Basket cassino torneo città di cassino basket

Pubblicato il 18 settembre 2017 | da Redazione

0

Cassino, Basket: torneo “Città di Cassino”. Ecco come è andata

Condividi

Il 1° Torneo “Banca Popolare del Cassinate – Città di Cassino”, dunque, va al Basket Scafati, che battendo in semifinale proprio la Virtus Cassino per 66-92, sconfigge poi l’avversaria pari categoria dell’Eurobasket Roma (A2) in finale per 81-79. Le “V” rossoblù, invece, nella ‘finalina’ terzo e quarto posto disputata contro la Luiss Roma, prossima avversaria sempre dei lupi virtussini nel prossimo campionato di Serie B Girone D, esce vittoriosa dal match per 83-55. Tante note positive da cogliere dallo staff benedettino, che però, dovrà fare a meno per la prima parte di regular season del suo Pivot titolare Simone Bagnoli. Partendo, infatti, dalla “nota stonata” di questa due giorni di pallacanestro svoltesi nella città martire, il lungo con il numero 13, ha riportato un grave infortunio durante la prima partita di semifinale proprio contro la vincitrice del torneo Scafati, dove Miles, guardia campana, impegnato in una penetrazione nel pitturato, frana rovinosamente sulla gamba sinistra del giocatore toscano, che è costretto sul finire del 3° quarto a lasciare il campo. Sono in corso gli esami strumentali e le diagnosi cliniche per stabilire i tempi di recupero certi di Simone, che di sicuro, però, non rientrerà prima di almeno 2 mesi di stop.

Passando al campo adesso, la dirigenza Virtus può essere più che soddisfatta delle indicazioni che il roster ha saputo trasmettere in campo di fronte ad un’ottima squadra come Scafati (A2), con una settimana in più di preparazione nelle gambe rispetto alla squadra di coach Vettese. Infatti, per tre quarti e più, la squadra cassinate è rimasta incollata agli avversari lottando con grinta e qualità, per poi farsi limitare purtroppo psicologicamente dall’infortunio del compagno di squadra Bagnoli, che fino a quel momento aveva guidato i suoi sul 60 pari, quando mancava un minuto dalla fine della terza frazione di gioco. Una Virtus che sin dal primo quarto parte con il piede giusto, con Petrucci e Bagnoli che guidano rispettivamente i suoi con un 2/2 dall’arco l’ala romana, e sei punti e tre rimbalzi il lungo cassinate. Finisce il primo quarto, allora, con il risultato di 22-25 per gli ospiti, che vengono invece trascinati da un immenso Anthony Miles, guardia americana, che finirà il match poi con 19 punti. Rinizia il 2° quarto, ma la musica non cambia, e nonostante la differenza di categoria, gli uomini di Vettese non sembrano assolutamente essere inferiori a Crow e compagni. Panzini entra in partita e piazza anche lui un 3/3 dall’arco fondamentali per i lupi cassinati, che però vengono tenuti a distanza di sicurezza unicamente dalla maggiore fisicità della squadra avversaria che viene solo arginata da Sergio e Bagnoli. Difatti, si va all’intervallo lungo sul risultato di 42-46 (20-21 di parziale solo nel 2° Quarto, ndr), con Scafati che realizza dei suoi punti, ben 28 in aerea. Si rientra dagli spogliatoi per il 3° quarto, e di lì a poco vi sarà il “dramma sportivo” per Del Testa e soci. Bagnoli, infatti, ad un minuto dalla fine, in una situazione di perfetta parità nel punteggio (60-60), si fa male facendo spegnere, causa preoccupazione, la luce in casa Virtus. La squadra cassinate, da quel momento in poi, dopo una media realizzativa da più di 20 punti a quarto, metterà a segno solo altri e 6 punti, due nella terza e quattro nella quarta frazione, per poi concludere definitivamente la gara a 66 punti contro i 92 di Scafati. Per la Virtus, oltre, ad un Bagnoli da doppia/doppia in 22 minuti di utilizzo (16 punti e 11 rimbalzi, ndr), altri quattro uomini in doppia cifra, Petrucci, Panzini, Sergio e Cena, che appaiono già più che pronti per il prossimo inizio di stagione. Dall’altra parte, invece, oltre allo strepitoso Miles, da sottolineare la prova maiuscola anche di Ranuzzi, Ammannato e Santiangeli, autori in tre di ben 43 punti sui 92 di squadra.

Qualificazione ottenuta, nell’altra sfida all’opposto, dall’Eurobasket Roma, in un derby tutto romano contro la squadra universitaria della Luiss Roma per 76-62, dove Deloach, Piazza e Poletti guidano la squadra della capitale militante in A2, alla vittoria, nonostante le assenze di Fanti, Bonessio e Frassineti.

Passiamo, allora, al racconto della finale 3/4 posto tra Luiss e Virtus Cassino, dove qui gli uomini di Vettese, nonostante appunto l’assenza di Bagnoli, non fanno fatica a sconfiggere i ragazzi di coach Paccariè, altrettanto incerottati, con Beretta fuori. La Virtus parte all’inizio ancora impaurita dalla giornata precedente, subendo molto l’esuberanza della squadra romana, guidata da Scuderi e Marcon che fissano il punteggio sul 18-27 per gli ospiti. La musica, però, nel secondo quarto cambia, entra Carrizo, e la Virtus in attacco è un rullo compressore, e con un gioco fatto perlopiù da transizioni, contropiedi e letture, realizza ben 32 punti nel quarto, alzando anche dall’altra parte del campo l’intensità difensiva, subendo solo 9 punti avversari. 7/11 dall’arco per gli uomini di Vettese prima di andare all’intervallo lungo, con Del Testa e Panzini che firmano 9 punti per ciascuno, fissando così il risultato sul 50-36.

Nella terza e nella quarta frazione di gioco, ebbene, la Virtus non deve far altro che gestire il vantaggio, lavorando specialmente su quelle alchimie di squadra che dovranno ancor di più essere modulate dopo il forfait di Bagnoli. Finiscono rispettivamente 19-9 e 14-10 i quarti di gioco, per un risultato totale di 83-55 per i padroni di casa. Da sottolineare, però, anche la devastante prova di Banach sotto le plance, che mette a segno una doppia/doppia da 14 punti e 12 rimbalzi in 20 minuti di utilizzo, non dimenticando anche i vari Petrucci, Del Testa, Cena e Sergio anche loro in doppia cifra. Per la Luiss, ottima prova di De Dominicis e Scuderi che realizzano rispettivamente 10 e 11 punti.

Nell’altra finale, invece, vittoria per Scafati contro l’Eurobasket per 81-79, che recupera nei minuti finali uno svantaggio che all’intervallo lungo si era fatto anche di 15 lunghezze.

Parole di soddisfazione per l’organizzazione dell’evento e per la prova dei suoi ragazzi al termine del torneo, quelle del DS Manzari, seppur amareggiato dopo l’infortunio di Bagnoli: “Vedere del basket di questo livello a Cassino è una cosa che fa sempre piacere, ed averlo organizzato noi mi rende più che orgoglioso, perché stiamo piano piano portando la città martire tra le grandi del panorama cestistico. Sono, altresì, soddisfatto e fiero di questa squadra che sta girando bene e si sta mettendo a disposizione totale dello staff tecnico nel seguire i dettami tattici. Tuttavia, non nascondo la preoccupazione per Simone che non sarà con noi per l’inizio della regular season e che spero possa risolvere i suoi problemi fisici nel minor tempo possibile per tornare ad aiutarci e a lottare con noi. Abbiamo fatto tutti gli accertamenti del caso e valutato tutti gli aspetti clinici, li ripeteremo a distanza di giorni, e piano piano faremo insieme un programma di recupero per rimetterlo al 100% in campo. Contro Scafati, fino all’infortunio di Simone, siamo rimasti lì incollati a loro per più di tre quarti. Poi naturalmente è sopraggiunto anche un po’ lo spavento dei ragazzi che si sono disuniti e abbiamo ceduto il passo all’avversario. Per quanto riguarda, invece, il test contro la Luiss, abbiamo provato a mettere in campo quella che poi sarà la Virtus fondamentalmente in campionato, arrembante, lottatrice, una squadra che saprà alzarsi di fronte alle difficoltà che già ha avuto sul suo cammino. Ci tengo a sottolineare, tuttavia, che nonostante tutto non torneremo sul mercato e non faremo acquisti. Aspettiamo il ritorno di Simone, ma ci riteniamo nel suo ruolo assolutamente coperti da un buonissimo prospetto come Robert (Banach, ndr), come da Biagio ed Enzo, che all’occorrenza possono anche loro giocare da ‘cinque tattici’. Adesso testa alle prossime amichevoli che andremo ad affrontare e poi inizieremo con Valmontone la prima di campionato, dove saremo già pronti a vendere cara la pelle”.

Prossimo appuntamento per i lupi virtussini, mercoledì in trasferta contro la NPC Rieti (A2).

 TABELLINO SEMIFINALE

BPC Virtus Cassino 66 – Givova Scafati 92

Parziali: 22-25, 20-21, 20-23, 4-23

BPC Virtus Cassino: Banach, Di Poce, Panzini 12, Petrucci 10, Del Testa 2, De Ninno 2, Bagnoli 16, Guglielmo n.e, Cena 10, Sergio 12, Carrizo 2.

Givova Scafati: Miles 19, Crow 2, Trapani 8, Spizzichini n.e, Romeo 2, Melillo, Ranuzzi 14, Ammannato 16, Antonaci, Pipitone 7, Santiangeli 13, Sherrod 11.

 TABELLINO FINALE 3/4 POSTO

BPC Virtus Cassino 83 – Luiss Roma 55

Parziali: 18-27, 32-9, 19-9, 14-10
BPC Virtus Cassino: Banach 14, Di Poce 1, Panzini 4, Petrucci 13, Del Testa 12, De Ninno 7, Guglielmo 2, Montagner, Sergio 12, Cena 13, Carrizo 5.

Luiss: Di Fonzo 6, Bistrot 2, Miriello, Scuderi 11, Matrone 2, De Dominicis 10, Sorrentino 3, Bonaccorso 9, Marcon 7, Faragalli 5.


Condividi

Tags: , , ,


Notizie sull 'autore

Redazione

Indirizzo e-mail: info@casilinanews.it per inviare segnalazioni, proposte di pubblicità, comunicati, proposte di collaborazione e chiedere qualsiasi informazione: cerchiamo di rispondere a tutti nel più breve tempo possibile. Meglio se nel titolo è specificato lo scopo dell'e-mail. Per comunicati da parte di chi organizza eventi e gestisce associazioni senza fini di lucro, pubblichiamo gratuitamente. Gli altri possono richiedere il nostro listino prezzi e servizi. Se vuoi promuovere un evento o la tua attività, scrivici!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su ↑
  • Seguici su Facebook


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi