Casilina News
Politica

Assemblea pubblica ad Anagni per dire no al biodigestore

Assemblea pubblica ad Anagni per dire no al biodigestore

Continua a tenere banco ad Anagni la vicenda del biodigestore. Una questione politica, ma non soltanto. A tal proposito, sarà indetta un’assemblea pubblica nei prossimi giorni. La nota dei consiglieri anagnini in merito:

Assemblea pubblica ad Anagni per dire no al biodigestore

Giovedì 8 luglio alle ore 18 i Consiglieri Alessandro Cardinali, Nello Di Giulio, Fernando Fioramonti, Sandra Tagliaboschi, Valeriano Tasca invitano tutti i cittadini a partecipare all’assemblea pubblica che si svolgerà nel Parco della Rimembranza (al di sotto di Piazza Cavour) per dire uniti e compatti, senza bandiere o appartenenze, un NO secco alla realizzazione del mega impianto di trattamento di 84 mila tonnellate di rifiuti l’anno.

Una scelta inammissibile per i riflessi sulla salute e sulla qualità dello sviluppo economico della città.
È fondamentale che tutti gli anagnini, tutte le associazioni, facciano sentire il loro NO deciso a cui il Sindaco e l’amministrazione non potranno ulteriormente sottrarsi.

Inaccettabile che il nostro territorio – già caratterizzato come sito SIN per anni di inquinamento selvaggio senza neanche riuscire ad attivare un depuratore in un quarto di secolo – venga ulteriormente gravato dall’arrivo e dal trattamento di rifiuti putrescenti in quantità spaventevoli.

Anagni, le associazioni locali commentano il consiglio comunale sul tema del biodigestore

Inaccettabile che il Sindaco abbia ignorato la delibera del 2017 con cui il Consiglio Comunale – massimo organo democratico della città – votava la moratoria per gli impianti di trattamento dei rifiuti eccedenti la produzione cittadina.

Inaccettabile che l’amministrazione proceda per iniziativa personale, al di fuori degli indirizzi del Piano Rifiuti della Regione Lazio, condannando Anagni a diventare “città baricentrica nel trattamento rifiuti rispetto al bacino di produzione (!) ed al sistema degli impianti di gestione”.

Per evitare questa definitiva deriva alla nostra città e alla qualità della vita dei nostri figli, tutte le cittadine e i cittadini sono chiamati a partecipare all’assemblea pubblica di giovedì 8 luglio, alle ore 18 al Parco della Rimembranza.
Tutti per far sentire la propria voce e dire NO al mega impianto di biodigestione da 84mila t/a.

i Consiglieri

Alessandro Cardinali
Nello Di Giulio
Fernando Fioramonti
Sandra Tagliaboschi
Valeriano Tasca

Scrivi un Commento

2 × cinque =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy