Casilina News
Cronaca

Blitz antidroga tra San Basilio e Tor Bella Monaca: arrestate nove persone (VIDEO)

Personale della Squadra Investigativa del III Distretto Fidene – Serpentara, in stretta sinergia con personale del III Gruppo “Nomentano” della Polizia Locale Roma Capitale, ha svolto un’articolata e complessa attività di indagine di polizia giudiziaria  coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma.

Le indagini

L’indagine, svolta con la collaborazione della Squadra Mobile, ha permesso di accertare e ricostruire un’intensa attività di spaccio su due quartieri di Roma, Tor Bella Monaca e San Basilio. La laboriosa indagine si è protratta per tutto il 2020 ed è stata corroborata da attività tecniche di intercettazioni telefoniche, ambientali e di video sorveglianza, nonché da numerosi servizi di osservazione discreta con pedinamento, consentendo di identificare ed acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti di numerosi soggetti  dediti alla vendita sistematica di sostanze stupefacenti.

Tale fiorente attività ha permesso di creare delle vere e proprie “piazze di spaccio” nei suindicati quartieri di Tor Bella Monaca e San Basilio.

Gli innumerevoli servizi di Polizia Giudiziaria, svolti in stretto raccordo info-investigativo con la Polizia locale Roma-Capitale, hanno portato all’arresto in flagranza di reato di più persone, confermando l’ipotesi investigativa della presenza effettiva sul territorio della capitale di una rete stabilmente dedita al traffico di sostanze stupefacenti.

Nell’arco temporale dell’intera indagine, sono stati effettuati, nei confronti degli indagati, numerosi riscontri, che hanno permesso di sequestrare ingenti quantitativi di sostanza stupefacente: complessivamente 1 kg. di cocaina, 20 gr. di eroina,  1.3 kg. di hashish e 120.000 Euro in contanti.

Gli arresti e contestuali sequestri venivano effettuati in varie zone della capitale ed in particolare nei quartieri periferici di Montesacro, San Basilio, Borghesiana e Casal del Marmo.

Dall’attività tecnica è emerso, in particolare,  che nel quartiere Tor Bella Monaca operava F.R., 40enne romano detto “Barattolo”, pluripregiudicato per reati specifici, che in concorso con L.D., A.M. e C.S., risulta gravemente indiziato di avere immesso nel mercato locale sostanze stupefacenti, variabili in quantità e tipologia, a seconda delle richieste della clientela, come riscontrato dai sequestri  effettuati nei confronti di vari individui. Tale attività veniva riscontrata in numerose occasioni, tra cui il 23 luglio 2020, allorquando veniva arrestato un complice poiché trovato in possesso di gr. 200 di cocaina, trasportati all’interno della sua autovettura per conto del F.R.

Altresì il 9 settembre 2020, veniva effettuato un riscontro probatorio, sempre a carico del F.R., allorquando veniva arrestata una donna, utilizzata da quest’ultimo quale “Retta” (custode dello stupefacente), che deteneva nella sua abitazione 65 gr. di cocaina e kg. 1.3 di hashish.

Le intercettazioni hanno disvelato, altresì, i rapporti che l’uomo intratteneva con persone gravitanti a San Basilio, facendo emergere le figure di G.S. e T.C. che, a loro volta, operavano con P.S. e P.D. nello stesso noto quartiere. Uno dei riscontri probatori effettuati, infatti, vedeva implicato il P.S. che, in concorso con G.S., il 2 settembre 2020, cedeva a T.C. gr. 517 di cocaina, motivo per cui lo stesso veniva tratto in arresto.

 In merito a suddetto gruppo di spaccio sono stati effettuati ulteriori riscontri probatori, per evidenziare e confermare l’elevata attività di spaccio posta in essere dai soggetti attenzionati, tra i quali il 31 agosto 2020 P.S. e P.D.  che cedevano 4 dosi di cocaina ad un acquirente.

Gravemente indiziato del traffico di sostanze stupefacenti risulta anche un cittadino albanese X.F. L’uomo, nel corso delle indagini, veniva trovato in possesso di ben 120.000 Euro in contanti senza riuscire a fornire una valida giustificazione sulla provenienza di quella ingente somma di denaro.

Per sottolineare la pericolosità degli indagati bisogna evidenziare che una delle persone attenzionate, A.D., collegata marginalmente agli indagati, veniva attinta con colpi di pistola alla testa, per questioni legate a debiti contratti con lo spaccio di sostanze stupefacenti.             

LEGGI ANCHE – Roma, metro B-B1: interrotta circolazione nella tratta Castro Pretorio-Basilica San Paolo       

La predetta attività di indagine ha portato all’emissione da parte del G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica, di 9 misure cautelari, di cui 7 custodie cautelari in carcere emesse nei confronti di L.D., F.R., A.M., G.S., T.C., P.S., X. alias H.F. e 2 custodie cautelari agli arresti domiciliari nei confronti di C.S. e P. D..

Nell’ambito della consueta collaborazione nella materia della prevenzione e del contrasto allo spaccio delle sostanze stupefacenti, hanno operato anche gli agenti della Polizia Locale Roma Capitale, ed ha partecipato alle catture  personale della Squadra Mobile di Roma e della squadra investigativa del IV Distretto di P.S. “San Basilio”.

Scrivi un Commento

12 − sette =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy