Casilina News
Cronaca

Roma, controlli nelle zone della movida: sette persone denunciate

Intenso fine settimana di controlli da parte dei Carabinieri del Gruppo di Roma nei tradizionali luoghi di ritrovo delle persone che animano la movida della Città Eterna.

I controlli

L’attività, rientrante nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, è stata svolta al fine di garantire un sano divertimento a tutti i frequentatori della zona, verificare il rispetto delle regole e, laddove necessario, contrastare ogni forma di illegalità o di degrado, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Faro puntato, principalmente, sul centro storico e sulla zona di Trastevere. Identificate 203 persone, eseguiti controlli su 74 veicoli e effettuate verifiche presso 28 attività commerciali.

LEGGI ANCHE – Roma. Controlli straordinari in zona Casilino: 85 persone identificate

Nello storico quartiere di Trastevere, i Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere, unitamente ai colleghi del Gruppo di Roma, hanno denunciato 5 studenti romani, di 18 e 19 anni, che nella notte nei pressi di piazza Trilussa, hanno preso parte a una rissa, scaturita per futili motivi, con altri giovani a darsi alla fuga. Nessuna delle parti coinvolte è rimasta ferita.

Un 16enne romano, invece, è stato denunciato perché sorpreso a cedere una dose di hashish ad un coetaneo, in piazza Santa Maria in Trastevere. L’acquirente è stato identificato e segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma. Il 16enne è stato trovato in possesso di ulteriori 3 g della stessa sostanza stupefacente.

I Carabinieri della Compagnia Roma Centro, infine, ad esito delle verifiche nelle aree tra Campo dè Fiori e il rione Monti, hanno denunciato un 23enne della Libia, senza fissa dimora, per non aver ottemperato al provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, emesso a suo carico dalla Questura di Torino nel novembre 2016. Sanzionate anche 3 persone per violazioni al Codice della Strada.