Casilina News
Assicurazioni

Intelligenza artificiale e machine learning a supporto della crescita del settore assicurativo

Venti anni fa un utilizzo ancora limitato dei computer permise comunque di avviare operazioni di calcolo, gestione dei dati ed archiazione.

Oggi lo sviluppo della tecnologia consente di governare milioni di informazioni praticamente in ogni settore, gettando le basi per un’autentica rivoluzione.

Anche l’universo delle assicurazioni sta attingendo a piene mani e, grazie alle tecnologie di ultima generazione, cambierà volto, dando spazio a nuovi profili professionali e  a prodotti innovativi.

L’utilizzo dell’intelligenza artificiale sta già dando i primi frutti e, nonostante il settore assicurativo proceda a rilento in fatto di evoluzione tecnologica, sono state gettate le basi per un futuro di cambiamenti.

 

Insurtech: la rivoluzione digitale 2.0 applicata al settore assicurativo

L’intelligenza artificiale reinventerà il mondo delle assicurazioni e a farsi promotrice delle novità è l’insurtech: la rivoluzione digitale 2.0 applicata al settore.

Lo scorso anno le imprese assicuratrici hanno scelto di investire ampie risorse nell’insurtech, e oggi sono molte le imprese in grado di proporre un prodotto innovativo,  utilizzabile unicamente sul web grazie alla presenza di dispositivi hi-tech di ultima generazione.

Il settore dell’insurtech dimostra di crescere rapidamente soprattutto grazie alla collaborazione stretta fra aziende di settore e startup.

Le startup sfruttano le nuove tecnologie dall’intelligenza artificiale ai big data, dalla blockchain ad un uso sistematico del machine learning, il sistema automatico che trae linfa dall’evoluzione quotidiana e permette ad un qualsiasi sistema di crescere osservando giorno per giorno i comportamenti  dell’utenza.

Il machine learning permetterà di automatizzare operazioni che oggi vengono messe a punto tradizionalmente dagli operatori e svilupperà il settore della customer care, per avere ben chiare le esigenze dell’utenza.

I sistemi saranno più snelli e decisamente più semplici. Grazie allo sviluppo di algoritmi il machine learning lascerà ai computer il compito di svolgere in automatico ogni genere di operazione dal calcolo dei premi assicurativi allo sviluppo di applicazioni da utilizzarsi attraverso supporti quali  smartphones e tablet.

 

Le startup dalla partnership con le imprese di settore al supporto diretto

Alcune startup insurtech hanno davvero aperto una nuova strada e, se in prima battuta

si sono sviluppate grazie alla partnership con le imprese di settore,  in un secondo tempo hanno potuto contare su un supporto diretto dell’universo assicurativo.

Sempre più spesso l’intelligenza artificiale e il machine learning si metteranno a disposizione delle assicurazioni svolgendo una funzione di motore propulsivo della crescita.

 

Il mercato assicurativo fra dieci anni

In base ai numeri proposti da un’indagine condotta da PwC è ben il 68% delle compagnie assicuratrici ad investire sistematicamente nell’Insurtech.

Le cifre investite nel settore pare siano addirittura quintuplicate nel corso degli ultimi 5 anni, raggiungendo una spesa di 3,4 miliardi di sterline, e la tendenza è in netta crescita.

Lo sviluppo del settore vedrà crescere il rapporto con l’utente/cliente migliorando i servizi esistenti e creandone di nuovi, personalizzati in base alle esigenze del singolo.

A trarre giovamento sarà anche il rapporto qualità/prezzo, mentre una nuova spinta permetterà di integrare il mondo social con quello finanziario.

Indagini di settore come quella proposta dal World Insurance Report 2017 mettono in evidenza quanto gli analisti prevedono in termini d’evoluzione.

Entrando nel merito il  52,9% prevede che si realizzeranno partnership tra assicurazioni e insurtech,  il 35,6% crede che verranno sviluppate nuove competenze direttamente in-house.

Numeri alla mano il 2,3% considera l’acquisizione da parte delle assicurazioni di aziende insurtech, mentre il 37,9% è più propenso a valutare che ad avere la meglio sarà un mix di approcci diversi.

Se attualmente sono le compagnie tradizionali a dare sicurezza alla clientela in futuro le nuove generazioni di consumatori godranno delle nuove tecnologie e valuteranno stabilmente le offerte 4.0.

I clienti del futuro dialogheranno con le assicurazioni essenzialmente via web e completeranno il percorso di ricerca e sottoscrizione delle polizze direttamente dal proprio smartphone.

Scrivi un Commento

sette − 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy