Eventi

Roma Culture. Tutti gli eventi nella Capitale dal 30 novembre al 6 dicembre

Condividi su Facebook Condividi su Whatsapp Condividi su Telegram Condividi su Twitter Condividi su Email Condividi su Linkedin
Città dei 15 minuti: lunedì 4 aprile in Campidoglio l'evento "Roma a portata di mano"

È in partenza una nuova settimana di eventi di Roma Culture con tanti interessanti appuntamenti nell’ambito di Contemporaneamente Roma 2022, la stagione dedicata ai linguaggi più innovativi della cultura contemporanea proposti dalle associazioni vincitrici dell’avviso pubblico triennale di Contemporaneamente Roma 2022, e le iniziative promosse dalle istituzioni culturali cittadine. Prosegue, inoltre, la programmazione di PPP 100 – Roma racconta Pasolini, dedicata alla celebrazione del centenario pasoliniano. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono disponibili sul sito culture.roma.it e culture.roma.it/pasolini100roma e sui canali social di @cultureroma. Ecco alcuni degli appuntamenti della settimana.

IN EVIDENZA

Le Biblioteche di Roma rinnovano la propria partecipazione alla XXI edizione di Più libri più liberi, la Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori – Aie, che si terrà dal 7 all’11 dicembre al Roma Convention Center La Nuvola. Tema scelto per questa edizione è Perdersi e ritrovarsi. In calendario un ricco programma di iniziative, incontri, letture, laboratori e mostre, in collaborazione con Accademia Nazionale di Santa CeciliaPalazzo delle Esposizioni, Teatro di RomaGoethe-Institut, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Forum del Libro, Sapienza Università di Roma, e che prevede: 2 mostre, 40 attività per bambini e ragazzi tra presentazioni, letture e laboratori, 25 incontri sui progetti, le attività e i servizi delle biblioteche.

Nello Spazio Arena verranno proposti momenti di informazione e di aggiornamento sui principali progetti e servizi: le risorse del PNRR per i nuovi poli civici, il Patto per la lettura di Roma Capitale, il variegato mondo dei circoli di lettura, i bibliopoint – rete delle biblioteche scolastiche –, la collaborazione con i teatri di cintura, le associazioni e le principali istituzioni culturali della città.

Nello Spazio Ragazzi, invece, in programma letture, mostre dedicate alle fiabe e con opere di grandi illustratori di libri per l’infanzia; laboratori interattivi e musicali rivolti ai giovani lettori e presentazioni di novità editoriali in collaborazione con piccoli e medi editori. Info e programma su https://culture.roma.it/manifestazione/le-biblioteche-in-fiera.

INCROCI ARTISTICI

Nell’ambito degli eventi della Fondazione Cinema per Romadal 2 al 4 dicembre torna l’appuntamento con La Città Incantata, il meeting dei disegnatori che quest’anno si svolgerà a Roma, presso il Cinema Barberini (piazza Barberini 24). Un’ottava edizione dedicata al rapporto tra fumetto, animazione e cinema: nelle tre giornate, si alterneranno disegnatori, fumettisti, storyboarder, registi, scrittori, attori e personalità del mondo della cultura che incontreranno il pubblico per raccontare il proprio lavoro, il proprio stile, le proprie tecniche e la propria creatività. In programma anche masterclass, proiezioni di film e incontri che metteranno a confronto grandi nomi e nuovi talenti del fumetto e dell’audiovisivo che hanno in questi anni sempre più coinvolto il pubblico e gli appassionati. Info, programma e prenotazioni: https://www.lacittaincantata.eu/.

Fino all’8 dicembre appuntamento con Corpus, progetto di Artestudio che, ispirandosi all’opera di Rainer Fassbinder, regista, drammaturgo e attore tra i maggiori esponenti del Nuovo cinema tedesco negli anni ’70 e ’80, intende favorire una riflessione scenica sulla possibilità di ri-formulare l’essere un corpo fra i corpi nei vari luoghi della nostra città. Il 4 dicembre sul lungomare Vespucci di Ostia (altezza civico 118) appuntamento alle 10 con Anatomie Fassbinder 1980, libero omaggio emozionale al cinema del regista con movimenti dell’equipe artistica dedicati in maniera particolare a Querelle de Brest. Il 5 dicembre alle 17 ci si sposta al Teatro Quirino (via delle Vergini 7) per l’ultimo appuntamento della manifestazione aperto al pubblico, Fammi vedere e guardami. Fino alle 20, performance, lezioni spettacolo e installazioni a cura di Scarpe di Van GoghMaria Braun (performance teatrale) con Rocco Cucovaz, Yoko Hakiko, Pietro Freddi, Alba Bartoli, Riccardo Vannuccini, Maria Sandrelli, Cecile Fracassato, Caterina Galloni, Marco Paparella e Sabrina BiagioliAntiteater (risultato scenico del laboratorio); Coro/Caffè/Babilonia (spettacolo teatrale); Il mondo corre sul filo (performance); Fassbinder6580 (performance); quartetto jazz dedicato a Jeanne Moreau (concerto); Camera 666 (installazione); Fassbinder7782 (performance). Eventi liberi e gratuiti con iscrizione obbligatoria alla mail artestudiox@libero.it.

È in corso la sesta edizione del Festival Creature – Il suono si fa spazio, il progetto di Open City Roma per esplorare l’architettura attraverso il suono con podcast, tour sonori, workshop e installazioni acustiche. Fino al 18 dicembre, un’occasione unica per guardare alla città da una prospettiva nuova sovvertendo il punto di vista non solo sull’opera, ma anche sul contesto che la ospita. Il 3 e 4 dicembre dalle 10 alle 16 al Tempio di Minerva Medica, nel quartiere Esquilino (via Giolitti 166), primi due appuntamenti di Archisound. Il monumento ospiterà RmX, che ripercorrerà, attraverso tracce audio, immagini e filmati, le performance dei sound artist, dei musicisti e dei compositori coinvolti nel triennio, dalla nuova installazione sonora dei MetaDiapason a quelle delle scorse edizioni create da Beng!Band, Ice One, Teho Teardo, Riccardo Sinigallia Adriano Viterbini. Ai visitatori verranno fornite cuffie professionali e device portatili con cui potranno ascoltare i brani realizzati. Gratuito con prenotazione obbligatoria su www.creaturefestival.it.

La galleria commerciale della Stazione Tiburtina ospita dal 5 all’11 dicembre #InTransito – esperienze creative, il progetto prodotto dall’associazione culturale Music Theatre International   che per questa terza edizione ha scelto come tema guida Le Rotte di Gaia: i Viaggi dell’Umanità. Un ricco programma, realizzato in collaborazione con Grandi Stazioni Retail e con il supporto del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. Nel corso dell’intera manifestazione, tutti i giorni dalle 13 alle 19, al secondo piano della galleria sarà possibile interagire con il Social Wall interattivo a cura di Tomaso Thellung, maxischermo touch con una mappa dell’Europa sulla quale saranno evidenziati i tanti punti relativi ai contributi audio o video di “inviati speciali” per #InTransito, coinvolti attraverso la collaborazione con i network internazionali e il gruppo FSI. Ognuno potrà diventare a sua volta un “inviato speciale” e arricchire la mappa dei propri contributi. Torna anche la Capsula del Tempo, la postazione audio digitale, sempre a cura di Thellung, su cui il pubblico in transito potrà registrare brevi messaggi audio per lasciare così un pensiero, un ricordo, una speranza, un sogno del viaggio percorso o da percorrere. L’artista Sergio Gotti, inoltre, porta alla Stazione Tiburtina Le rotte di Gaia, una grande installazione in cartone che illustrerà gli emisferi e i continenti e l’azione-impatto dell’uomo sull’ecosistema. Una scultura multirilievo che verrà assemblata dal pubblico partecipando a un questionario-gioco tematico. Grazie alla media partnership con RAI PlaySound, poi, saranno messi gratuitamente a disposizione dei viaggiatori alcuni contenuti della piattaforma in formato podcast con focus sul viaggio scaricabili gratuitamente inquadrando i QRcode nello spazio #InTransito. Sarà visibile anche una mostra fotografica di tre fotografe di fama internazionale – Lucia Baldini, Nicoletta Diamanti, Rosellina Garbo – sul tema La memoria viva (visiva) delle tradizioni vissute nelle comunità. Le tre fotografe saranno presenti il 5 dicembre all’apertura dell’evento per un incontro con il pubblico alle ore 18. In programma, ancora: il 5 dicembre dalle 16 alle 18 La lampada dei desideri, performance del calligrafo arabo ed artista Amjed Rifaie; il 6 dicembre dalle 18 alle 19 il primo appuntamento del ciclo Percorsi di parole: quattro incontri condotti da Gioacchino De Chirico per raccontare il viaggio da altrettanti punti di vista. Si parte con Stefano Cascavilla che parlerà del viaggio come metafora di conoscenza e di crescita personale, un modo per conoscere la natura e i suoi luoghi più particolari. Ingresso libero.

Si conclude AURA – Alberi e Uomini per Resistere Assieme, il progetto per riscoprire il patrimonio verde della città a cura di Bell’Italia 88. Il 3 dicembre alle 10.30, presso l’Orto Botanico di Roma (largo Cristina di Svezia 23a), ultimo appuntamento in cui si alterneranno le letture a cura di Shara Guandalini, la voce della storica Caterina Brazzi e dell’attore Gabriele ManiliSeguirà il laboratorio didattico a cura dell’artista Laura Stamerra che, attraverso l’utilizzo di materiali naturali e riciclati, guiderà i partecipanti nella realizzazione di un proprio manufatto artistico che sarà parte di una installazione collettiva che vorrà essere da spunto per una riflessione più generale sul rapporto tra uomo e natura. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria via mail a info@bellitalia88.it o telefonica al 335.5332224 (max 50 partecipanti); in occasione dell’evento sarà possibile visitare l’Orto Botanico gratuitamente.

Prosegue fino al 26 dicembre la XXV edizione di Incontri Festival a cura di MRF5 e diretto da Luigi Cinque che porta in diversi luoghi del centro storico della città musica, poesia, video arte e tanto altro. Il 2 dicembre alle 18 presso la Fondazione Scelsi (via di San Teodoro 8) appuntamento con la presentazione di Razòs del poeta Lello Voce (La Nave di Teseo, 2022). Rifacendosi alla tradizione delle “razòs” medievali, brevi componimenti in prosa di epoca trobadorica che illustravano le ragioni, lo scopo e le istruzioni di esecuzione della poesia, Voce costruisce un libro silenzioso, una riflessione sulla parola e sulla stratificazione del testo poetico. Ingresso libero. Info alla mail  info@mrf5.it e su www.incontrifestival.it.

Il 4 dicembre alle 11, per il ciclo Lezioni di StoriaMusica per Roma propone nella Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone l’incontro dal titolo Gesù e la fratellanza. Protagonista sarà il giornalista e scrittore Corrado Augias che ha dedicato tre volumi di successo alla figura di Gesù e che, nel corso dell’evento, porterà al pubblico le azioni e le parole del Nazareno da un punto di vista tutto umano. Ne emergerà un Gesù spogliato da ogni riferimento teologico, un uomo che, calato nella condizione storico-politica della Palestina del primo secolo dell’era volgare, osò chiamare “fratelli” gli affamati, chi ha sete di giustizia, i miti. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Prosegue La mia città è un giardino, progetto di Zip_Zone per la riqualificazione partecipata del mercato rionale del XII Municipio, il De Calvi, attraverso laboratori, attività performative e azioni partecipate che abbracciano differenti linguaggi artistici. Fino al 5 dicembre appuntamento al Temporary Art Zone, banco della cultura e dell’arte: dalle 10 alle 13, uno spazio di creazione personale e collettiva e di workshops aperti al pubblico e alle scuole, con percorsi, azioni performative e laboratori artistici a cura dell’Officina per fare un gioco,dell’aps art Ludik, dell’illustratrice Carolina Calabresi, dell’Associazione Arpitetto e dello street artist e poeta Er Pinto. E ancora Roberto Capone, Gioia Di Biagio, Maurizio Piccioli, Ivan Radicioni, India Barretto, Compagnia Creme & Brulè e Daniele Antonini.  Tutte le attività sono a ingresso libero.

È in programma fino al 31 dicembre La Zattera, progetto di Stalker tra ricerca artistica ed esplorazione urbana e sociale a cura di Giulia Fiocca e Lorenzo Romito. Il 3 dicembre alle 16 presso la Fondazione Pianoterra onlus (via Giusti 24) secondo appuntamento sullo sguardo degli artisti stranieri, questa volta migranti, artisti che hanno saputo non solo affermarsi come fotografi ma anche costruire dei percorsi formativi e di impegno sociale attorno al proprio lavoro con le loro comunità esuli, a Mashhad (Iran) con Everyday Golshahr, a Bamako (Mali) con il Progetto Kene e a Roma con la Scuola di Herat. Ospiti Reza Haidari, Mohamed Keita e Morteza Khaleghi. Ingresso libero. Info: labstalker@gmail.com e su stalkerlab.wixsite.com.

È in corso la IV edizione del Festival europeo di poesia ambientale organizzato dalla start-up culturale Saperenetwork che, fino al 13 dicembre, coinvolge voci della poesia contemporanea impegnate sui temi della riconciliazione con la natura e della protezione dell’ambiente. Con loro, registi, musicisti, docenti e studiosi che ne integreranno il messaggio attraverso il dialogo con il pubblico. Anche in questa edizione, il Festival propone un autore classico di cui valorizza l’attualità. Quest’anno è Saffo, la prima poetessa della letteratura occidentale. La libreria L’Altracittà (via Pavia 106) ospita il 1° dicembre alle 16.30 l’incontro Saffo e noi con la scrittrice Silvia Romani, docente di Mitologia, Religioni del mondo classico e Antropologia del mondo classico all’Università Statale di Milano, autrice di Saffo, la ragazza di Lesbo (Einaudi, 2022), la grecista Anna Maria MagiLorenzo Calafiore, dottorando in letteratura greca dell’Università di Perugia, con la conduzione della poetessa Asia Vaudo. Ingresso libero. Info: progetti@saperenetwork.it e su www.festivalpoesiambientale.eu.

Prosegue Ti racconto Roma per Scegli il Contemporaneo, la rassegna a cura di Senza titolo s.r.l. dedicata al patrimonio materiale e immateriale di Roma e all’evoluzione della sua immagine nel tempo, attraverso le visioni di artisti, architetti e scrittori. Il 30 novembre alle 17 visita animata alla Casa museo Bellonci (via Fratelli Ruspoli 2) nel corso della quale si potranno anche approfondire le dinamiche attraverso le quali venne istituito nel 1947 il Premio Strega. Evento gratuito fino a esaurimento posti con prenotazione obbligatoria a info@senzatitolo.net.

Flautissimo, il festival diffuso diretto da Stefano Cioffi e a cura dell’Accademia italiana del Flauto, si conclude il 6 dicembre alle 11 alla Biblioteca Vaccheria Nardi (via di Grotta di Gregna 37) con l’ultimo appuntamento del ciclo di letture in biblioteca a cura di Serena Sansoni che hanno visto protagonista un grande classico della letteratura, Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas. Ingresso gratuito.

ARTE

Dal 1° al 4 dicembre torna 1Metro sotto la metro, la mostra diffusa di arte interattiva metropolitana curata da Arianna Forte e organizzata da Fusolab 2.0 in collaborazione con ATAC Flyer. Sette opere interattive e di new media art, esposte in tre stazioni della Metro C. Queste le opere che sarà possibile ammirare: alla stazione Pigneto, Ossa di Roberto Fusco; cinque i contributi artistici alla stazione Teano, Lumina Fiction #2 di Golnaz BehrouzniaDistantia di Franz RosatiThe Shielding di Salvatore VitalePortrait of a Generative Memory di Indiara Di Benedetto e Exposure di Martina Carbone. Alla stazione Gardenie, infine, c’è Exolove Encounter di Antoine Schmitt e Hortense Gauthier. La mostra, interamente gratuita, sarà aperta dal 1º al 3 dicembre dalle 12 alle 20; ogni giorno, inoltre, alle 17.30 e alle 19, la curatrice Arianna Forte condurrà i visitatori in un tour guidato alla scoperta delle installazioni esposte, accompagnata dai protagonisti del progetto. Non mancheranno poi i workshop: in calendario negli spazi del Fusolab 2.0 (viale della Bella Villa 94) laboratori con gli artisti Ginevra Petrozzi (Knows too much, il 3 dicembre dalle 15 alle 18) e il Collettivo C.I.R.C.E. (Giocare o essere giocati, il 4 dicembre dalle 16 alle 19). La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria alla mail info@fusolab.net.

Dal 2 al 16 dicembre la Galleria 10b photography presenta il terzo capitolo di Garbatella Images, viaggio fotografico nello storico quartiere romano con la direzione artistica di Francesco Zizola e la curatela di Sara Alberani e Francesco Rombaldi (Yogurt Magazine). Quest’anno il tema scelto è Spazio, inteso nelle sue molteplici sfaccettature: lo spazio politico (dei collettivi femministi che sfilavano per il diritto all’aborto), lo spazio pubblico (le attuali lotte delle studentesse del Liceo Socrate) e lo spazio intimo, quello delle storie personali raccontate nei ritratti, i ricordi d’archivio o le corrispondenze tra i messaggi urbani e i frammenti classici che convivono con i macchinari nella post industriale Centrale Montemartini. Protagonista sarà lo sguardo della giovane fotografa Valeria Cherchi che ha esplorato i labirinti dei lotti storici, entrando in relazione con la vitale comunità che li abita e con il suo passato. Le opere in grande formato sono esposte come lenzuola sugli stenditoi nei cortili dei lotti (Lotto 24, ingresso via G. de Jacobis; Lotto 28: da via Marignolli e via Guglielmo Massaia; Lotto 38: via G. da Capistrano, via Roberto de Nobili, via Guglielmo Massaia), mentre una sessione della mostra è allestita nella Galleria 10b photography (via San Lorenzo da Brindisi 10b). Il vernissage è in programma il 2 dicembre alle ore 18. La mostra nei lotti è sempre a ingresso libero; la mostra in galleria è gratuita e visitabile dal martedì alla domenica dalle 18 alle 20 (è gradita la prenotazione a info@10bphotography.com). Completa il programma una serie di visite guidate gratuite condotte dai curatori con Claudio D’Aguanno (giornalista) e Francesca Romana Stabile (Università Roma Tre). Primi due appuntamenti il 3 e 4 dicembre alle 11 con partenza dalla Galleria (prenotazione obbligatoria a info@10bphotography.com).

Al MACRO prosegue la mostra Rome is still falling, un nucleo di venti opere di Robert Smithson, realizzate tra il 1960 e il 1964, molte delle quali sono presentate al pubblico per la prima volta. Nel 1961, all’età di ventitré anni, Smithson arriva a Roma per una personale a tema religioso presso la galleria George Lester: l’esposizione prende questo evento come punto di riferimento per presentare una serie di opere meno note dell’artista, che attingono e allo stesso tempo si discostano dalle idee religiose di Smithson durante il suo periodo romano, mostrando l’evoluzione del suo percorso artistico verso nuove sperimentazioni legate alle immagini della cultura popolare (fino al 21 maggio 2023). Fino al 19 marzo 2023 c’è la personale di Diego Perrone Pendio piovoso frusta la lingua che unisce opere degli ultimi vent’anni di produzione dell’artista italiano con cinque nuovi lavori: due opere/display, una distorsione dello spazio, un video e una serie fotografica. Il museo continua a esplorare il mondo editoriale con la mostra Hanuman Books 1986-1993, dedicata alla casa editrice fondata nel 1986 dall’artista Francesco Clemente e dall’editor e curatore Raymond Foye, che presenta l’intero catalogo delle pubblicazioni insieme al racconto della vita della casa editrice, tramite un’intervista con i due fondatori realizzata da Luca Lo Pinto e una selezione di materiali di archivio (fino al 12 marzo 2023). Philippe Thomas declines his identity è la prima mostra dedicata da un’istituzione italiana a offrire un ritratto articolato dell’artista francese Philippe Thomas (1951-1995) e della sua ricerca sul concetto di autorialità, confluita nell’agenzia da lui fondata readymades belong to everyone® (fino al 5 marzo 2023). La compositrice e artista del Kuwait Fatima Al Qadiri porta al MACRO la sua sperimentazione sonora con Isekai: la sala per l’ascolto del museo offre un percorso attraverso la sua produzione, dagli esordi alle collaborazioni con il cinema, tra cui la colonna sonora del premiato lungometraggio Atlantique (2019) di Mati Diop (fino al 19 marzo 2023)Il mondo del graphic design entra nella sede museale con Åbäke, collettivo transdisciplinare fondato a Londra nel 2000 da Benjamin ReichenKajsa StåhlMaki Suzuki e Patrick Lacey, con la mostra, Deep Publishing (fino al 12 marzo 2023). Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili dal martedì al venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Al Palazzo delle Esposizioni, per la seconda edizione della rassegna Mostre in mostra, è in corso, a cura di Daniela Lancioni, l’esposizione intitolata Mario Merz. Balla, Carrà, de Chirico, de Pisis, Morandi, Savinio, Severini che venne allestita alla Galleria dell’Oca di Roma il 15 marzo del 1978. Una mostra nata dalla collaborazione tra Luisa Laureati Briganti, fondatrice della storica Galleria, e i galleristi Luciano Pistoi e Gian Enzo Sperone. Riconosciuta dai testimoni e dagli studiosi come una pietra miliare nella storia delle esposizioni contemporanee, la mostra colpisce per l’accostamento, all’epoca considerato spregiudicato, tra i lavori di Mario Merz – esponente di spicco della neoavanguardia che aveva minato tecniche e processi tradizionali dell’arte – e i dipinti dei maestri del Novecento italiano (fino al 26 febbraio 2023). Il sabato alle ore 18 e la domenica alle ore 12.30 è possibile partecipare alle visite guidate a cura di Coopculture (per un massimo di 25 persone) con un supplemento al prezzo di ingresso. Prenotazioni e biglietti su https://ecm.coopculture.it.

Al Mattatoio prosegue la mostra di Jonas Mekas Images Are Real: nel centenario dalla nascita del regista e teorico, un progetto espositivo a cura di Francesco Urbano Ragazzi allestito nel Padiglione 9b con un’ampia selezione delle sue opere cinematografiche che va dagli anni ’60 alla fine degli anni ’10 del nostro secolo, dentro e oltre la storia del cinema d’avanguardia. La mostra si propone di leggere il lavoro del filmmaker lituano come una forma di resistenza alla brutalità umana, una ricerca della felicità attraverso cui affrontare l’incertezza del presente. In corso anche la mostra Roma: William Klein – Plinio De Martiis a cura di Daniela Lancioni e Alessandra Mauro e incentrata sulla Roma degli anni ’50. Il progetto espositivo, allestito nel Padiglione 9a, mette a confronto lo sguardo di William Klein, acclamato fotografo di fama mondiale, e quello di Plinio De Martiis, leggendario gallerista romano, che da giovane abbracciò la professione di fotografo con risultati sorprendenti. Entrambe le mostre sono visitabili fino al 26 febbraio 2023. Orari: dal martedì alla domenica dalle 11 alle 20 (ultimo ingresso ore 19). Biglietti su https://ecm.coopculture.it.

È ancora in corso, negli spazi della metro Cavour, Art Stop Monti, il progetto prodotto da Nufactory che porta al pubblico le opere di cinque artisti con altrettanti talk di approfondimento condotti dalla giornalista Fabrizia Ferrazzoli che animeranno la stazione metro che affaccia su piazza della Suburra. Tema di quest’anno è Futura: gli artisti sono chiamati a interrogarsi sul futuro ripartendo dall’essere umano e dalla sua condizione nel mondo attuale per una rivoluzione quanto mai necessaria. Fino al 2 dicembre, sui due billboard interni, il pubblico potrà ammirare l’opera site specific dell’artista Elisa Talentino accompagnata da una sonorizzazione. Sarà possibile approfondire il lavoro dell’artista nel corso del talk a cura di Nufactory e disponibile il 1° dicembre sui canali Facebook e Instagram della manifestazione. Dal 3 al 17 dicembre i due billboard della stazione metro ospiteranno l’opera di un’altra artista: Laurina Paperina

Tra le iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali si segnala che dal 1° dicembre, al Casino dei Principi di Villa Torlonia, apre al pubblico la mostra Pietro Cascella inedito. Le opere degli esordi a Roma (1938-1961) che presenta più di cento opere, molte delle quali inedite o poco note, risalenti ai primi due decenni di attività dell’artista abruzzese, dalla fine degli anni Trenta ai primi Sessanta del Novecento (visitabile fino al 19 marzo 2023, dal martedì alla domenica ore 9-19, ultimo ingresso un’ora prima).

In occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità, il 3 dicembre sono previste diverse iniziative didattiche all’insegna dell’accessibilità. Previsti percorsi tattili e sensoriali per persone ipovedenti e non vedenti, condotti da operatori specializzati, alle collezioni permanenti e alle mostre in corso ai Musei Capitolini, alla Centrale Montemartini, al Museo di Casal de’ Pazzi, al Museo dell’Ara Pacis, alla Casina delle Civette e alla Galleria d’Arte Moderna; una visita a tema al Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina; un incontro con la fotografa Samanta Sollima al Museo di Roma in Trastevere e una visita con interprete LIS al Museo Civico di Zoologia. Programma dettagliato su www.museiincomuneroma.it.

Il 4 dicembreprima domenica del mese, torna l’appuntamento con l’ingresso gratuito per tutti nei Musei civici e in alcuni siti archeologici della città come l’area del Circo Massimo (ore 9.30-16, ultimo ingresso un’ora prima) e quella dei Fori Imperiali (ingresso dalla Colonna Traiana ore 9-16.30, ultimo ingresso un’ora prima). Accesso ai siti Super (visita integrata delle aree archeologiche dei Fori Imperiali, del Foro Romano e del Palatino a partire dalle ore 9.30 e fino a un’ora prima della chiusura. Nei Musei civici si potranno visitare le collezioni e tutte le mostre in corso. Fanno eccezione alla gratuità l’esposizione LUCIO DALLA. Anche se il tempo passa in corso al Museo dell’Ara Pacis, la mostra Roma Medievale in corso al Museo di Roma a Palazzo Braschi e la Circo Maximo Experience, la visita immersiva in realtà aumentata e virtuale del Circo Massimo (da martedì a domenica ore 10-16, ingressi ogni 15 minuti; ultimo ingresso alle ore 14.50; info e dettagli su www.circomaximoexperience.it).

Altra novità da segnalare: dal 5 dicembre la MIC Card, la carta che al costo di 5 euro consente a residenti e studenti universitari di Roma e Città Metropolitana l’accesso gratuito per 12 mesi nel Sistema Musei di Roma Capitale, sarà disponibile anche in formato digitale e potrà essere acquistata online attraverso il nuovo sito http://miccard.roma.it  e la MIC CARD app, oltre che presso le biglietterie museali e nei Tourist Infopoint.

Proseguono nel fine settimana anche gli appuntamenti con Autunno nei Musei, la serie di visite didattiche gratuite e senza necessità di prenotazione, usufruibili ogni sabato e domenica dai visitatori dei Musei civici. In programma il 3 dicembre le visite alle 11 al Circo Massimo, alla Galleria d’Arte Moderna di via Crispi, al Museo di Casal de’ Pazzi, al Museo Pietro Canonica; alle 16 ai Mercati di Traiano, al Museo Carlo Bilotti, al Museo Civico di Zoologia (laboratorio), al Museo di Roma a Palazzo Braschi e al Museo Napoleonico; alle 17 ai Musei Capitolini. Si prosegue il 4 dicembre con le visite alle 10 al Museo delle Mura; alle 11 alla Centrale Montemartini, ai Fori Imperiali, ai Musei Capitolini (in inglese), al Museo della Repubblica Romana, al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, ai Musei di Villa Torlonia; alle 12 alla Villa di Massenzio; alle 16 alla Galleria d’Arte Moderna; alle 17 al Museo dell’Ara Pacis e al Museo di Roma in Trastevere.

Ancora il 4 dicembre alle 11, al Museo dell’Ara Pacis, è in programma la visita guidata alla mostra in corso LUCIO DALLA. Anche se il tempo passa, che prevede una traduzione simultanea in LIS. Il servizio è realizzato a cura del Dipartimento Politiche Sociali e Salute – Direzione Servizi alla Persona e della cooperativa sociale onlus Segni di Integrazione – Lazio.

Per il ciclo aMICi, il 30 novembre alle 16.30 al Museo di Roma a Palazzo Braschi è in programma la visita Il paesaggio dipinto: la sala di Nemi come celebrazione della famiglia Braschi, a cura di Donatella Germanò. Il 1° dicembre sono previsti due appuntamenti: alla Centrale Montemartini alle 16 sul tema Crepereia Tryphaena e la sua bambola, a cura di Barbara Nobiloni, mentre alle 17 ai Musei Capitolini l’argomento è Il frontone in terracotta di Via di S. Gregorio, a cura di Alessandra Avagliano.

Il ciclo Archeologia in Comune propone invece il 1° dicembre alle 15.15 Il complesso archeologico di San Paolo alla Regola, a cura di Alessandra Tedeschi (appuntamento in via di San Paolo alla Regola 16). Il 3 dicembre alle 11 le visite guidate sono invece alla Villa di Massenzio a cura di Federica Michela Rossi e alla Villa romana dell’Auditorium Flaminio presso l’Auditorium Parco della Musica, a cura di Alessandra Cerrito. Il 6 dicembre alle 15.15 è la volta del Camminamento delle Mura Aureliane di Viale Pretoriano tra via dei Frentani e via dei Ramni nel quartiere San Lorenzo a cura di Lorenzo Conte.

Prosegue anche la programmazione del Planetario di Roma che il 30 novembre, il 1°, il 2 e il 6 dicembre alle 17 propone Ritorno alle stelle Recorded, una visita guidata nello spaziotempo, attraversando gli scenari mitici delle costellazioni, sorvolando pianeti, nebulose e galassie, mentre il 3 dicembre (ore 10, 11, 16 e 17) e il 4 dicembre (ore 11 e 17) in Ritorno alle stelle live la visita nello spaziotempo verrà guidata e raccontata dal vivo dagli astronomi del Planetario.

Per la partecipazione alle visite guidate e ai laboratori è obbligatoria la prenotazione al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Al Teatro del Lido di Ostiaa.DNA project propone dal 1° al 23 dicembre nel foyer Lo stato delle città, la mostra a ingresso gratuito a cura di Mirko Pierri che vedrà esposte le copertine dell’omonima rivista illustrate da cyop&kaf, Ottoeffe, Daniele Nitti, Mario Persico, Irene Servillo, Otarebill, Andrea Bottalico, Gino e Rosario Vicidomini. Vernissage il 2 dicembre alle ore 17.30. Visitabile negli orari di apertura della biglietteria; info www.teatrodellido.it e promozione@teatrodellido.it.

MUSICA

Fino al 6 dicembre appuntamento al Teatro dell’Opera di Roma con Dialogues des Carmélites, l’opera di Francis Poulenc, tratta dall’omonimo testo di Georges Bernanos, diretta da Emma Dante. Sul palco del Teatro Costanzi nei panni di Blanche de la Force, il soprano americano Corinne Winters. Accanto a lei Anna Caterina AntonacciEwa VesinEkaterina Gubanova Jean-François Lapointe. Completano il cast Emöke BaráthKrystian AdamAlessio VernaWilliam Morgan e Roberto Accurso. Diversi i talenti provenienti dalle ultime edizioni di Fabbrica Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma: Irene SavignanoSara Rocchi e Andrii Ganchuk. Dirige il M° Michele Mariotti mentre il Coro del Teatro dell’Opera di Roma è diretto da Ciro Visco. Prossime date: 2 dicembre ore 18, 4 dicembre ore 16.30, 6 dicembre ore 20. Al Teatro Nazionale (via del Viminale angolo via Agostino Depretis) la Scuola di Danza del Teatro dell’Opera, diretta da Eleonora Abbagnato, presenta Pinocchio, una fantasia, balletto in un atto e cinque scene con la coreografia di Giorgio Mancini su musiche di Nicola Piovani, Louis Moreau Gottschalk, Giacomo Puccini, Fiorenzo Carpi, Ludwig Minkus, Pëtr Il’ič Čajkovskij, eseguite su base registrata. La favola di Pinocchio viene raccontata attraverso alcuni dei passaggi più significativi del racconto di Collodi: la nascita del burattino e l’arrivo del Grillo parlante e della Fata turchina; Mangiafuoco e l’incontro con il Gatto e la Volpe; il Paese dei Balocchi; la trasformazione in asinello; il viaggio nel ventre della Balena, il ricongiungimento a Geppetto e, infine, la trasformazione in un bambino vero. In scena, ben 60 allievi della Scuola di Danza provenienti da tutte le classi di corso. Il 2 dicembre alle 20 lo spettacolo sarà aperto al pubblico. Biglietti su https://www.ticketone.it.

Prosegue la programmazione di Musica per Roma all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone: il 1° dicembre Pippo Pollina porterà sul palco della Sala Petrassi alle 21 lo spettacolo Di canti e di storie per la presentazione del suo nuovo album Canzoni segrete. Il cantautore siciliano sarà accompagnato sul palco dal Palermo Acoustic Quintet, composto da Fabrizio Giambanco (batteria), Mario Rivera (basso), Gianvito Di Maio (tastiere), Roberto Petroli (sax e clarinetto) ed Edoardo Musumeci (chitarre). Ospite speciale della serata sarà un altro cantautore: Paolo Capodacqua. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Numerosi anche i concerti di questa settimana alla Casa del Jazz: il 30 novembre Ferruccio Spinetti presenta in concerto Arie, un tributo al jazz italiano e ai suoi protagonisti che lo hanno reso celebre attraverso le loro composizioni; il 2 dicembre salirà sul palco Miriam Fornari con Mora, primo lavoro discografico dell’artista in cui sviluppa le sue idee compositive legate alle sonorità contemporanee tramite l’utilizzo dell’elettronica. Il 3 dicembre è la volta della cantante torinese Giulia Damico con Jala: voce ed elettronica si fondono in un repertorio composto da brani originali, improvvisazioni libere e arrangiamenti scritti su brani della tradizione jazzistica. Al via, inoltre, Take Five, la rassegna che presenta le produzioni originali prodotte dai nuovi Centri di Produzione Musica dedicati al jazz e sostenuti da quest’anno dal Ministero della Cultura. Questi i primi concerti in programma: Mariasole De Pascali ed Ettore Fioravanti Sextet (6 dicembre). Inizio concerti ore 21. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

È un programma tutto Made in Usa quello che attende il pubblico dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia il 1° dicembre alle ore 19.30 (repliche 2 dicembre ore 20.30 e 3 dicembre ore 18 all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone). La direzione del concerto, eseguito dall’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, è affidata al M° Gianandrea Noseda, Direttore Musicale della National Symphony Orchestra di Washington e Direttore musicale del Teatro dell’Opera di Zurigo. Al suo fianco si esibirà Jean-Yves Thibaudet, tra le più grandi stelle del pianoforte oggi in circolazione. Il pianista francese interpreterà il celebre Concerto in Fa di George Gershwin a cui seguirà il Divertimento per orchestra di Leonard Bernstein. Chiude la serata la Sinfonia in tre movimenti di Igor Stravinskij. Biglietti online su https://www.ticketone.it.  Il 2 dicembre alle ore 19 in Spazio Risonanze, Stefano Zenni terrà una conferenza introduttiva al concerto per il ciclo Preludio, un invito al concerto (ingresso libero). Il 3 dicembre alle ore 20.30 nel Teatro Studio Gianni Borgna verrà proiettato, in onore dei 90 anni di Giacomo Manzoni che presenzierà alla proiezione, il docufilm Manzoni 90 (script e regia di Francesco Leprino). Le interviste al compositore e a tre suoi ex allievi – Fabio Vacchi, Adriano Guarnieri e Giovanni Verrando (presenti in sala) – sono il punto di partenza da cui indagare il passaggio tra la generazione di Manzoni e la successiva. Mimma Guastoni, storica editrice di Casa Ricordi e della Nuova Musica, e Maurizio Pollini, uno dei pianisti più sensibili e attenti al repertorio contemporaneo, prenderanno parte alla serata. Ingresso libero previa prenotazione su www.santacecilia.it/manzoni90.

Al Teatro del Lido di Ostia il 3 dicembre alle 21 appuntamento in musica con lo spettacolo di Ambedue e gli altri. Un concerto comico con continui cambi di registro musicale: dall’indie al rock, dagli stornelli romani alla musica cubana. Lo spettacolo alterna canzoni, brevi sketch, momenti di dialogo con il pubblico lasciando spazio all’improvvisazione. Sul palco Paolo Oppedisano alla voce, Flavio Cangialosi alle tastiere, Livia Cangialosi al corno, batteria e cori, Alessio Mazzei alle chitarre e Marco Pagliaro al basso. Biglietti online su https://www.vivaticket.com/it.

Nell’ambito delle attività a cura delle Biblioteche di Romafino al 27 maggio 2023 la Biblioteca Galline Bianche (via delle Galline Bianche 105) ospita il progetto Musica in biblioteca che si pone l’obiettivo di sensibilizzare bambini, ragazzi e adulti alla fruizione del linguaggio musicale. Il 3 dicembre alle 11 appuntamento con Le voci dell’organetto di Francesco Berrafato: ogni organetto ha una sua voce e ogni voce racconta una storia. Una storia comune quando si tratta di musiche tradizionali, una storia personale quando ognuno di noi sperimenta e respira nella fantasia. Ingresso libero.

TEATRO E DANZA

Per Corpus, il progetto di Artestudio dedicato all’opera di Rainer Fassbinder, il 2 dicembre dalle 10 alle 12 nei giardini di Villa Borghese appuntamento con la settima e ultima tappa di Secondo Round. Il Mondo corre sul filo: serie di azioni urbane a cura di Ferrovie Cucovaz l’una legata all’altra per un vero e proprio racconto scenico in sette episodi ispirato a un programma che Fassbinder realizzò per la televisione. Quattro performer mettono in scena l’idea del filo come legatura fra un’azione e un’altra, uno spazio e un altro, un materiale e l’altro. Fino al 4 dicembre dalle 16 alle 20 nello Spazio OHM (via dei Volsci 128) Riccardo Vannuccini propone il laboratorio teatrale Organismo – Antiteater: workshop di arte scenica con elementi di teatro-danza. Eventi liberi e gratuiti con iscrizione obbligatoria alla mail artestudiox@libero.it.

Prosegue fino all’11 dicembre la terza edizione di DRAG ME UP – Queer Art Festival, il progetto a cura di Ondadurto Teatro, con la collaborazione artistica delle Karma B e di HoliDolores, che porta sul palco il mondo queer accendendo i riflettori su diverse arti performative come il dragging, il pop, la performing art, il cabaret e la stand up comedy. Il 2 dicembre alle 21 il Centrale Preneste Teatro (via Alberto da Giussano 58) ospita T-Late Show, una serata di e con Margò Paciotti, Lilith Primavera, Her, Leila Pereira e Samantha Trapanotto dedicata al mondo transgender con le sue istanze ma anche con la sua forza espressiva, il desiderio di libertà e soprattutto la voglia di raccontarsi. Biglietti online su https://centraleprenesteteatro.it. All’OFF/OFF Theatre (via Giulia 20) appuntamento il 5 dicembre alle 21 con Vladimir Luxuria e il suo Stasera ve le canto, spettacolo di stand-up comedy che demolisce i luoghi comuni sulla transessualità e l’ideologia gender accompagnato da brani musicali eseguiti dal vivo che spaziano da Manu Chao e Fabrizio De André. Biglietti online su https://www.vivaticket.com/it.

Per il Teatro del Lido di Ostia il 3 dicembre alle 14.30 e il 4 dicembre alle 11 Area06 presenta, nell’ambito del progetto fermento, 00121 \\\ territori suoni moltitudini Ostia: Etnografia sonora, un evento itinerante con partenza dal Teatro. Ponendosi in bilico fra cartografia sonora, soundwalk e documentario sonoro, Agnese Cornelio Massimo Carozzi compongono una drammaturgia partecipata per occhi e orecchie che racconta, e reinventa, il territorio di Ostia Ponente (partecipazione gratuita con prenotazione a info@area06.com). Sempre il 4 dicembre spazio alla danza di Pidyeffe Coolective che presenta alle 17.30 Instant Gold di Federica Effe Mastrangeli e Laura Schettino con le musiche originali di Paolo Demitry. Biglietti su https://www.vivaticket.com/it.

All’interno della programmazione di Musica per Roma, all’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, doppio appuntamento il 6 e 7 dicembre alle 21 con Alessandro Bergonzoni che porta in scena l’acclamato Trascendi e Sali. Uno spettacolo dove la comicità non segue obbligatoriamente un ritmo costante e in cui, a volte, le radici artistiche vengono mostrate per essere subito sotterrate. Biglietti online su https://www.ticketone.it.

Prosegue fino al 16 dicembre Fabulamundi Playwriting Europe, il progetto per la promozione e il sostegno della drammaturgia contemporanea in Europa a cura di PAV. Il 2 dicembre torna alla Biblioteca Tullio De Mauro (via Tiburtina 113) Bibliotalk, incontro settimanale per dialogare con drammaturghe e drammaturghi della scena contemporanea, registi e performer, traduttrici e traduttori. Alle 17.30, appuntamento con Literacy Act in dialogo con la redazione di Teatro e Critica (ingresso libero). Lo stesso giorno, sulla pagina Facebook di PAV e sul sito www.pav-it.eu, nuovo appuntamento con In a new light, ciclo di brevi conversazioni sulle storie umane e professionali degli artisti, che alle 16 vedrà protagonista Roberto Scarpetti. Il 5 dicembre, sempre online, alle 17.30 torna M.A.P.P.A., la rubrica di interviste con giovani critici e osservatori della scena europea realizzato da Teatro e Critica e PAV in cui si discute di alcuni degli obiettivi europei di prioritario interesse dell’agenda 2030 sulle strategie del settore culturale, potenziali e in atto, connesse al perseguimento delle tre dimensioni della sostenibilità: economica, sociale e ambientale. Gli eventi sono fruibili anche online sui canali social di PAV e Teatro e Critica.

Fino al 18 dicembre al Teatro Belli di Antonio Salines (piazza Sant’Apollonia 11a) continua TREND – Nuove frontiere della scena britannica, l’unica rassegna in Italia interamente dedicata alla drammaturgia contemporanea inglese a cura di Rodolfo Di GiammarcoDal 30 novembre al 4 dicembre va in scena Cuckoo di Suhayla El-Bushra: dopo il trasferimento a Londra, la vita di Erica è un susseguirsi di giorni noiosi trascorsi tra le mura domestiche. Poi, una mattina, incontra in cucina la nuova amica di sua figlia. E improvvisamente la vita diventa di nuovo interessante. Adattamento e regia di Carlo Emilio Lerici, sul palco Francesca Bianco, Raffaella Alterio Beatrice Coppolino. Il 6 dicembre va in scena la prima replica di Angel of Kobane di Henry Naylor (traduzione, Carlo Sciaccaluga): un flusso di coscienza che prende spunto dalla storia vera di una giovane contadina kurdo-siriana che avrebbe voluto studiare e invece entra a far parte dell’esercito schierato contro l’ISIS. In scena Anna Della Rosa diretta da Simone Toni. Prenotazioni allo 06.5894875 o scrivendo a botteghino@teatrobelli.it. Spettacoli alle ore 21. Biglietti acquistabili sul sito www.teatrobelli.it. Proseguono, inoltre, gli spettacoli on demand: il 5 dicembre appuntamento con Coriolanus Vanishes di David Leddy (traduzione di Carlo Emilio Lerici) con Federica Valloni e la regia di Enzo Aronica. Chris fa poca distinzione tra piacere e affari, i ricordi tendono a sovrapporsi. Fino a una scoperta inaspettata. Spettacolo alle ore 21. I biglietti possono essere acquistati sul sito www.teatrobelli.it. Il giorno della rappresentazione sarà fornito via mail un link che darà accesso al portale dove si potrà assistere allo spettacolo.

Al Teatro Tor Bella Monaca il 2 e 3 dicembre alle 21 e il 4 dicembre alle 17.30 in Sala Grande Alessandro Benvenuti e Chiara Caselli saranno sul palco con I separabili (Romeo e Sabah), la storia di un’amicizia indistruttibile tra due bambini che sfida i codici sociali. Scritto da Fabrice Melquiot per la regia di Sandro Mabellini. In contemporanea, in Sala Piccola, un viaggio nella memoria degli ex-manicomi italiani con C’era una volta il manicomio, spettacolo-affabulazione diretto da Claudio Ascoli sul palco con Sissi Abbondanza. Il 6 dicembre alle 21, sempre in Sala Piccola, prima replica del musical Off-Broadway di Jason Robert Brown 5 anni, una storia d’amore raccontata in modo particolare: mentre Jamie procede cronologicamente dal primo appuntamento in poi, Cathy, invece, va a ritroso, partendo dal momento in cui viene lasciata per tornare indietro nel tempo. Regia di Fabrizio Checcacci, con Elena Talenti e Roberto Rossetti; al pianoforte Massimiliano Grazzini. Biglietti su https://www.vivaticket.com.

Al Teatro Biblioteca Quarticciolo, nell’ambito della rassegna Quarticciolo. Cartografia Umana, il 3 dicembre alle 21 va in scena Untold, un viaggio introspettivo, frutto di un’accurata ricerca sulle potenzialità del teatro d’ombre ideato e messo in scena da Valeria Bianchi, Aurora Buzzetti e Giulia De Canio. Una proiezione a vista di corpi e oggetti in cui l’Illusione e lo svelamento dell’artificio convivono. Il linguaggio del teatro visuale si fonde con la colonna sonora originale di Posho che diviene parte integrante della drammaturgia. Biglietti online su https://www.ciaotickets.com.

Per il Teatro di Roma – Teatro Nazionaledal 6 al 18 dicembre, torna sul palco del Teatro Argentina Massimo Popolizio con Furore. L’attore presterà corpo e voce all’opera scritta da John Steinbeck nel 1939, e adattata per la scena da Emanuele Trevi, premio Strega 2021, con le musiche eseguite dal vivo da Giovanni Lo Cascio. Uno spettacolo di travolgente attualità, che ha saputo impregnare di verità umana le pagine di un capolavoro della narrativa americana. L’epico affresco della Grande Depressione che racconta una delle più devastanti migrazioni di contadini della storia moderna, attraverso un viaggio di sfinimento, sopraffazione, paura e speranze, verso la terra sognata della California. Orari: prima, martedì e venerdì ore 20, mercoledì e sabato ore 19, domenica ore 17; lunedì riposo. Fino al 4 dicembre è in scena al Teatro India Dentro – Una storia vera, se volete, spettacolo scritto, diretto e interpretato da Giuliana Musso con Maria Ariis, con le musiche originali di Giovanna Pezzetta, che indaga il tabù dell’abuso intrafamiliare (spettacolo alle ore 20, domenica alle 19). Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Si conclude la 24ᵃ edizione di Flautissimo, il festival diffuso diretto da Stefano Cioffi e a cura dell’Accademia italiana del Flauto. Per la sezione Teatro & Musica, gran finale il 4 dicembre alle 18 al Teatro Palladium (piazza Bartolomeo Romano 8) con il ritorno sul palcoscenico di Fabrizio Bentivoglio che, accompagnato da Ferruccio Spinetti al contrabbasso, porta in scena Lettura clandestina: tratto da La solitudine del satiro, un omaggio a Ennio Flaiano, in occasione del cinquantenario della sua scomparsa. Biglietti online su boxol.it.

Continua fino al 14 dicembre Inside Out Contemporary Dance, la manifestazione a cura del Balletto di Roma dedicata alla promozione della danza contemporanea attraverso inedite modalità di visione e partecipazione. Il 3 dicembre alle 16 la sede di via della Pineta Sacchetti 199  ospita Inside, processo coreografico a cura di Alex Kros che dà vita a un universo in cui i corpi creano insieme una realtà visiva che si muove dalla complessità all’armonia. Il 4 dicembre sempre alle 16, nella sede di via Baldo degli Ubaldi 31, verrà proiettato il cortometraggio RADIX3 a cura di Francesca Magnini Cristiano Leone, progetto audiovisivo di Iratxe Ansa e Igor Bacovich in cui il patrimonio storico e la creazione contemporanea si incontrano per proporsi come strumento di diplomazia culturale. Il regista Cristiano Leone incontrerà il pubblico al termine della proiezione. Gli eventi sono ad accesso gratuito riservato a  studenti e docenti di danza, coreografi e operatori culturali con prenotazione obbligatoria allo 06.64463194 e alla mail promozione@ballettodiroma.com.

Prosegue fino al 18 dicembre anche I-Drama: Innovazione e Creatività, il progetto a cura dell’Associazione Culturale I-Drama Aps. Una piattaforma digitale attraverso la quale il pubblico può assistere a spettacoli messi in scena sul palco del Teatro Fara Nume di via Domenico Baffigo 16 a Ostia (trasmessi in streaming, registrati e successivamente disponibili sulla piattaforma in maniera permanente) e laboratori di video-making, fotografia, con contest creativi e di comunicazione digitale.  Il 3 dicembre alle 21 collegandosi al sito www.idrama.it si potrà assistere gratuitamente allo spettacolo Menecmi a Neapolis scritto e diretto da Pina Luongo: originale e divertente rielaborazione partenopea dei Menecmi di Plauto. Il 3 e 4 dicembre dalle 10 alle 13 sarà possibile prendere parte gratuitamente al Contest fotografico a cura degli insegnanti della Associazione I-Drama. Prenotazione obbligatoria alla mail presidente@idrama.it e su whatsapp al 338.7709057.

CINEMA

Fino al 4 dicembre prosegue alla Casa del Cinema la nuova edizione del Balkan Film Festival, la kermesse dedicata alla cultura e all’industria cinematografica dei Balcani con proiezioni inedite, interventi di cineasti di riferimento e ospiti provenienti dai paesi balcanici. Punto centrale della manifestazione sarà ancora la selezione di film in concorso, valutati quest’anno da una giuria presieduta dal regista macedone Milcho Machevski e composta da Mimmo Calopresti, lo scrittore e sceneggiatore Ylljet Aliçka e il presidente dell’ANAC Francesco Ranieri Martinotti. Tra gli appuntamenti da non perdere si segnala, il 30 novembre alle 20.30, la proiezione del film in concorso Reconciliation della regista slovena Marija Zidar. Il film verrà introdotto da Nataša Bučar, direttrice dello Slovenian Film Center. Sempre il 30 novembre, verranno approfondite tematiche sulla condizione femminile attraverso il confronto tra i registi Kaltrina Krasniqi, presente con il suo film Vera sogna il mare (ore 17.30) e Francesco Costabile, autore di Una femmina (ore 15). La giornata del 1° dicembre, invece, sarà dedicata interamente ai giovani produttori balcanici e italiani al fine di rafforzare la volontà di integrazione e cooperazione tra i paesi. Il programma proseguirà poi con un omaggio al regista Theo Angelopoulos, del quale verrà proiettato Lo sguardo di Ulisse (3 dicembre ore 15) e con la proiezione degli altri film in concorso, tra cui quello del premio Oscar Danis Tanovic Not so Friendly Neighborhood Affair (4 dicembre ore 20.15).

Ma la domenica di Casa del Cinema avrà anche un altro momento importante. In occasione dello spettacolo Furore di e con Massimo Popolizio, in programma dal 6 al 18 dicembre al Teatro Argentina, alle ore 17, in sala Cinecittà, verrà proiettata la versione cinematografica diretta nel 1940 da John Ford. Per coloro che assisteranno alla proiezione sarà possibile avere una riduzione presentando al botteghino del Teatro Argentina il proprio tagliando segnaposto.

Prosegue, senza sosta, anche la lunga marcia della rassegna Heimat l’integrale che nel fine settimana proporrà i primi due capitoli della terza stagione Heimat 3 Cronaca di una svolta epocale. Il 3 dicembre alle 20 sarà la volta de Il popolo più felice della terra, mentre il 4 dicembre, sempre alle 20, verrà proiettato l’episodio Campioni del mondo.

Infine, prosegue fino al 19 dicembre, la mostra Passeggiate Romane di Cinema con le fotografie di Paolo Grana: racconto per immagini, del fascino del cinema italiano degli anni ’60 e ’70.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Al Nuovo Cinema Aquila proseguono in programmazione le proiezioni di Bardo – La cronaca falsa di alcune verità del regista Alejandro González Iñárritu, Princess diretto da Roberto De Paolis, Bones and all di Luca Guadagnino, Notte fantasma di Fulvio Risuleo e La stranezza di Roberto Andò.  Dal 1° dicembre, inoltre, arrivano in sala Monica di Andrea Pallaoro e Una mamma contro G.W. Bush diretto da Andreas Dresen. Sempre il 1° dicembre alle 20.15 proiezione di Via Argine 310, documentario sulla vicenda degli ex-operai Whirlpool di Napoli-Ponticelli, con la voce narrante di Alessandro Siani, e incontro con il regista Gianfranco Pannone. Il 5 dicembre alle 20 incontro con la regista Susanna Della Sala per l’anteprima del documentario Last Stop before Chocolate Mountain; saranno presenti la giornalista Ilaria Ravarino e Domizia De Rosa, Presidente di Women in Film, Television & Media Italia. Il 6 dicembre, infine, arriva al Nuovo Cinema Aquila la sesta edizione del Festival T.E.H.R (Thematic Exhibition on Human Rights) che punta a diffondere i temi legati ai diritti umani attraverso il linguaggio delle arti. Info su https://www.cinemaaquila.it.

Prosegue fino all’11 dicembre Extra Doc Festival, il concorso che premia i migliori documentari della stagione, giunto alla quinta edizione. L’evento, realizzato da Fondazione Cinema per Roma e MAXXI, a cura di Mario Sesti, ospiterà il 4 dicembre due appuntamenti nell’Auditorium del Museo: alle 17 proiezione de Il gabbiano di Filippo Gili: versione punk e decostruita dell’omonimo dramma di Anton Cechov in cui si ritrova l’amore della giovane Nina per lo scrittore Trigorin e l’eterno odio-amore tra Kostja e la madre Irina; alle 19 è la volta de Il palazzo diretto da Federica di Giacomo: nel cuore di Roma, con vista San Pietro, si erge un Palazzo il cui proprietario, negli anni, offre asilo a una eclettica comunità di amici che ne trasforma ogni angolo in un set cinematografico permanente. Info e biglietti su www.romacinemafest.it e www.maxxi.art.

L’auditorium del MACRO ospita il 30 novembre alle 18.30 la proiezione di W di Lorenzo Castore. Un film sul desiderio di vita di un uomo che invecchia, perdendosi all’inseguimento della bellezza attraverso l’irresistibile richiamo sensuale del corpo giovane come disperato antidoto all’ineluttabilità del destino. La pellicola è liberamente ispirata a La morte a Venezia di Thomas Mann. La proiezione verrà musicata dal vivo dal violinista Piercarlo Sacco. L’evento vedrà la presenza del regista in conversazione con Lorenzo CastoreGuido Costa Luca Lo Pinto. Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Al Teatro del Lido il 1° dicembre alle 10.30 e il 2 dicembre alle 17.30 a.DNA project propone la proiezione di Lievitolungometraggio di cyop&kaf in cui i registi del pluripremiato Il segreto, proseguono la loro indagine su educazione e sfide nella contemporaneità. Fulcro del film è il rapporto che intercorre tra adulti e adolescenti nell’ampio spazio intermedio che cresce tra la strada, la famiglia e la scuola. Seguirà incontro con gli autori. L’evento, a ingresso libero, è a cura di Mirko Pierri.

Prosegue il 48 Hour Film Project Roma, l’edizione italiana di uno dei contest per giovani filmmakers più noti e attesi dagli aspiranti professionisti del settore e che si svolge con successo da quasi 30 anni in 140 città in tutto il mondo. I partecipanti al concorso, a cura di Le Bestevem, hanno avuto 48 ore, dal 18 al 20 novembre, per scrivere la sceneggiatura, preparare le riprese, scegliere i costumi e la scenografia, girare, montare e missare un cortometraggio di 7 minuti contenente 3 elementi obbligatori comunicati 5 minuti prima della partenza del countdown. Il 30 novembre presso il Cinema Odeon (piazza Stefano Jacini 22) ultima proiezione a ingresso libero dei lavori realizzati. Le proiezioni si svolgeranno dalle 17 alle 20. In contemporanea avrà luogo la valutazione dei corti da parte dei giurati, tutti noti e affermati professionisti del cinema internazionale. Dal 2 all’11 dicembre tutti i cortometraggi saranno resi disponibili online sul canale YouTube de Le Bestevem per poter essere visti e votati online dal pubblico attraverso i commenti. Info su https://www.48hourfilm.com/it/rome-it.

ATTIVITÀ DELLE BIBLIOTECHE

Oltre alla partecipazione alla Fiera Più libri più liberi, le Biblioteche di Roma continuano la propria programmazione anche nelle varie sedi con tanti appuntamenti ad ingresso libero tra i quali si segnalano: il 1° dicembre alle 16.30, alla Biblioteca Vaccheria Nardi, la presentazione contemporanea di due libri che affrontano, in maniera differente, la tematica della violenza di genere: Questa non è una poesia di Lucrezia Rubini (Robin, 2022) Ricordare per imparare a dimenticare di Catia Balla (Europa edizioni, 2022). I2 dicembre alle 17 presso la Biblioteca Guglielmo Marconi la presentazione del libro La vita nascosta di Raffaele Donnarumma (Il ramo e la foglia, 2022). Insieme all’autore intervengono Guido Mazzoni e Gianluigi Simonetti. Letture ad alta voce a cura del gruppo A VivaVoce. Il 5 dicembre alle 17.30 alla Casa della Memoria e della Storia, a cura di Fiap, la presentazione del libro Due vite, tante vite. Storie di ferrovia e resistenza di Armando Bussi (Luigi Pellegrini editore, 2022), con la partecipazione dell’autore.

PPP100  ROMA RACCONTA PASOLINI

Alla Galleria d’Arte Moderna in via Francesco Crispi, il 1° dicembre alle 18, nell’ambito di Pasoliniana  la rassegna di eventi, incontri, reading e azioni teatrali intorno alla mostra in corso Pasolini Pittore – si terrà l’azione teatrale Intervista impossibile a Pasolini tratta dal libro Il Ciglio di una vita di Pietro Annicchiarico, con Alfredo Traversa e Nestor Saied, che cura anche la regia. In scena Pasolini torna a parlare con la sua voce più poetica e libera, nel tentativo di scoprire, attraverso il suo pensiero profondo, chi e cosa siamo diventati oggi (ingresso libero fino a esaurimento posti: max 40 partecipanti. Durante l’incontro non è possibile visitare le mostre).

Per il progetto espositivo Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO coordinato e condiviso da Azienda Speciale Palaexpo di RomaGallerie Nazionali di Arte Antica e MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo che intendono celebrare, nelle rispettive sedi museali, la figura del regista, scrittore e artista, proseguono le tre mostre. A Palazzo delle Esposizioni è visitabile fino al 26 febbraio 2023 Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico, a cura di Giuseppe GarreraCesare PietroiustiClara Tosi Pamphili e Olivier Saillard (co-curatore per la sezione dedicata ai costumi). Un’accurata selezione di oltre 700 pezzi che vanno a comporre un ritratto “corporeo” e inedito del grande intellettuale italiano. Al centro del percorso espositivo, lo spazio circolare della Rotonda di Palazzo delle Esposizioni è trasformato in una grande sala-lettura in cui sono presenti numerose edizioni di libri su e di Pier Paolo Pasolini liberamente fruibili dal pubblico. Dal martedì alla domenica ore 10-20 (ultimo ingresso un’ora prima). Biglietti online su https://ecm.coopculture.it.

Nell’ambito della mostra, nella Sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni, ancora in programma la rassegna cinematografica Pasolini prossimo nostro a cura dell’Azienda Speciale Palaexpo e del Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale che fino all’8 dicembre propone film (in pellicola 35mm) di Pasolini e di altri registi che hanno trattato tematiche simili alle sue o che a lui si sono ispirati. In cartellone questa settimana: il 30 novembre Rosetta di Jean-Pierre e Luc Dardenne (1999), Palma d’oro e premio per la migliore attrice a Cannes. Nei giorni successivi, una serie di pellicole di Pasolini: il 1° dicembre Il Decameron (1971) e, a seguire, due cortometraggi girati dal regista nel corso delle riprese in Yemen con l’obiettivo di salvare la città storica di Sana’a dal degrado della moderna urbanizzazione: Seti di Sana’a (episodio inedito) e Le mura di Sana’a; il 2 dicembre è la volta de I racconti di Canterbury (1972), secondo capitolo della Trilogia, basato sui racconti scritti da Geoffrey Chaucer alla fine del Trecento. Il 3 dicembre appuntamento con Ostia di Julian Cole (1987), e a seguire Caravaggio di Derek Jarman (1986). si torna a Paolini il 4 dicembre con Il fiore delle Mille e una Notte (1974) e il 6 dicembre con la Director’s cut de La Ricotta (1963) introdotta da Francesca Angelucci. Proiezioni alle ore 20. Ingresso libero fino a esaurimento posti con prenotazione obbligatoria sul sito www.palazzoesposizioni.it dalle ore 9 del giorno precedente alla proiezione fino a un’ora prima.

Legata a Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo poetico è anche la mostra Pier Paolo Pasolini ed Ezra Pound. A Pact, a cura di Giuseppe Garrera. Al MACRO, il percorso espositivo ripercorre l’incontro televisivo tra Pasolini e Pound avvenuto nel 1967 come punto di arrivo di un percorso di odio, ripensamento e ricongiungimento. Una selezione di documenti storici, articoli di giornali e libri contestualizza l’evoluzione del rapporto tra i due ripercorrendo una storia di devozioni, dubbi, perplessità, considerazioni sul ruolo della poesia. La mostra è visitabile gratuitamente fino al 19 febbraio 2023. Orari: dal martedì al venerdì ore 12-19, sabato e domenica ore 10-19. Lunedì chiuso. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

Palazzo Barberini, invece, fino al 12 febbraio si può visitare Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo veggente, mostra a cura di Michele Di Monte che esplora il ruolo determinante dell’ispirazione della tradizione artistica nel cinema e nell’immaginario figurativo pasoliniano. Il percorso espositivo, concepito come un “montaggio”, illustra il potere di sopravvivenza delle immagini trasfigurate dall’obiettivo poetico di Pasolini. Visitabile dal martedì alla domenica ore 10-19 (ultimo ingresso ore 18). Biglietti su https://www.ticketone.itFino al 5 febbraio 2023, ogni domenica alle ore 11, salvo le prime domeniche del mese, in programma visite guidate per adulti a cura di Si pArte! ASP.

Al MAXXI continua, inoltre, Pier Paolo Pasolini. TUTTO È SANTO. Il corpo politico a cura di Hou Hanru, Bartolomeo Pietromarchi e Giulia Ferracci. In questa esposizione la chiave di lettura dell’opera pasoliniana è restituita attraverso le voci di artisti contemporanei le cui opere evocano l’impegno politico dell’autore e l’analisi dei contenuti sociali ispirati alle sue opere. L’esposizione è visitabile dal martedì alla domenica dalle 11 alle 19 (la biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura del Museo). Biglietti online su https://maxxi.archeoares.it. In occasione della mostra, presentando in biglietteria un biglietto di Palazzo delle Esposizioni o delle Gallerie Nazionali Barberini Corsini, si avrà diritto a un ingresso ridotto al Museo; la promozione è valida fino al 12 marzo 2023.

KIDS

Proseguono gli appuntamenti dedicati da Biblioteche di Roma a bambini e ragazzi nel segno della lettura e delle attività culturali.

Alla Biblioteca Vaccheria Nardi il 1° dicembre alle 16.30 in programma il laboratorio artistico Giochiamo con l’aria, a cura dei ragazzi del Liceo Benedetto da Norcia, per bambini dai 5 ai 10 anni (prenotazione obbligatoria: 06.45460491 – ill.vaccherianardi@bibliotechediroma.it).

Nella Biblioteca Villino Corsini il 3 dicembre alle 10 si aspetta il Natale con Cercasi casa per Babbo Natale, per genitori e bambini dai 7 ai 10 anni (prenotazione obbligatoria: l.nocchi@bibliotechediroma.it).

Presso la Biblioteca Borghesiana appuntamento il 5 dicembre dalle 16.30 alle 18.30 con Christmas in Progress, laboratorio creativo per realizzare addobbi natalizi fantasiosi e colorati, accompagnato da letture ad alta voce (info: borghesiana@bibliotechediroma.it – 06.45460361).

Alla Biblioteca Europea il 6 dicembre alle 16.45 appuntamento con Leggo e gioco, lettura e laboratorio creativo per bambini dai 4 ai 9 anni, in collaborazione con Città del sole (prenotazione obbligatoria: 06.69219124 – rm.salaria@cittadelsole.com).

Tra le attività proposte al Teatro del Lido di Ostia, c’è tempo fino al 30 novembre per iscriversi a due laboratori gratuiti organizzati nell’ambito del Festival Teatri di Vetro: NEVER YOUNG_Game over a cura di Biancofango per ragazzi/e fino ai 17 anni e Esercizi per madrelingua a cura di Opera Bianco, per 3 bambini/e tra gli 8 e gli 11 anni e 3 adulti over 65 (info e iscrizioni: segreteria@triangoloscalenoteatro.it e al 339.2824889).

Nell’ambito di Ti racconto Roma per Scegli il Contemporaneo, la rassegna a cura di Senza titolo s.r.l., il 30 novembre alle 15 appuntamento dedicato ai più piccoli con la visita animata alla Casa Museo Bellonci (via Fratelli Ruspoli 2) per scoprire la storia del Premio Strega e quella della sua fondatrice Maria Bellonci che, nel 1947, ha dato vita a uno dei premi più prestigiosi della narrativa italiana. Il percorso consente ai partecipanti di immergersi nelle atmosfere senza tempo della dimora in cui hanno vissuto Maria e Goffredo Bellonci, tra opere d’arte, oggetti quotidiani e una collezione di oltre 20 mila libri. Curiosità e aneddoti sono gli ingredienti per costruire un racconto inedito di immagini e parole. Prenotazione obbligatoria solo via mail a info@senzatitolo.net fino a esaurimento posti.

Al Palazzo delle Esposizioni, nell’ambito della mostra in corso Mario Merz. Balla, Carrà, de Chirico, De Pisis, Morandi, Savinio, Severini. Roma 1978. Mostre in mostra il 4 dicembre alle 11 in programma Un rifugio tutto per me, una visita animata per ragazzi e ragazze dai 7 agli 11 anni, tra igloo, glaciazioni, alligatori, seguendo le orme di Mario Merz alla ricerca di un mondo primordiale in cui è la materia a parlare: il legno, il vetro, la cera, il metallo e la luce ci portano a scoprire il senso dell’abitare e a costruire rifugi in costante dialogo con l’ambiente esterno. Dalò martedì al venerdì, prenotazione obbligatoria alla mail edu@coopculture.it.

Per 1Metro sotto la metro, la mostra diffusa di arte interattiva metropolitana curata da Arianna Forte e organizzata da Fusolab 2.0, per i più piccoli appuntamento il 4 dicembre dalle 16.30 alle 18.30 nella sede di viale della Bella Villa 94 con Favole Aumentate. Laboratorio di teatro e AR per bambini, workshop a cura di Nexus, regista, performer e insegnante d’arte, che coinvolgerà i partecipanti nella creazione di una favola collettiva che verrà rappresentata da loro stessi mediante l’utilizzo di filtri di Realtà Aumentata. Utilizzando costumi, trucchi e sfondi virtuali sovrapposti alla loro immagine dal vivo, i bambini faranno così esperienza di un nuovo modo di recitare e raccontare storie con l’ausilio della tecnologia. Gratuito con prenotazione obbligatoria a info@fusolab.net.

Tra le iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dedicate alle famiglie e ai bambini, proseguono gli appuntamenti di Lab For Family che il 3 dicembre alle 11, alla Casina delle Civette di Villa Torlonia, propone il laboratorio Una civetta a testa in giù per famiglie con bambini da 4 a 6 anni, mentre il 4 dicembre alle 11, a Villa di Massenzio, per bambini di 4-12 anni è in programma Piccoli artisti spiccano il volo, laboratorio gratuito di ceramica per la realizzazione di uccellini-calamite che verranno poi esposti negli spazi della Villa. Attività a cura di Francesca Romana Cappa e Manuela Troilo (Associazione Culturale Officina Creativa Le Lase). Per la partecipazione alle visite guidate e ai laboratori è obbligatoria la prenotazione al call center 060608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Al Planetario di Roma il 3 dicembre alle 12 e alle 18 torna lo spettacolo Accade tra le stelle: accompagnati dal divertente e stravagante Dottor Stellarium (interpretato da Gabriele Catanzaro), i bambini saranno protagonisti di un simpatico viaggio astronomico alla scoperta di pianeti, satelliti naturali e artificiali, comete, asteroidi e stelle cadenti. Il 4 dicembre alle 12 e alle 18, appuntamento invece con Girotondo tra i Pianeti, lo spettacolo giocoso e interattivo per bambini e per i loro genitori, in cui la sala del Planetario è un’immaginaria rampa di lancio verso i pianeti del sistema solare. Dopo aver imparato a riconoscere i pianeti nel cielo stellato (guidati dagli astronomi del Planetario), i bambini come piccoli astronauti tracceranno poi la rotta della loro missione spaziale partendo su un taxi interstellare verso i loro pianeti preferiti. Biglietti sul posto oppure online su https://museiincomuneroma.vivaticket.it.

Per il Teatro di Roma – Teatro Nazionale, appuntamento fino al 4 dicembre al Teatro India con Fabio Cherstich e il suo Cenerentola Remix, rilettura contemporanea di una fiaba senza tempo, come archetipo di libertà e alterità dedicata a un pubblico dagli 11 anni in su. Lo spettacolo trae ispirazione dalla favola originariamente scritta da Giambattista Basile in napoletano e poi riscritta da Charles Perrault e dai fratelli Grimm, per un lavoro corale di reinvenzione agito attraverso un nutrito cast di giovani interpreti (Julien Lambert, Giuseppe Benvegna, Annalisa Limardi, Alessandro Pizzuto, Evelina Rosselli e Giulia Sucapane). Orari: da martedì a venerdì ore 10.30, sabato e domenica ore 17, lunedì riposo. Biglietti online su https://teatrodiroma.vivaticket.it.

Benzina 1.879 €/lt Diesel 1.829 €/lt GPL 0.789 €/lt Prezzi aggiornati al 03-02-2023
Raggiungimi