Casilina News
Cronaca

Ciociaria, tra rimpatri, reati contro il patrimonio e guida in stato di ebbrezza: le azioni dei carabinieri

ciociaria controlli 17 settembre 2017

In occasione del fine settimana, il Comando Compagnia ha incrementato i servizi tesi a contrastare i reati predatori in genere ed in materia di circolazione stradale, nonché ha intensificato specifici servizi di vigilanza preventiva presso le aree mercatali di Cassino e presso i parcheggi antistanti attività commerciali al fine di prevenire borseggi e furti su autovetture.

L’attività posta in essere dai militari ha permesso di conseguire i seguenti risultati:

In Cassino, denuncia in stato di libertà a carico di:

ü  cinque giovani partenopei, tutti già censiti per reati contro il patrimonio, per inosservanza della misura di prevenzione del F.V.O. con divieto di ritorno per anni 3 nel citato comune, cui erano sottoposti;

ü  un 45enne proveniente da un limitrofo comune della provincia di Caserta, già censito per i reati contro il patrimonio, poiché sorpreso alla guida di autovettura sprovvisto di patente di guida in quanto mai conseguita;

In Piedimonte San Germano, denuncia in stato di libertà a carico di:

ü  un 26enne partenopeo, già censito per reati contro a persona e il  patrimonio, per inosservanza della misura di prevenzione del F.V.O. con divieto di ritorno in quel comune per anni tre, cui era sottoposto;

In Villa Latina, denuncia in stato di libertà a carico di:

ü  un 41enne del luogo, per guida in stato ebbrezza alcolica. Lo stesso, controllato alla guida di un’autovettura veniva sottoposto a test alcolemico dal quale risultava avere un tasso alcolico di oltre quattro volte superiore al limite consentito. Il documento di guida veniva ritirato e l’autovettura sottoposta a sequestro amministrativo.

In Picinisco, è stata avanzata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. a carico di tre persone, tutte residenti nell’alto frusinate, due delle quali già censite per reati contro la persona e il patrimonio. Le stesse sono state controllate mentre si aggiravano con atteggiamento sospetto nei pressi di attività commerciali site nel suddetto centro cittadino.

Nel corso del medesimo servizio, che ha visto l’impiego di nr.6 autovetture con nr.12 militari, si è proceduto altresì a:

–       controllare nr.7 persone sottoposte agli arresti domiciliari e alla Sorveglianza Speciale;

–       identificare nr.96 persone;

–       controllare nr.83 veicoli;

–       elevare nr.10 contravvenzioni al C.d.S.;

–       eseguire nr.9 perquisizioni personali, veicolari e locali.

Scrivi un Commento

12 − cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy