Casilina News
Tailorsan
Ciclismo

Il Team Coratti chiude in grande stile il ponte della Liberazione: Rodilossi e Prata nei 10 al Trofeo Madonna dei lumi

Il Team Coratti chiude in bello stile il ponte della Liberazione

Il Team Coratti chiude in bello stile il ponte della Liberazione, Rodilossi e Prata nei 10 al Trofeo Madonna dei lumi

Il lungo weekend di gare dovuto alle Festa della Liberazione regala al Team Coratti i primi piazzamenti stagionali in top 10, in occasione del Trofeo Madonna dei Lumi di Civitella del Tronto. I ragazzi si sono messi in mostra ieri nell’ultima prova del Trittico Piceno-Vibratiano, centrando il 5° posto con Paolo Rodilossi ed il 7° con Matteo Prata. Un risultato di valore per i due ragazzi romani, impreziosito dalle difficoltà e dall’andamento tattico di una gara davvero rocambolesca e selettiva.

Non ci si è mai annoiati infatti lungo gli 88 km di questa corsa in terra abruzzese, in cui gli atleti sono stati messi a dura prova non solo dalle continue difficoltà altimetriche, ma anche da un fondo stradale accidentato, a tratti in condizioni tutt’altro che perfette. I gialloneri, protagonisti già in avvio con un bel tentativo di fuga di Marco Lolli, si sono ritrovati ad inseguire dopo che il plotone è letteralmente esploso nella tecnica discesa di Salinello, anche a causa della pioggia. Rodilossi e Prata sono riemersi però con carattere nella seconda metà di corsa, riagguantando km dopo km quasi tutti i componenti del primo troncone. Sull’erta finale di Civitella a sorridere è stato Giacomo Cassarà (Secom Forno Pioppi), uno dei 4 corridori sfuggiti alla caccia del tandem laziale.

I piazzamenti di ieri danno delle conferme significative sulla crescita, sia di condizione che di convinzione, di tutta la squadra, difesasi in maniera più che onorevole appena due giorni prima a Sant’Egidio alla Vibrata, con il 13° posto di Patrick Favaro. Il sermonetano avrebbe potuto ben figurare anche al Gran Premio Liberazione di Massa, ma è stato messo ko durante la corsa per dei problemi di stomaco. L’abbandono di Favaro non ha comunque fatto desistere i restanti 3 membri del team impegnati in Versilia, con Lorenzo Ticconi e Leonardo Marziale che hanno portato a termine la gara, vinta in uno sprint a 20 da Federico Molini (Team Franco Ballerini) nel primo gruppo inseguitore. Il team graviterà in toscana anche nel prossimo weekend, con due impegni tra il 30 aprile ed il 1° maggio in provincia di Arezzo.

Marco Bea

Scrivi un Commento

18 − cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy