Casilina News
Tailorsan
Attualità In primo piano

Colleferro, Il 24 Aprile partirà la raccolta porta a porta

Colleferro, divieto di transito nella zona A del centro urbano per alcune tipologie di veicoli. Il provvedimento in vigore dal 6 al 31 marzo

Dopo tanti mesi di attesa, caratterizzati dall’impegno dell’Amministrazione comunale nel risolvere numerosi problemi di carattere ambientale, lunedi 24 aprile 2017 partirà il servizio di raccolta “porta a porta”.

Per attuare questo processo l’Amministrazione comunale ha svolto appositi incontri di sensibilizzazione ed informazione caratterizzati da una grande partecipazione. Ricordiamo che con i kit è stato fornito il materiale informativo necessario e che sul sito web del Comune di Colleferro, nella sezione Porta a Porta, è possibile trovare ulteriore materiale (come il Dizionario dei rifiuti). Il supporto ai cittadini, ovviamente, non finisce qui, si stanno organizzando appositi punti informativi in città per tutto il periodo iniziale della partenza del porta a porta in modo che ogni dubbio del cittadino e relativo alle modalità legate alla partenza del nuovo servizio di gestione dei rifiuti potrà essere facilmente risolto.

Va ricordato che i cambiamenti rispetto al servizio odierno sono minimi e riguardano solo la raccolta con contenitori dedicati dell’organico ed il rispetto del calendario settimanale di esposizione dei rifiuti.

Nel frattempo, ricordiamo ai cittadini, che ogni dubbio tecnico, come ad esempio la posizione di eventuali contenitori condominiali o quelli dedicati alle utenze commerciali, può essere esaminato con i tecnici di Lazio Ambiente. Sarà sufficiente contattare il gestore attraverso il numero verde (800 553 803) dedicato al fine di organizzare una visita sul posto per valutare le soluzioni migliori per ogni esigenza.

Lo spirito del “porta a porta” è proprio quello di fare un abito su misura per l’intera città, quindi sono necessari interventi mirati per tarare il servizio nel modo migliore.

Alla luce di ciò, un chiaro esempio di attenzione ai dettagli è l’installazione dell’Isola Ecologica a Piazza della Repubblica. Il suo uso, per il momento, sarà concesso agli abitanti dei popolosi palazzi vicini che, in pieno centro, dovrebbero esporre i kit nei piccoli marciapiedi sottostanti. Chiaramente una volta valutato l’effettivo livello di utilizzo dell’isola man mano determinerà a quali stabili in condizioni simili sarà esteso il servizio.

L’amministrazione, in collaborazione con Lazio Ambiente e i cittadini, troverà le migliori soluzioni caso per caso.

A tal proposito, cogliamo l’occasione per ringraziare Lazio Ambiente, i tecnici , i funzionari del servizio di igiene urbana,  gli operatori coinvolti nella consegna dei kit per l’ottimo lavoro svolto che ha consentito la consegna di quasi 9000 kit in meno di 2 mesi.

Conclusa la fase di consegna dei kit, saranno affissi sui cassonetti della città degli avvisi che indicheranno la rimozione dei cassonetti. La partenza del servizio avverrà simultaneamente su tutta la città, infatti, saranno rimossi contemporaneamente tutti i cassonetti per evitare un utilizzo indiscriminato con il conseguente accumulo di rifiuti in strada.

L’avvio della raccolta porta a porta è un passo di fondamentale importanza per la città che muta la gestione dei rifiuti del territorio. Infatti, Colleferro, da sempre è stata una città centrale nella gestione dei rifiuti anche per i Comuni limitrofi.

Purtroppo, però, tale “primato” era collegato alla sola presenza della discarica e degli inceneritori. Presenze negative che spesso hanno alimentato il deterioramento dello stato dell’ambiente della nostra città e del territorio limitrofo, pesando negativamente nell’immaginario collettivo con conseguenti disagi sociali.

E’ giusto precisare che le criticità registrate in questi ultimi giorni non si verificheranno più in futuro grazie al servizio di raccolta differenziata “porta a porta” perché, rispetto alla raccolta stradale, cambia completamente la logistica di raccolta dei rifiuti.

Un esempio evidente è che oggi, per eseguire il servizio di raccolta dei rifiuti si utilizzano circa di sette auto-compattatori, un guasto tecnico ad uno solo di questi mezzi o il sorgere di problema legato agli impianti di smaltimento genera seri rallentamenti del servizio.

Con il servizio di raccolta differenziata “porta a porta” i mezzi saranno venti, migliorando e velocizzando le frazioni di raccolta dei rifiuti risolvendo una volta per tutti i problemi che viviamo oggi.

Per concludere, dobbiamo riflettere sul fatto che mentre nel contesto europeo si parla sempre di più di economia circolare e in Italia sempre più Comuni fanno scuola a livello internazionale su come raggiungere alti livelli di raccolta differenziata, Colleferro rimaneva indietro ancorata saldamente ad una eredità pesante che risale ai primi anni 2000, fatta di poco rispetto per l’ambiente e grande attenzione agli interessi economici a discapito di tutto.

Vogliamo diventare virtuosi, per dire che anche la nostra città è in grado di raggiungere alti livelli di “differenziata” rispettando così l’ambiente. Per farlo ci metteremo tutto il nostro impegno consapevoli che i nostri concittadini faranno la loro parte. Non si deve avere paura se qualcosa nella fase iniziale del servizio non funzionerà alla perfezione, è normale.

Per ogni problema si troverà la soluzione più idonea, funziona così per ventiquattro milioni di italiani e Colleferro e i colleferrini non sono certo da meno.

F.to

L’Assessore all’ambiente Giulio Calamita

Il Sindaco

Pierluigi Sanna

1 Commento

Scrivi un Commento

sedici − tredici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy