Casilina News
Attualità

Pomezia, Commissario ad acta: il Comune ricorre al TAR del Lazio

pomezia dimissione consiglieri

Notificato ieri mattina il ricorso al TAR contro  la nomina della Regione Lazio di un Commissario ad acta per mancata attività di verifica da parte del Comune di Pomezia sui lavori di trasformazione e modifica di destinazione d’uso abusivi dei locali sottotetto relativi ai fabbricati di via Almirante e via Romualdi” (Delibera di Giunta regionale n. 626 del 25/10/2016). Leggi: https://goo.gl/qJcZnm

“Chiediamo al Giudice di sospendere l’atto regionale – spiega il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci –  che priva il Comune dei poteri di esercizio delle proprie funzioni in favore di un Commissario ad acta nominato su falsi presupposti e mina il prestigio e il buon nome di Pomezia che, con caparbietà, abbiamo ricostruito in questi tre anni e mezzo.

Come già ho avuto modo di chiarire, le verifiche effettuate dai nostri Uffici tecnici non hanno riscontrato aumenti di cubatura rispetto agli immobili interessati e gli esiti degli accertamenti sono stati prontamente trasmessi alla Regione Lazio. Inoltre è stato proprio il Consiglio comunale di Pomezia a ristabilire una situazione di regolarità a tutela dei concittadini proprietari degli appartamenti di via Almirante e via Romualdi su cui, chiamato in causa dal ricorso di alcuni cittadini, il TAR si è espresso respingendo lo stesso ricorso.

Ancora una volta abbiamo posto rimedio a gravi errori del passato e ancora una volta la Regione Lazio, con Zingaretti, opera un attacco politico nei nostri confronti cercando di interferire nelle scelte urbanistiche dell’Ente, senza però averlo mai fatto in passato, quando ce n’era più bisogno.

Noi continuiamo a tutelare l’interesse pubblico e a salvaguardare l’immagine della nostra Città, messa sotto attacco da chi crede di potersi sostituire alla nostra Amministrazione. Con questo ricorso chiediamo al TAR del Lazio di sospendere l’atto di nomina del Commissario ad acta e affermare il principio della nostra indipendenza e resistenza nei confronti di chi ci vorrebbe calpestare”.

Scrivi un Commento

19 + 1 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy