Casilina News
Cronaca

Bufalotta, Flaminio, Prenestino e Tuscolano. 14 arresti solo negli ultimi giorni per aggressioni e spaccio di droga

Bufalotta, Flaminio, Prenestino e Tuscolano. 14 arresti solo negli ultimi giorni per aggressioni e spaccio di droga

Roma. Servizi antidroga della Polizia di Stato su tutto il territorio della capitale. 14 le persone arrestate negli ultimi giorni.

I fatti

L’attività antidroga della Polizia di Stato sul territorio della capitale ha portato all’arresto in flagranza di reato, negli ultimi giorni, di 12 persone.

Gli investigatori del III Distretto di PS Fidene, nel corso di specifici servizi antidroga, hanno tenuto sotto osservazione via Flores ed hanno lì controllato un 27enne con una borsa da palestra. Il ragazzo, all’interno della stessa borsa, nascondeva 5 panetti di cocaina dal peso complessivo di 5,5 Kg. Il 27enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e posto a disposizione della Magistratura; il giorno seguente, dopo l’udienza nella quale è stato convalidato l’arresto, l’indagato è stato condotto in carcere.

2 uomini ed una donna sono stati arrestati dagli agenti del commissariato Tuscolano in quanto sorpresi all’interno di un appartamento, dove tra l’altro uno di loro era sottoposto agli arresti domiciliari, con hashish, cocaina ed un proiettile calibro 9×21 illegalmente detenuto. L’hashish, circa 40 grammi, ed il proiettile sono stati trovati in casa mentre i 100 grammi di cocaina erano detenuti da uno dei 2 uomini. Il Tribunale di Roma, dopo aver convalidato gli arresti dei 3, per il reato inerente gli stupefacenti, ha disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari per i 2 uomini. I proprietari dell’abitazione, ovvero uno dei 2 uomini e la donna, dovranno rispondere anche della detenzione illegale del proiettile.

A seguito di un controllo in piazza Mancini, gli investigatori del commissariato Villa Glori, hanno arrestato due uomini entrambi sopresi, seppur con modalità diverse, con alcuni grammi di eroina. A seguito dell’udienza di convalida, con rito direttissimo, il più anziano è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione ed accompagnato nel carcere di Vasto, mentre il più giovane, con pena sospesa, è stato condannato a 2 mesi di reclusione.

Nella zona di Prenestino, 2 equipaggi della Sezione Volanti, intervenuti per una segnalazione di lite dove una delle parti era armata di coltello, hanno arrestato un ragazzo che, oltre ad aver ferito un uomo con un taglierino, era in possesso di alcuni grammi di hashish. La magistratura ha disposto per lui il divieto di dimora nel comune di Roma; al termine dell’iter giudiziario lo stesso, essendo originario di uno dei paesi del continente africano, è stato accompagnato negli uffici della Questura per la verifica della sua posizione sul territorio nazionale.

4 arresti in flagranza e 2 esecuzione di decreti di condanna per cumulo pene –tutti per reati inerenti gli stupefacenti- sono stati eseguiti dagli investigatori del IV Distretto San Basilio in collaborazione con i colleghi dell’UPGSP (Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico). Cocaina, hashish e crack le droghe sequestrate.

Un ulteriore servizio di Polizia Giudiziaria, finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, posto in essere dal commissariato Esquilino ha portato all’arresto di 2 romani, un 38enne e un 65enne e al sequestro di 4 kg e 110 gr di hashish e 102 gr di cocaina.

In particolare nel corso del servizio gli agenti hanno assistito ad uno scambio tra F.C., che consegnava 530 euro a S.C., in cambio di 26 involucri risultati poi essere cocaina. Nel corso della successiva perquisizione della macchina e dell’abitazione di S.C, gli agenti hanno trovato nella macchina altre 2 dosi e in casa 4 kg e 110 gr di hashish e 102 gr di cocaina. Dopo l’arresto di entrambi per detenzione e spaccio di sostanza stupefacenti il Tribunale Ordinario di Roma ha convalidato l’arresto e disposto a carico di S.C., la detenzione in carcere e a carico di F.C. la misura degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.

Si comunica che tutta l’attività è stata effettuata nel pieno rispetto dei diritti delle persone tratte in arresto.

Scrivi un Commento

10 + cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy