Casilina News
Attualità

Paliano, amministratori e Gea incontrano i cittadini per la raccolta dei rifiuti

Sabato 5 novembre la Gea s.r.l., la nuova azienda che gestisce il servizio di raccolta rifiuti nel comune di Paliano, ha promosso, insieme all’Amministrazione, un incontro per presentarsi alla cittadinanza, fornire chiarimenti e informazioni.

Ad aprire il meeting l’assessore al Servizio Rifiuti Solidi Urbani Simone Marucci che ha tenuto a sottolineare: «É necessario favorire un cambiamento radicale sul tema della gestione dei rifiuti: un aspetto delicato che non riguarda solo il fornire e fruire un semplice servizio, ma significa rapportarsi con un prospettiva anche e soprattutto sociale e ambientale.

Una corretta gestione dei rifiuti equivale a non bruciare il nostro futuro, perché è necessario vedere i rifiuti come una miniera di risorse che possono tornare a noi come ulteriore ricchezza. La partecipazione consapevole dei cittadini è l’arma decisiva per raggiungere buoni risultati che contiamo di consolidare e ulteriormente potenziare».

Intervenuta anche il vicesindaco Valentina Adiutori: «L’Amministrazione costantemente si rapporta con la tematica della gestione dei rifiuti, grazie anche alla collaborazione con la Consulta dell’Ambiente e con l’Osservatorio “Rifiuti Zero” che cercano di lavorare in linea con la politica delle 4 R, che identifica le quattro cose più importanti che ognuno di noi può fare per contribuire a risolvere il problema dei rifiuti, cioè riduzione, riutilizzo, riciclo e recupero».

Anche il consigliere con delega all’Ambiente Ugo Germanò ha preso la parola insistendo sul fatto che «Una corretta raccolta differenziata è responsabilità diretta dei cittadini, mentre noi come Amministrazione abbiamo il compito di coinvolgere più territori e sempre più persone. La concezione che si dovrebbe diffondere è che il riciclo dei rifiuti potrebbe crescere, generando nuovi investimenti e nuova occupazione, creando le condizioni per cui un rifiuto sottoposto ad un trattamento di recupero cessa di essere un rifiuto e diventa un prodotto».

L’avvocato Francesca Siciliani, amministratore di Gea s.r.l., ha invece esordito con i complimenti all’amministrazione del comune: «Ci stiamo confrontando con persone molto attente e molto preparate sul tema della gestione dei rifiuti. Ottenere risultati con una buona raccolta differenziata dipende molto dalla sinergie tra l’azienda e l’ente per cui lavora, sinergia che favorisce sicuramente i cittadini e le condizioni in cui essi devono operare».

A seguire è stato presentato il programma di lavoro della Gea e dell’amministrazione comunale a cominciare dall’obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata al 70% entro il primo anno, migliorare la qualità della differenziata e ridurre la produzione di rifiuti.

Per raggiungere questi traguardi, l’azienda da febbraio 2017, eliminando le buste per la raccolta di plastica e indifferenziato, distribuirà nuovi mastelli dotati di chip al fine di garantire la tracciabilità del rifiuto, quindi identificare l’utente, e predisporre un eventuale e prossima tariffazione puntuale proporzionata ai rifiuti conferiti.

Si intende inoltre aumentare la distribuzione di compostiere per l’umido mantenendo una percentuale di detrazione sulla tassa sui rifiuti. Intanto è stato potenziato il servizio di raccolta differenziata con l’installazione nei parcheggi di Via F.lli Beguinot, Via Campo di Quarata e Viale San Francesco d’Assisi dei raccoglitori per oli vegetali esausti e i contenitori T, F, X in cui conferire i contenitori vuoti dei prodotti utilizzati comunemente per il giardinaggio, l’igiene personale (bombolette spray esauste, lacche, smalti per unghie, ecc.), l’auto (lucidanti, detergenti, ecc.), il “fai da te” (vernici, colle, diluenti, solventi, ecc.).

In più sono stati posizionati nuovi raccoglitori per i farmaci scaduti nei pressi delle due farmacie presenti nel territorio comunale e dieci nuovi raccoglitori per le pile usate, dislocati nei supermercati, tabaccai e altre attività commerciali.

Un annoso problema di difficile risoluzione sembra però essere la proliferazione di microdiscariche sul territorio, per il quale si richiede nuovamente la collaborazione dei cittadini invitati a denunciare chi deturpa l’ambiente. A tal proposito è stato ricordata la possibilità di conferire ingombranti nell’isola ecologica e addirittura l’opportunità di usufruire del ritiro a domicilio gratuito (telefonando al 800922999 dalla reta fissa o al 0863950861 dalla rete mobile).

Vista la buona riuscita dell’incontro, in termini di partecipazione dei cittadini che hanno ottenute esaustive informazioni e chiarimenti, a breve gli incontri saranno organizzati anche nelle contrade del comune di Paliano.

Scrivi un Commento

tredici − tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy