Cronaca

Finto avvocato convince 86enne a consegnargli denaro e gioielli

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
truffano anziana fermati sulla a1 cassino

Lo scorso fine settimana gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino hanno notato una Fiat Panda con due persone a bordo che, alla vista della pattuglia, hanno cercato di dileguarsi tra i veicoli in transito.

Sventata l’ennesima truffa ai danni di un anziano

Nonostante l’intenso traffico del week end, gli agenti sono riusciti ad individuare il veicolo e a fermarlo.

Durante le fasi del controllo i due occupanti dell’auto hanno fornito scuse articolate e contrastanti circa il loro viaggio. Inoltre, il più giovane di questi camminava in modo goffo, insospettendo i poliziotti che quindi hanno deciso di effettuare una perquisizione personale.

L’intuizione si rivelava giusta, poiché negli slip è stata rinvenuta una scatoletta con all’interno 500 euro in contanti e numerosi monili in oro.

Il giovane ha spiegato che l’insolito “luogo di custodia” dei preziosi era dovuto al fatto che temeva di subire un furto.

Tale giustificazione non ha però convinto i “centauri della Stradale”, i quali hanno avviato una serie di accertamenti che portavano, anche con l’ausilio dei Carabinieri di Capestrano, ad accertare l’ennesima truffa agli anziani.

Il raggiro sempre lo stesso: un nipote in grosse difficoltà giudiziarie, ma con la consegna di una somma di denaro o preziosi ad un fantomatico avvocato tutto il problema si sarebbe risolto per il meglio.

I due uomini venivano denunciati all’Autorità Giudiziaria competente, mentre la vittima ha potuto riavere tutti i propri beni.

  Per dovere di cronaca, e a tutela di eventuali indagati in caso di indagini, ci teniamo a ricordare che quanto detto non equivale a una condanna. Le prove si formano in Tribunale e l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio. Resta dunque valida la presunzione di non colpevolezza degli indiziati.

Foto di repertorio