Attualità

Occhio alle truffe! Nuova ondata di phishing: le raccomandazioni della Polizia Postale

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
Truffe con finte polizze di assicurazioni e QR-CODE: l'allerta della Polizia Postale

L’ultima allerta in ordine di tempo contro le truffe segnalata dalla Polizia Postale sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS Online – Italia” con un post riguarda una nuova campagna di phishing attraverso false email realizzati indicando nel testo il Centro Nazionale Analisi della Pornografia infantile della Repubblica Francese ed il Servizio Analisi Immagini dell’Interpol.

Occhio alle truffe! Nuova ondata di phishing. Le raccomandazioni della Polizia Postale

Tali messaggi riportano in alcuni casi la firma del Capo della polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza  e prospettano alla vittima una inesistente indagine penale nei suoi confronti; il tutto allo scopo di causare agitazione nel destinatario, inducendolo a ricontattare i truffatori ed esponendosi in tal modo a successive richieste di pagamenti in denaro o comunicazione di propri dati personali.

Attenzione! La Polizia Postale raccomanda di diffidare da simili messaggi con i quali si viene indotti in un percorso ricattatorio e truffaldino. Nessuna forza di Polizia contatterebbe mai direttamente i cittadini, attraverso email o messaggi, per richiedere loro pagamenti in denaro o comunicazioni di dati personali, dietro minaccia di procedimenti o sanzioni penali.

Si tratta di un’efficace allerta che per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” può evitarci molti grattacapi. Nel caso siate comunque incappati in una frode di questo tipo potrete rivolgervi agli esperti della nostra associazione tramite i nostri contatti email info@sportellodeidiritti.org o segnalazioni@sportellodeidiritti.org per valutare immediatamente tutte le soluzioni del caso per evitare pregiudizi.

Foto di repertorio