Casilina News
Cronaca

Denunciate 4 persone tra Cerveteri, Tor Bella Monaca, Tor San Lorenzo e Santa Marinella. Sequestrato più di un quintale di botti pericolosi

Denunciate 4 persone tra Cerveteri, Tor Bella Monaca, Tor San Lorenzo e Santa Marinella. Sequestrato più di un quintale di botti pericolosi

Si intensificano in queste ore che precedono la fine dell’anno, i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nel centro storico e nelle periferie della Capitale, volti al contrasto della detenzione e della vendita illecita di materiale esplodente e giochi pirotecnici pericolosi onde prevenire gravi  incidenti.

Dopo l’arresto, eseguito qualche giorno fa, di un 30enne di Santa Marinella che deteneva illegalmente 1,5 quintali di materiale pirotecnico, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero altre due persone e sequestrato oltre 1,2 quintali di “botti”.

Nella mattinata di ieri, i Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca hanno denunciato a piede libero un 32enne romano, senza occupazione e con precedenti, per omessa denuncia di materiale esplodente. Nel corso di un controllo l’uomo è stato trovato in possesso di  fuochi artificiali categoria F2, con massa attiva di 12 kg e del peso complessivo di 62 kg, immediatamente sequestrati.

Un 63enne di Cerveteri è stato, invece, denunciato con l’accusa di detenzione e vendita illegale di materiale pirotecnico sprovvisto di autorizzazione dai Carabinieri del Nucleo Operativo Roma Trionfale. Dopo aver notato un uomo uscire da un’abitazione con una busta contenente due fontane di fuoco prive di marchio CE, i Carabinieri hanno deciso di eseguire una verifica scoprendo che all’interno del suo appartamento, il 63enne vendeva, sprovvisto di autorizzazione, materiale pirotecnico di fabbricazione artigianale. I Carabinieri hanno sequestrato bombe-carta, razzi e fontane di fuoco, del peso complessivo di 55 kg.

A Tor San Lorenzo, infine, i Carabinieri della Stazione di Lavinio – Lido di Enea hanno denunciato due cittadini cinesi, un uomo di 56 e una donna di 53 anni, titolari di un negozio di casalinghi, poiché sorpresi a vendere artifizi pirotecnici categoria “F2” aventi peso superiore a 150 mg in assenza di licenza. I Carabinieri hanno sequestrato 13 batterie di fuochi artificiali.

L’Arma dei Carabinieri, come sempre, invita i cittadini a diffidare dall’acquisto di materiale pirotecnico non rispondente alle normative vigenti  ed a segnalare ogni illecita detenzione al 112 o alla Stazione Carabinieri più vicina.

Scrivi un Commento

quattro − tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy