Casilina News
Cronaca

Ladispoli, estorsione e furti nelle case: arrestata una coppia

ladispoli estorsione furti case

Continua senza sosta l’offensiva dell’Arma dei Carabinieri contro la mala – movida sul litorale nord della Provincia di Roma, attività in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Ecco tutti i dettagli

Coinvolti in prima fila nei servizi finalizzati a prevenire e reprimere episodi di degrado sociale ed abuso di sostanze alcoliche, i Militari della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia e, in particolare gli uomini delle Stazioni di Ladispoli, Cerveteri e Campo di Mare, nonché della Sezione Radiomobile.

L’attività, rientrante nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per fronteggiare lo specifico fenomeno, ha portato all’arresto di 2 soggetti, un uomo di 26 anni ed una donna di 37, entrambi di nazionalità romena. Nello specifico, i due sono stati localizzati bloccati, dopo intense ricerche, a Ladispoli e arrestati dai militari della locale Stazione, su ordine rispettivamente della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia e della Procura Generale presso la Corte di Appello di Roma. La coppia sono stati infatti giudicati colpevoli di vari reati fra i quali estorsione, diversi furti in abitazione e di resistenza ad un Pubblico Ufficiale. Al termine delle attività, entrambi sono stati associati in carcere, lui presso la Casa Circondariale Regina Coeli di Roma, lei presso il Nuovo Complesso Aurelia di Civitavecchia.

Nella notte, i Carabinieri, nel corso di attività di controllo alla circolazione stradale sul lungomare di Ladispoli e lungo la S.S. 1 Aurelia, hanno deferito a piede libero alla Procura della Repubblica di Civitavecchia 4 persone, tutte appena 20enni, di cui 3 per guida in stato di ebbrezza ed il quarto per oltraggio a Pubblico Ufficiale. Altri 5 ragazzi sono stati trovati in possesso di modiche quantità di stupefacente, hashish e marijuana e sono stati segnalati alla Prefettura.

Analoghi servizi proseguiranno anche nei prossimi week – end, al fine di garantire un sano divertimento a tutti i frequentatori della zona, verificare il rispetto delle regole e contrastare ogni forma di illegalità.