Casilina News
Cronaca

Tragedia a Castel Gandolfo: non ce l’ha fatta il 35enne salvato al lago da alcuni bagnanti

Un uomo di 35 anni stava rischiando di annegare nel lago di Castel Gandolfo ieri pomeriggio, sabato 6 agosto 2022: i bagnanti lo salvano applicando le manovre di primo soccorso apprese durante un corso di BSLD promosso dalla ASL Roma 6. Ecco le dichiarazioni dell’ASL Roma 6 e di Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio.

Purtroppo però, l’uomo, nonostante il tempestivo soccorso, è deceduto a causa del malore per il quale aveva rischiato di annegare.

Castel Gandolfo, 35enne rischia di annegare nel lago: intervengono i bagnanti ma purtroppo l’uomo muore in serata

“Questo pomeriggio (ieri, ndr) un uomo di 35 anni stava annegando nel lago di Castel Gandolfo ed è stato soccorso dai bagnanti che solamente alcune ore prima, nella mattinata, avevano effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi. Grazie al pronto utilizzo del defibrillatore l’uomo è stato salvato. Un episodio che dimostra quanto sia importante la sicurezza in mare e nei laghi”,  lo dichiara l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha concluso il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Purtroppo, però, il 35enne non ce l’ha fatta: in un commento della ASL Roma 6 si legge: “Nonostante il soccorso tempestivo, purtroppo a causa di complicazioni il ragazzo che aveva avuto un malore ieri presso il lago di Castel Gandolfo non ce l’ha fatta. La notizia ci addolora profondamente, esprimiamo la nostra vicinanza alla famiglia”.

Foto dalla pagina Facebook della ASL Roma 6