Casilina News
Attualità

Nuova linfa per i centri per l’impiego italiani? 70 milioni di euro in arrivo e previste nuove assunzioni

Nuova linfa per i centri per l'impiego italiani? 70 milioni di euro in arrivo e previste nuove assunzioni

Il ministro Orlando ha firmato il Decreto interministeriale che incentiva l’assunzione di nuove risorse

Continua il percorso di rafforzamento dei Centri per l’impiego. Il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando ha firmato il Decreto interministeriale che prevede il riparto delle risorse economiche in favore delle Regioni e delle Province Autonome. La cifra totale di 70 milioni di euro sarà a disposizione per far fronte agli oneri di funzionamento dei Centri per l’impiego territoriali con riferimento all’anno 2021.

Il trasferimento delle risorse sarà effettuato sulla base dell’avanzamento delle assunzioni rispetto al totale autorizzato con il Piano straordinario di potenziamento dei Centri per l’impiego e delle politiche attive del lavoro. Le Regioni, a loro volta, forniranno al Ministero apposita richiesta completa di rendicontazione attestante le assunzioni effettuate e programmate.

Il Decreto interministeriale è già stato trasmesso al Ministero dell’Economia e delle Finanze, per la firma del ministro Daniele Franco.

Tabella RIPARTIZIONE DELLE RISORSE ANNO 2021 € 70.000.000,00

 

REGIONE Totale unità aggiuntive al 2021 (fino a 11.600) Quota regionale

(%)

Riparto risorse

Anno 2021

Oneri di funzionamento

ABRUZZO 255 2,20% 1.540.000,00
BASILICATA 114 0,99% 693.000,00
P.A. BOLZANO 14 0,12% 84.000,00
CALABRIA 623 5,39% 3.773.000,00
CAMPANIA 1.840 15,91% 11.137.000,00
EMILIA ROMAGNA 655 5,66% 3.962.000,00
FRIULI VENEZIA GIULIA 165 1,43% 1.001.000,00
LAZIO 1.130 9,77% 6.839.000,00
LIGURIA 258 2,23% 1.561.000,00
LOMBARDIA 1.378 11,92% 8.344.000,00
MARCHE 194 1,68% 1.176.000,00
MOLISE 75 0,65% 455.000,00
PIEMONTE 716 6,19% 4.333.000,00
PUGLIA 1.129 9,76% 6.832.000,00
SARDEGNA 357 3,09% 2.163.000,00
SICILIA 1.246 10,78% 7.546.000,00
TOSCANA 643 5,56% 3.892.000,00
P.A. TRENTO 14 0,12% 84.000,00
UMBRIA 129 1,12% 784.000,00
VALLE D’AOSTA 22 0,19% 133.000,00
VENETO 606 5,24% 3.668.000,00
TOTALE    11.563 100% 70.000.000,00

Scrivi un Commento

1 + venti =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy