Casilina News
Tailorsan
Attualità

Frusone (M5S): Enorme aumento della TARI ad Alatri. Senza parole di fronte all’incapacità dell’amministrazione Morini

Sora, esposti del M5S all’Anac su gare di appalto e trasparenza

Per l’enorme aumento della Tari ad Alatri iniziano ad arrivare le prime spiegazioni. Come già preannunciato da qualcuno il problema sarebbe un problema di riscossione. Invece di far pagare chi non lo fa, Morini decide di aumentare la bolletta al cittadino virtuoso. Questa assurdità ha scatenato polemiche e dure risposte.

Il Movimento 5 Stelle aveva già chiesto un confronto pubblico per avere serie spiegazioni. Il Deputato Frusone afferma – “Questa situazione fa cadere le braccia e mi sembra giusto avvertire gli enti di controllo contabile della nostra Repubblica. Leggendo le spiegazioni sui giornali il messaggio che si vuole far passare sembra quasi che ad essere onesti ci si rimette, meglio fare i furbi tanto ci saranno i cittadini “stupidamente” onesti che pagano. Tutto ciò è vergognoso, ma che linea politica è mai questa? Morini non si rende conto del messaggio che sta dando alla nostra comunità.” – E continua – “Questa situazione ha messo in evidenza la totale incapacità della giunta Morini. Nel 2015 hanno cacciato Equitalia è vero, ma non si sono organizzati come si deve per la riscossione dei tributi e dunque ci troviamo ad oggi che non riescono ad adempiere alla situazione. Questo è da irresponsabili.”. Il Deputato poi ci tiene a precisare anche alcune curiosità delle dichiarazioni del Sindaco:” Dice che il 40% dei cittadini non paga e che molti non possono permetterselo. Curioso che questa esplosione di indigenti ci sia stata solo nell’ultimo anno. A me sembra più un modo per dare degli alibi ai furbetti, invece di individuare chi ha veramente bisogno per dar loro una aiuto. Anche perché, è giusto ricordarlo, il Comune può deliberare agevolazioni o addirittura escludere dal tributo chi non può pagare. Basterebbe fare un censimento corretto della cittadinanza. Inoltre la Tari è composta principalmente da costi fissi, presenti nel contratto stipulato con la De Vizia, del quale però non risulta più traccia sul sito del Comune. Risulta poi molto strano che nel bilancio previsionale del 2016 la tassa sui rifiuti era di 3.177.168 euro, mentre nel nuovo bilancio sale addirittura a 3.802.724 euro, un aumento significativo che non può ricondursi esclusivamente al fatto che c’è chi non paga le tasse”.

La situazione insomma è molto ingarbugliata e per questo il Movimento 5 Stelle trasmetterà i vari documenti sia alla Corte dei Conti regionale che all’Ente Nazionale Anti Corruzione.”

 

Scrivi un Commento

tredici + 16 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy