Casilina News
Cronaca

Magliana. Contatore dell’energia elettrica manomesso per alimentare una serra indoor

Al termine di un controllo d’iniziativa, i Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli hanno arrestato un 47enne, già con precedenti con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato di energia elettrica ed hanno scoperto una “Casa dello spaccio” nel quartiere della Magliana.

Magliana, scoperta “casa dello spaccio”

I militari, dopo aver notato l’uomo in strada in atteggiamento sospetto, hanno deciso di sottoporlo ad un controllo. Il comportamento stizzoso, assunto sin da subito dal 47enne, ha spinto i Carabinieri ad approfondire il controllo.

I sospetti sono divenuti conferme quando i Carabinieri hanno esteso il controllo all’abitazione del fermato dove hanno scoperto due stanze adibite a serre di marijuana accuratamente predisposte con idoneo sistema di illuminazione e di areazione, al cui interno hanno rinvenuto più di mezzo chilo di marijuana, già defogliata e confezionata, e un bilancino di precisione.

Durante la perquisizione, i militari hanno eseguito una verifica unitamente al personale specializzato della società di distribuzione di energia elettrica, sul contatore dell’energia elettrica, dove è stato accertato che era stato manomesso, in modo da prelevare un quantitativo di energia elettrica per alimentare le serre indoor che non veniva computato.

LEGGI ANCHE – Magliana. Blitz al campo nomadi di via Candoni: le irregolarità riscontrate

La droga è stata interamente sequestrata, mentre l’uomo è finito in manette ed è stato accompagno in caserma, dove resterà in attesa del rito direttissimo

Scrivi un Commento

3 × quattro =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy