oltre 400 dosi di sostanze, tra cocaina e marijuana; trovati inoltre in via Corinaldo, all’interno di una borsa nascosta in alcuni rifiuti, 2600 euro in contanti provento dello spaccio della droga, e probabilmente destinati per qualche illecita attività.

Scrivi un Commento

10 + 7 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy