Casilina News
Attualità

Alitalia-ITA, lavoratori in corteo sull’autostrada e in presidio all’Eur. Oggi assemblea a Fiumicino e convegno a Montecitorio: la nota dell’USB

Coronavirus. Fiumicino, in corso controlli su due voli provenienti dalla Gran Bretagna

Di seguito, la nota dell’Unione Sindacale di Base (USB) sulla mobilitazione dei lavoratori Alitalia-ITA.

La nota

Ottocento lavoratori Alitalia hanno dato vita nell’area tecnica del Leonardo da Vinci a un’assemblea, conclusa alle 16,30, durante la quale si è proceduto a stilare le richieste da presentare a ITA: tra queste la tutela dell’occupazione e la proroga della cassa integrazione al 2025.

L’assemblea è stata indetta da USB, Cgil, Cisl, Uil e Ugl, che hanno concordato l’impegno comune a non sottoscrivere la proposta presentata dal presidente esecutivo di ITA, Alfredo Altavilla, che aveva fissato un ultimatum (prendere o lasciare), in scadenza alle 17 di oggi (ieri, 8 settembre 2021, ndr.)

Al termine dell’assemblea un lungo corteo di automobili ha percorso a passo d’uomo l’autostrada Roma-Fiumicino, destinazione via dell’Arte, sede di ITA all’Eur, dove nel frattempo con atteggiamento arrogante l’azienda aveva dato inizio alla riunione, rigettando la richiesta arrivata da Fiumicino di far slittare l’inizio alle 18.

Alla riunione erano presenti solamente Anpac, Anav, Anp e Fast Confsal, che si sono dichiarate disponibili a firmare l’accordo con l’azienda, scatenando l’ira dei lavoratori presenti all’affollatissimo presidio all’Eur.

USB, Cgil, Cisl, Uil e Ugl di fronte all’atteggiamento di ITA, che già oggi comincia a proteggersi schierando la polizia all’ingresso della sua sede e che, non contenta, ha diffuso un surreale comunicato sulla giornata, indicono a partire da domani assemblee sui luoghi di lavoro per proseguire la lotta contro un progetto pilota, supportato con tutta evidenza dal governo, teso a smantellare contratti e diritti.

LEGGI ANCHE – Pandemia. Ecco i Paesi che non sono stati “toccati” dal coronavirus

Appuntamento stamattina, 9 settembre 2021, alle 10 all’aeroporto di Fiumicino.

Nel pomeriggio, USB organizza alle ore 16 un convegno sui diritti negati nella sala Capranichetta dell’Hotel Nazionale, in piazza Montecitorio, con la partecipazione di giuristi, politici, sindacalisti e lavoratori.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

otto + cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy