Casilina News
Calcio

Allievi Torre Angela, sei gol per rimanere in vetta alla classifica

Gli Allievi provinciali fascia B del Torre Angela sono in un ottimo momento di forma. La squadra affidata a mister Gabriele Passerini poco prima dell’inizio della stagione non ha subito alcun “trauma” dal cambio di tecnico e ora viaggia in testa alla classifica assieme al Quadraro Cinecittà (che però ha una gara “valida” in meno) dopo otto turni di campionato.

Nell’ultimo turno i capitolini hanno sconfitto fuori casa con un rotondo 6-2 il La Rustica grazie alla tripletta di uno scatenato Migliaccio, la doppietta di Trifici e la rete di Pitzalis. Eppure all’intervallo il Torre Angela non era andato oltre l’1-1 anche se mister Passerini non era affatto scontento della prestazione dei suoi ragazzi.

«Paradossalmente a livello di qualità di gioco siamo andati meglio nella prima che nella seconda frazione – dice l’allenatore – Abbiamo costruito almeno nove opportunità per segnare, concretizzandone una sola e subendo il pareggio nell’unico tiro in porta avversario tra l’altro poco prima del riposo.

All’intervallo ho detto proprio questo ai ragazzi che si stavano cominciando ad agitare: l’imperativo era di rimanere tranquilli e continuare a giocare sullo stesso livello, magari mettendo solo un pizzico di determinazione e concretezza in più. Il gruppo è rientrato in campo e in quattro minuti ha segnato due reti per poi dilagare…».

Passerini non può che essere soddisfatto della prima parte di stagione dei suoi ragazzi. «Dal punto di vista tattico la squadra è cresciuta in maniera evidente e tecnicamente questo è un gruppo che ha qualità davvero importanti. Bisogna crescere a livello mentale perché talvolta rischiamo di compromettere le partite per eccessi di nervosismo che sono solo deleteri. L’obiettivo è migliorare l’approccio mentale e comportamentale».

Nel prossimo turno il Torre Angela ospiterà l’Academy Fc, attuale sesta forza con sei punti in meno dei capitolini. «Non conosco l’avversario, ma classifica alla mano si tratta di uno scontro diretto, una gara che può dirci qualcosa di più sul nostro livello. Sono convinto che i ragazzi cercheranno di prendere in mano il pallino del gioco e imporre il proprio ritmo perché su quello stiamo lavorando tanto» chiosa Passerini.

Scrivi un Commento

tredici − otto =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy