Casilina News
Cronaca

Caso Pignalberi, è lui stesso a darci la sua versione dei fatti

Caso Pignalberi, è lui stesso a darci la sua versione dei fatti

Sul caso Pignalberi ci scrive lui stesso, per raccontare la sua versione dei fatti. Dopo le varie vicende denunciate dal programma televisivo di Italia 1, Le iene, il Dottore in Legge ciociaro ci ha contattato per dire la sua e rispondere alle accuse. Ripercorriamo la vicenda.

Le iene tornano a occuparsi di Fabrizio Pignalberi (VIDEO)

Pignalberi stesso ci ha spiegato di aver presentato una querela in seguito ad alcune telefonate che avrebbe ricevuto dai dirigenti del partito di cui è leader (Più Italia, N.D.R.). A seguito di ciò, spiega Pignalberi, “E’ iniziata l’indagine e il Magistrato ha avanzato una richiesta di archiviazione, così ho proposto opposizione ai sensi dell’art 410 cpp. Il Gip ha accolto la mia opposizione, fissando l’udienza per il giorno 20 maggio 2022. Durante il processo, ho fornito orari precisi delle chiamate, registrazione delle stesse, elementi sufficienti a identificare la persona in questione“. Ha poi commentato così: “Sarebbe un vero e proprio colpo di scena, poiché la persona che dovrebbe essere rinviata a giudizio per diffamazione grave, falso e altri reati, sarebbe una delle persone rivoltasi alla redazione de Le iene“.

Pignalberi ha sostenuto che la signora T.S. andasse rinviata, poiché a suo giudizio sarebbe stata raggiunta la prova sulla sua identità. Pignalberi prosegue così: “Il Magistrato ha commesso un errore nella richiesta, poiché lo stesso P.M. ha richiesto l’archiviazione, perché, a suo dire, il reato da addebitare sarebbe quello di diffamazione e non di calunnia, ma ho fatto notare al Gip che la sua querela era stata sporta anche per il reato di diffamazione, quindi in particolar modo risultava essere infondata la richiesta avanzata dal PM” – prosegue Pignalberi: “Il Gip si è riservato sulla decisione […] Nel capo di accusa la Sig.ra T.S. si era spacciata per avvocato, ufficiale giudiziario e vittima truffata da me e proprio su quest’ultima circostanza va evidenziato che nessuna querela pende nei miei confronti da parte della stessa, che dovrà spiegare e rispondere in un’altra querela depositata sempre da me come abbia potuto recarsi a Le iene a riferire determinate circostanze“.

Insomma, la vicenda legata a Pignalberi continua e sembra destinata a non terminare presto. Restiamo a disposizione per ospitare eventuali repliche alla sua versione dei fatti.

Scrivi un Commento

5 × due =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy