Casilina News
Cronaca

Omicidio Willy, parla il suocero di Gabriele Bianchi: “Siamo tutti vittime collaterali”

morte fratelli bianchi fake news

“Siamo tutti vittime collaterali”: lo afferma Salvatore Ladaga, imprenditore della sanità, consigliere di Forza Italia a Velletri e padre di Silvia, la compagna di Gabriele Bianchi.

Omicidio Willy, parla il suocero di Gabriele Bianchi

Il suocero di Gabriele Bianchi rompe il silenzio e rilascia una lunga intervista al Corriere della Sera. Salvatore Ladaga racconta di aver sempre detto a sua figlia Silvia di stare alla larga da Gabriele Bianchi, non per la disparità sociale tra i due ma proprio per i modi del ragazzo.

Gabriele Bianchi è stato condannato all’ergastolo insieme al fratello Marco per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte, ucciso nel settembre del 2020 a Colleferro: per la morte del giovane di Paliano, sono stati condannati anche Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, come sentenziato lo scorso 4 luglio.

Salvatore Ladaga afferma di aver sempre descritto Gabriele Bianchi come “un bullo, un prepotente” e che ora sono “tutte vittimi collaterali dei fratelli Bianchi”, a partire dal figlio di Silvia e Gabriele, nato quando il padre si trovava già in carcere.

Podcast. Dark News: episodio 1 – Il caso di Willy Monteiro Duarte

Come afferma sempre al Corriere della Sera, Ladaga è inoltre fermamente intenzionato a proseguire la battaglia legale, avendo promesso alla figlia, preoccupata per Gabriele Bianchi, di non lasciarla da sola, arrivando anche a scegliere “un tecnico che guardi perfino oltre la Cassazione, alla Corte europea se necessario, perché io neanche nell’appello ho fiducia. Troppa pressione, troppo battage”. 

Foto di repertorio di Marco e Gabriele Bianchi

Scrivi un Commento

diciannove − undici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy