Casilina News
Cronaca In primo piano

Terrore a Torre Angela il 18 e 19 settembre 2017: giovane fuori di sé distrugge il quartiere, residenti allarmati

anagni furto aggravato fermato

Due giorni di puro terrore quelli che stanno vivendo alcuni residenti del quartiere di Torre Angela, che si sono imbattuti loro malgrado nella furia sconsiderata di un 31enne di nazionalità straniera. Il giovane, senza un apparente motivo, risulta essere completamente fuori di sé e distrugge ogni oggetto che gli capitava a tiro.

Una furia sconsiderata che ha allarmato decine di persone, le quali hanno immediatamente contattato il 113 per descrivere i fatti. Chiamate piene di paura, unite da un minimo comun denominatore: “Un uomo sta distruggendo tutto”. E così, sul posto sono immediatamente giunte le voltanti del Commissariato Casilino, che dapprima hanno bloccato il giovane intorno all’ora di pranzo di lunedì 18 settembre, mentre aveva appena sfogato la sua ira contro una statua presente in zona nei pressi della parrocchia Santa Simone e Giuda Taddeo, rompendo per giunta alcuni specchietti delle auto in sosta dei fedeli allarmati.

L’avvertimento però non è bastato: dopo una breve visita all’ospedale per verificare l’eventuale presenza in corpo di sostanze tossiche, il 31enne è stato di nuovo lasciato in circolazione a piede libero. E la sua mira, ancora una volta, si è rivolta verso gli abitanti del quartiere: in serata ha infatti cercato di entrare in alcune abitazioni in via Dionisio, riuscendo alla fine a scavalcare la recinzione di un condominio.

Le intenzioni, ancora una volta, erano quelle di distruggere tutto: vasi scaraventati a terra e tanta paura negli occhi di chi ha assistito alla scena, con il giovane che ha condito il tutto urlando e dimenandosi senza motivo. Ancora una volta è intervenuta la Polizia, che ha fatto scattare la denuncia. Ma la sequela di azioni non è certo finita qui, visto che nella mattinata odierna – martedì 19 settembre 2017 – ancora una volta sono giunte segnalazioni alla Polizia che riguardavano il giovane, in azione sempre in via Dionisio, via Endimione e via Selene. Con la speranza che, stavolta, sia veramente l’ultimo atto di una vicenda che sta minando seriamente la tranquillità di chi abita nel quartiere.

 

 

Scrivi un Commento

undici − 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy