Casilina News
Attualità

CRIAAC. Aeroporto di Ciampino, nell’audizione congiunta in Regione Lazio i cittadini chiedono lo stop ai voli notturni

CRIAAC Aeroporto di Ciampino Regione Lazio stop voli notturni

Aeroporto di Ciampino, nell’audizione congiunta in Regione Lazio delle Commissioni Urbanistica, Ambiente e Trasporti i cittadini chiedono lo stop ai voli notturni. Pieno successo dell’audizione congiunta delle Commissioni Regionali Urbanistica, Ambiente e Trasporti, del 4 agosto.

“L’audizione, richiesta dal Criaac, é stata convocata presso la Regione Lazio dal Consigliere Regionale di Europa Verde Marco Cacciatore, Presidente della Commissione Urbanistica, presenti i Consiglieri Regionali Marco Cacciatore,  Simone Lupi, Devid Porrello, Valerio Novelli e Enrico Forte.

In apertura dell’audizione il presidente Marco Cacciatore ha dato la parola al rappresentante  del Comitato Riduzione Impatto Ambientale Aeroporto Ciampino (Criaac)  che ha evidenziato come nessuna delle prescrizioni del decreto Costa del dicembre 2018 possa considerarsi pienamente rispettata,  con la clamorosa situazione di elusione di quanto disposto anche dal Consiglio di Stato in riferimento al blocco dei voli notturni tra le 23.00 e le 06.00, quando l’aeroporto è chiuso a tutela della salute dei cittadini.

Di fronte alle giustificazioni burocratiche di Enac (apparse francamente poco rispettose dello spirito del Decreto Ministeriale) tutti gli altri presenti (Regione Lazio Ambiente, Arpa Lazio) e tutte le parti politiche che hanno parlato (Sindaca del Comune di Ciampino, capo della Segreteria del Comune di Marino, Consiglieri Regionali Lupi e Porrello ed il Presidente Cacciatore) si sono espressi a favore della necessità di identificare immediatamente le reali situazioni di emergenza (“situazioni eccezionali e di forza maggiore”) che possano autorizzare, solo eccezionalmente,  atterraggi o decolli a Ciampino in orario notturno. Questo per dare uno stop immediato agli oltre 450 voli atterrati e decollati durante la notte a Ciampino nei primi 6 mesi del 2022,  quando l’aeroporto doveva considerarsi chiuso.

Leggi anche – Aeroporto di Ciampino. CRIAAC: “Ryanair sfida lo Stato Italiano”

Secondo quanto riferito da Arpa Lazio, si tratta di una quantità di voli notturni rimasta invariata rispetto ai livelli pre-COVID, nonostante il blocco al volo notturno contenuto nel Decreto Ministeriale Ambiente, emanato il 18 dicembre del 2018 e completamente confermato, punto per punto, dalle sentenze del Consiglio di Stato.

Il Decreto Ministeriale e le sentenze del Consiglio di Stato (massimo grado della Giustizia Amministrativa) sembrano essere stati completamente ignorati da chi governa l’aeroporto.

Ringraziamo tutti coloro che hanno riconosciuto la validità delle richieste del Comitato. Un ringraziamento dobbiamo anche a tutte le Parti politiche intervenute a tutela dei cittadini, con riguardo alla Sindaca di Ciampino, Emanuela Colella, insediatasi molto recentemente e subito attivatasi a supporto dei suoi cittadini.

Riteniamo che quest’audizione sia un  grande risultato per i cittadini, anche se l’obiettivo finale resta sempre il rispetto delle regole e dei diritti, senza che siano necessari anni di proteste per ottenerlo”.

Foto di repertorio