Casilina News
Attualità

Ceprano, anche nel 2017 tornano “Le domeniche ecologiche”: l’ordinanza del Comune

Ceprano, 2017: avvio dell'ordinanza su "Le domeniche ecologiche"

I dati forniti dalle centraline della provincia di Frosinone negli ultimi giorni hanno segnalato la presenza di alte concentrazioni di Pm 10 nell’aria. Per tentare di far abbassare il livello di inquinamento atmosferico, il sindaco di Ceprano, Marco Galli, ha firmato un’ordinanza. Ordinanza che prevede provvedimenti come l’avvio delle “domeniche ecologiche” a partire da domani, domenica 15 gennaio.

Vediamo quali sono i punti di cui tratta l’ordinanza. Sono previste “Le domeniche ecologiche” con il blocco totale della circolazione nei seguenti giorni: 15 e 29 gennaio, 5 e 19 febbraio, 5 marzo.
L’area interessata riguarderà le seguenti vie: via Ponte Canale, via Gioberti, Piazza Marconi, Piazza Martiri di via Fani, via Campidoglio fino all’intersezione con via Bixio, via Alfieri (da via Celletti fino a Piazza Martiri di via Fani) e via Riviera Liri.

Potranno circolare, in quei giorni, oltre ai mezzi di sicurezza sanitari, solo i mezzi elettrici, quelli alimentati a metano o a gpl, i diesel o benzina euro 6.

E’ stato poi deciso anche un altro provvedimento, in vigore per tutto il mese di marzo, riguardante le targhe alterne.
Di lunedì, nel mese di marzo, dalle 9 alle ore 12.30 e dalle 14 alle 20, potranno circolare solo le auto con le targhe dispari, mentre di giovedì, negli stessi orari, potranno circolare solo le auto con le targhe pari.
Nel caso delle targhe alterne, le zone interessate dal provvedimento saranno le stesse di quelle delle domeniche ecologiche, con le stesse deroghe.

Il sindaco Galli, inoltre, nell’ordinanza parla anche di altri provvedimenti: per le auto sarà obbligatorio lo spegnimento dei motori in fase di carico, scarico o sosta superiore ad un minuto; stessa cosa per quanto riguarda i mezzi urbani nelle aree di sosta.

Per ultimo anche alcune restrizioni riguardanti la vita privata: saranno vietate le accensioni dei fuochi all’aperto e negli edifici ad uso residenziale e commerciale le temperature non dovranno superare i 20 gradi. Negli edifici ad uso industriale o artigianale, invece, le temperature non dovranno essere superiori ai 18 gradi.

Nonostante le molte polemiche, da parte di cittadini poco informati, da domani, domenica 15 gennaio, partirà questa iniziativa, con la speranza di rendere la nostra aria più salubre.

Scrivi un Commento

uno × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy