Cronaca

Termini, dopo l’arresto del cittadino algerino sospettato di terrorismo, continuano i controlli dei Carabnieri

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
Colleferro. Arrestati coniugi dal "pollice verde": in casa avevano una serra artigianale per la coltivazione di marijuana

Continuano i controlli dei Carabinieri nell’area della Stazione Termini. Dopo il rintraccio del cittadino algerino di 36 anni, con precedenti, sospettato di aderire a gruppi terroristici di matrice islamica, espulso in attesa di rimpatriato in Algeria, avvenuto proprio in quella zona, ad opera dei  Carabinieri del Nucleo Informativo del Comando Provinciale di Roma e della Compagnia Roma Centro, sono stati intensificati i controlli che già quotidianamente l’Arma della Capitale svolge nell’area, in funzione sia preventiva che repressiva.

I Carabinieri della Compagnia Roma Centro con la collaborazione del Nucleo Radiomobile di Roma e il supporto dei Carabinieri dell’8° Reggimento “Lazio”, per tutta la giornata di ieri, hanno setacciato la zona della Stazione Termini, piazza dei Cinquecento e delle vie limitrofe per contrastare ogni forma di degrado nonché controllare le persone che vi stazionano di interesse info-investigativo.

Il bilancio dell’operazione è di 8 persone arrestate e altre 4 denunciate a piede libero.

All’interno dello scalo ferroviario, i Carabinieri del Nucleo Scalo Termini hanno fermato per un controllo un cittadino romeno, di 20 anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, ricercato perché destinatario di un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Roma. Anche un cittadino del Gambia, di 22 anni, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, a seguito di un controllo nei pressi di piazza dei Cinquecento, è stato arrestato perché colpito da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale ordinario di Roma. Sempre in piazza dei Cinquecento, a seguito di un controllo, i militari hanno arrestato 3 cittadini romeni, di 22, 27 e 28 anni, tutti senza fissa dimora, per possesso di documenti di identità contraffatti: i tre hanno esibito patente di guida e carta di identità contraffatte su cui avevano posizionato la propria foto. Sulla banchina della metropolitana della linea A, Termini, i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno bloccato 3 cittadini romeni, di 26, 31 e 41 anni, tutti senza fissa dimora e già noti alle forze dell’ordine, che avevano poco prima sfilato lo smart-Phone dalle tasche di un turista USA.

Infine, i Carabinieri dello Scalo Termini hanno denunciato a piede libero un cittadino del Bangladesh per furto all’interno di un negozio; due cittadini romeni per non aver ottemperato al foglio di via obbligatorio; un cittadino algerino, trovato in possesso di due telefoni cellulari e di un passaporto di proprietà di un cittadino egiziano.

Un cittadino italiano di 51 anni, è stato invece multato perché stava esercitando la professione abusiva di tassista, nonostante avesse la patente revocata e l’auto già sottoposta a fermo amministrativo.

Un cittadino albanese, minorenne, nel corso di un controllo è stato trovato in possesso di 1,7 grammi di marijuana e per questo segnalato alla Prefettura quale assuntore.

In totale i militari hanno controllato 253 veicoli, identificato 321 persone ed elevato 22 contravvenzioni al Codice della Strada.

Benzina 1.879 €/lt Diesel 1.829 €/lt GPL 0.789 €/lt Prezzi aggiornati al 03-02-2023
Raggiungimi