Casilina News
Attualità

Caro luce: quanto si risparmia nel Lazio passando al Mercato Libero?

caro luce mercato libero lazio energia

L’aumento dei prezzi della luce ha colpito in questo primo semestre del 2022 tutte le famiglie italiane, non risparmiando di certo quelle del Lazio.

La pandemia prima e la guerra in Ucraina poi hanno reso la situazione insostenibile e tutti, adesso, sono in cerca di una soluzione per abbattere i costi. Il caro luce ha gravato in misura maggiore sulle famiglie, che hanno dovuto fare i conti con bollette più che raddoppiate rispetto allo scorso anno. Se per quanto riguarda il gas si può tirare adesso un piccolo sospiro di sollievo, con l’arrivo dell’estate, l’alzarsi delle temperature e la necessità di accendere il climatizzatore, i consumi di energia elettrica non si possono limitare più di tanto.

È possibile però risparmiare cambiando fornitore o contratto: secondo i dati dell’Osservatorio di SOStariffe.it, passare al Mercato Libero consente di alleggerire non poco le bollette della luce.

Mercato tutelato vs Mercato Libero: la differenza dei prezzi a Latina, Frosinone e Roma

Se andiamo a vedere nel dettaglio l’andamento dei prezzi nelle province di Latina, Frosinone e Roma possiamo notare facilmente quanto i costi dell’energia elettrica siano aumentati nell’ultimo anno. Dai dati dell’Osservatorio emerge anche la differenza di costo tra il regime di maggior tutela ed il Mercato Libero, evidenziando quanto quest’ultimo sia nettamente più conveniente.

A Roma, su un consumo medio annuo di 2.878 kWh, la spesa media nel mercato tutelato è stata pari a 516 euro, contro i 498 euro del Mercato Libero. La situazione non si presenta diversa nelle altre province: a Latina su un consumo medio annuo di 3.062 kWh la spesa media nel mercato tutelato è stata pari a 546 euro contro i 528 euro del Mercato Libero, mentre a Frosinone i costi si sono attestati a 520 euro contro 501 euro.

Appare più che evidente che aderire al Mercato Libero permetta di risparmiare ed alleggerire le bollette della luce in tutte le principali province del Lazio, con una differenza di prezzo pari a 18-19 euro annui.

Passare al Mercato Libero, confrontare le offerte online e scegliere le tariffe fisse per risparmiare su luce e gas

Passare al Mercato Libero è dunque il primo passo da compiere per riuscire a risparmiare sulle bollette di luce e gas e su questo non ci sono più dubbi. Dati alla mano, è infatti evidente che i costi siano inferiori per coloro che hanno scelto di uscire dal regime di maggior tutela, in cui il prezzo della materia prima è stabilito dall’ARERA.

Per abbattere ulteriormente i costi in bolletta però conviene anche confrontare le offerte energia elettrica online, utilizzando un comparatore. Dall’Osservatorio di SOStariffe.it è emerso chiaramente che chi ha scelto di percorrere questa strada è riuscito ad ottenere il maggio risparmio.

Non solo: un ultimo dato che vale la pena sottolineare riguarda la tipologia stessa dell’offerta del Mercato Libero. Quelle a tariffa fissa appaiono nettamente le più vantaggiose, dunque vale la pena scegliere queste per riuscire ad alleggerire il più possibile le bollette: obiettivo che oggi più che mai tutti cercano di raggiungere.

Scrivi un Commento

quattro × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy