Casilina News
Televisione

Digitale Terrestre. Cosa cambia dal 20 ottobre e come prepararsi allo Switch-Off

DiProgrammi, film stasera: guida TV 23 ottobre 2021

La data fatidica del 20 ottobre 2021 si avvicina. Da mercoledì prossimo il digitale terrestre cambierà volto e molti dei principali canali inizieranno a non essere più visibili nei vecchi televisori. Come fare dunque per prepararsi allo switch-off al meglio?

Digitale Terrestre, cosa cambierà dal 20 ottobre 2021

Scopriamolo insieme, cercando di rispondere alle varie domande, ovvero quali sono i canali che non si vedranno più dal 20 ottobre, come verificare se il mio televisore è idoneo al nuovo digitale terrestre e quanto durerà questo periodo di transizione fino alla fine delle trasmissioni anche sui vecchi tv.

Come verificare se il mio TV è adatto al nuovo digitale terrestre

Un semplice test è quello di verificare se sul vostro televisore appare la seguente scritta TEST HEVC MAIN 10 se mettete su canale 100 e 200.

In alternativa, verificare se si vede almeno uno dei programmi in HD sui canali da 501 in poi. In questo caso specifico non significa che il vostro TV sia pronto, ma che quantomeno potrà continuare a vedere i canali ancora in maniera temporanea e presumibilmente per circa un anno e qualche mese.

Quando finirà lo Switch-Off e cosa cambia con il Dbv-T2

Dal 20 ottobre 2021 alcuni canali migreranno sul nuovo sistema digitale terrestre Dbv-T2. Si passerà dunque dalla codifica Mpeg2 alla Mpeg4. In sintesi, la qualità della ricezione sarà migliore e i canali si vedranno in HD. Per quanto riguarda 4K e 8K invece non ci sarà ancora traccia.

Tuttavia, le principali app di programmi in streaming permettono già la visione di alcuni film e serie tv in questo formato. Anche Rai Play in qualche occasione lo ha permesso, basti pensare alle fasi finali degli scorsi Europei di calcio. Quando finirà il processo di Switch-Off? La conclusione è prevista per il 1 gennaio 2023.

Quali canali non si vedranno più dal 20 ottobre nei vecchi tv, se non in HD?

I primi canali Rai che trasmetteranno in Mpeg4 dal 20 ottobre saranno i seguenti: Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai YoYo, Rai Sport+ HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola.

I canali Mediaset che trasmetteranno in Mpeg4 saranno invece TgCom 24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 Tv e Virgin Radio.

Se non siete interessati a questi canali, per voi non cambierà nulla, almeno per ancora un altro anno circa. Potrete comunque continuare a vederli sulle rispettive app di Rai e Mediaset. Per riceverli, invece, dovrete avere un televisore o un decoder in alta definizione HD. Tutti i tv o i decoder andranno comunque risintonizzati. La risintonizzazione, per quanto riguarda i nuovi tv, sarà automatica.

Come fare per vedere il nuovo Digitale Terrestre se non volete cambiare il TV

Il modo migliore per fruire del nuovo cambio, inutile dirlo, è quello di cambiare televisore, magari approfittando anche del bonus tv di 100 euro per la rottamazione del vecchio.

Tendenzialmente, se il tuo tv è stato acquistato prima del 2017 non sarà adatto alle novità. Per “adeguarlo” esistono vari modi. Si può comprare un decoder pronto per il sistema Dbv-T2 oppure dotarsi del Fire Stick TV di Amazon o in alternativa del Google Chromecast.

Nel primo caso, la TV diventerà Smart e dunque i canali che non sono più visibili si potranno continuare a vedere grazie alle app.

Nel secondo, il processo è più o meno simile, ma anziché rendere la tv smart “de facto”, trasmetterà i contenuti delle suddette app dal device (smartphone, tablet o PC che sia) alla vostra TV.

Insomma, l’ennesima (e speriamo ultima) rivoluzione del digitale terrestre sta per arrivare. Stavolta, la qualità sarà sin da subito visibile a occhio nudo e non resta che adattarsi, dopo che se ne parla ormai da diversi mesi.

Scrivi un Commento

4 − tre =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy