Casilina News
Cronaca

Roma. Marconi e Quarticciolo, bloccati due pusher. In un caso aveva pasticche di yaba: la droga della pazzia

Roma. Marconi e Quarticciolo, bloccati due pusher. In un caso aveva pasticche di yaba: la droga della pazzia

Nel fine settimana appena trascorso, i Carabinieri del Gruppo di Roma sono stati impegnati in una serie di controlli finalizzati al contrasto di ogni forma di illegalità e degrado nelle periferie della Capitale.

I fatti

Nell’arco pomeridiano, i Carabinieri della Compagnia Roma Casilina hanno predisposto un servizio coordinato nel quartiere Quarticciolo verificando ogni angolo di strada e disponendo posti di controllo alla circolazione, nel corso dei quali hanno identificato 79 persone e eseguito accertamenti su 46 veicoli.

In via Ostuni, al Quarticciolo, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Casilina hanno notato un 50enne romano aggirarsi a piedi con fare sospetto e lo hanno fermato per un controllo. L’uomo è stato trovato in possesso di 5 involucri contenenti dosi di cocaina e denaro contante ed è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari, in attesa del rito direttissimo

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, invece, hanno arrestato un 36enne del Bangladesh sorpreso con 26 g di shaboo, 10 pasticche di yaba e 1.690 euro in contanti. A esito della perquisizione domiciliare eseguita nella sua abitazione in zona Marconi, i Carabinieri hanno rinvenuto altre dosi di shaboo, materiale per il taglio e il confezionamento della droga e anche documenti di identità e carte di credito intestati a terze persone, poi risultati tutti denunciati rubati, ad esito di immediati accertamenti mediante Banca Dati delle forze dell’ordine.

Per questo motivo il 36enne è finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed è stato denunciato a piede libero con l’accusa di ricettazione.

Scrivi un Commento

due × quattro =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy