Casilina News
Cronaca

Roma, rapinato sul GRA assieme al padre il calciatore della Lazio Raoúl Moro. Il giocatore sui social: “Stiamo bene”

nettuno rissa ragazze video

“Grazie a tutti per i vostri messaggi. Sia io che mio padre stiamo bene e questa è la cosa più importante. Di cuore, apprezzo molto che vi siate preoccupati”. Queste le parole del giovane giocatore della Lazio, Raoul Moro, che sui canali social ha voluto ringraziare per la solidarietà ricevuta, dopo la grande paura. L’atleta spagnolo è stato aggredito mentre si trovava in auto insieme al padre sul Grande Raccordo Anulare.

L’episodio è avvenuto nella tarda serata di giovedì. Intorno alle 23:30, mentre era all’altezza del km 26 del GRA, sono stati costretti a scendere dall’auto. I due sono stati malmenati da 4 persone, non ancora identificate. I malviventi li hanno derubati della vettura e sono fuggiti. Padre e figlio sono stati in seguito soccorsi e portati presso l’ospedale Casilino di Roma. L’auto è stato comunque ritrovata poco dopo, lasciata abbandonata, nella zona di Castel Giubileo.

Probabilmente, i ladri hanno compreso di avere meno chances di scappare se fossero rimasti in possesso dell’automobile rubata. Ancora si cercano gli aggressori, ma l’importante è che Raul Moro e il padre stiano bene, per la gioia dei tifosi laziali, ma non solo.

Scrivi un Commento

15 − nove =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy