Casilina News
Attualità

Botti di Capodanno: evitiamoli per noi e per i nostri animali. I consigli per non farli agitare

Botti di Capodanno: evitiamoli per noi e per i nostri animali. I consigli per non farli agitare

Festeggiare, si può ma con qualche precauzione. Infatti, durante la notte di San Silvestro, assieme al tradizionale cenone e al brindisi allo scoccare della mezzanotte, a “fare la voce grossa” ci sono anche i fuochi d’artificio e i petardi. Nonostante questo sia un Capodanno molto particolare a causa del Covid e le feste all’aperto sono vietate, ci sarà sicuramente qualcuno che avrà già comprato qualche botto casalingo. Ricordiamo tuttavia che in diversi Comuni sono state emesse ordinanze che li vietano espressamente. Non solo per il rischio per gli esseri umani, ma anche per gli animali.

Botti di Capodanno: i principali consigli per ridurre al minimo i disagi a cani, gatti e animali domestici

Oltre alla sicurezza, i celebri botti sollevano pure la questione del benessere degli animali. Il fragore degli scoppi, concordano gli esperti del settore, scatenano infatti per esempio ai cani, che possono udire frequenze superiori alle 80mila vibrazioni al secondo, un vero e proprio dolore. I gatti scappano con il rischio di essere investiti, gli uccelli perdono l’orientamento e vanno a sbattere contro alberi e pali. Insomma i botti di Capodanno sono un pericolo per tutti gli animali, domestici e selvatici. Questi ultimi, possono anche morire per il terrore di eventi che non riescono a comprendere. Quelli domestici possono scappare.

Secondo gli esperti i botti sono colpevoli ogni anno della morte di migliaia di animali per stress, spaventi, incidenti e assideramento, esistono comunque delle precauzioni da prendere. Gli animali che normalmente vivono all’esterno, andrebbero tenuti temporaneamente in un luogo chiuso, comodo e rassicurante. Inoltre se l’animale resta solo in casa il consiglio è tenere alto il volume della tv, della radio o altri abituali suoni casalinghi per coprire in parte il rumore dei botti. Se proprio anche voi volete usare fuochi d’artificio, magari per far contenti i vostri piccoli, sappiate che esistono anche giochi di luce colorati che non fanno rumore.

Un esempio è quello del Comune di Monterotondo, che ha scelto di vietarli, anche per salvaguardare gli animali.

Questi invece i consigli della Asl di Frosinone

La Direttrice Generale della Asl di Frosinone Pierpaola D’Alessandro invita la popolazione a fare attenzione durante i festeggiamenti per il Capodanno: “Ferirsi per futili scoppi significa, oggi, non solo procurarsi inutili danni ma anche appesantire il lavoro dell’organizzazione sanitaria. Dover soccorrere una persona che si è ferita a causa dei petardi o che ha arrecato danno a terze persone, è ancora più delittuoso. Gli operatori sanitari sono impegnati ad assistere le persone per un virus che non dà tregua e che sta mettendo tutti a dura prova. Ci auguriamo che nessuno voglia finire in ospedale per simili banalità”.

L’altro invito è quello di salvaguardare gli animali dai botti di fine anno, strana usanza dell’uomo che spesso li danneggia.

Ecco allora alcuni consigli dei veterinari della Asl per proteggere i propri amici a quattro zampe dai fuochi d’artificio dell’ultimo dell’anno.

COME PROTEGGERE GLI ANIMALI DAI FUOCHI D’ARTIFICIO

Il fragore dei botti provoca disorientamenti, stati d’ansia, panico e reazioni incontrollate da parte degli animali che spesso si danno alla fuga in maniera istintiva. In loro si manifestano cambiamenti fisici: iperventilazione polmonare, respiro affannoso, tachicardia, scialorrea (forte salivazione) e tremori muscolari. Sintomi che potrebbero rendere il cane aggressivo e mordace.

Con il loro udito più acuto, gli animali percepiscono i forti rumori in maniera più fastidiosa rispetto all’uomo.

CICLO DI CALMANTI NATURALI

Utilizzare, a partire dai giorni precedenti il Capodanno, dopo aver consultato il veterinario di fiducia, integratori e rimedi omeopatici aventi effetti calmanti.

LE PASSEGGIATE

Fare lunghe e rilassanti passeggiate diurne, tenendo il cane al guinzaglio, ed evitando le zone più a rischio nei giorni “caldi”.

NON LASCIARLI INCUSTODITI ALL’ESTERNO

È importante non lasciare incustoditi all’esterno i propri animali e creare una tana sicura, ad esempio nella vasca da bagno o in una piccola stanza dove collocare anche la cuccia assieme alla ciotola e ai giochi. Chiudere in maniera ermetica porte e finestre. Consigliato anche tenere radio o televisore accesi per confondere ed attutire i rumori che arrivano dall’esterno.