Casilina News
Attualità

Covid. La dose booster anticipata a quattro mesi e prevista anche per gli adolescenti: i dettagli

La circolare del Ministero della Salute sancisce in maniera definitiva che il richiamo della dose booster del vaccino anti-Covid si farà a 4 mesi (120 giorni) dall’ultima somministrazione, anziché 5 come finora previsti.

Terza dose anticipata a 4 mesi: lo stabilisce la circolare del Ministero della Salute

Viene spiegato che il suo anticipo è stato stabilito per fronteggiare il continuo dilagare dei contagi, in aumento a causa della variante Omicron. La somministrazione “booster”, chiarisce la circolare, sarà possibile dopo un intervallo minimo di almeno quattro mesi dal completamento del ciclo primario o dalla diagnosi di avvenuta infezione in caso di soggetti vaccinati prima o dopo un’ infezione da Coronavirus.

LEGGI ANCHE – ISS. Cresce la percentuale della variante Omicron in Italia: si attesta al 28%

La terza dose, inoltre, sarà estesa anche agli adolescenti tra i 16 e i 17 anni e ai giovani pazienti fragili di età compresa fra i 12 e 15 anni.

Dal primo febbraio 2022, inoltre, la validità del Green Pass si riduce da 9 a 6 mesi.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

15 − due =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy