Cronaca

Roma, giovane rider investito e ucciso da un bus in piazza Re di Roma: il cordoglio e l’intervento dei Sindacati

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
incidente prenestina notte

Tragico incidente nella sera di sabato 28 gennaio a Roma, in piazza Re di Roma nel quartiere Tuscolano: morto un giovane rider di 23 anni.

Tuscolano, morto rider di 23 anni: il tragico incidente

Stando a quanto riportato da RaiNews, il ragazzo è morto poco dopo essere stato investito da un bus all’altezza di Largo Vercelli.

Il giovane era a piedi, impegnato nelle consegne. Ancora da ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente: per il 23enne, purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Si indaga per omicidio stradale.

Rider morto a Roma dopo essere stato investito: l’intervento dei Sindacati

“Esprimiamo profondo cordoglio e dolore per la morte, avvenuta ieri (sabato 28 gennaio, ndr) di un rider investito a Roma, e ci stringiamo alla sua famiglia. Non si può continuare a morire sul lavoro, non si può perdere la vita per consegnare una pizza.

Va fatto tutto il possibile per la sicurezza di questa categoria di persone: torniamo a chiedere con forza un tavolo al Campidoglio su questo tema, come facciamo da mesi”.

È quanto si legge in una nota congiunta della Filt-Cgil Roma e Lazio, della Fit-Cisl Lazio e della UilTrasporti Lazio, in  cui si aggiunge: “In attesa di conoscere con precisione le dinamiche di quanto avvenuto ieri (sabato 28 gennaio, ndr) ribadiamo che la strada è un luogo promiscuo, di incontro e scontro talvolta fatale di persone.

LEGGI ANCHE – Roma, carenze igienico-sanitarie e droga: sospesa la licenza per dieci giorni al gestore di un locale. I controlli della Polizia di Stato

Da inizio gennaio sono morte 17 persone in strada a Roma: è il momento di intavolare un dialogo serio proprio a partire dai rider, anello debole della situazione per i  ritmi di lavoro, i mezzi che usano e gli orari notturni. Per parte nostra, non staremo fermi mentre si continua ad assistere a questi episodi tragici ”

Foto di repertorio