Casilina News
Cronaca

Roma, voleva buttarsi dal ponte Sublicio: salvato in extremis dai Carabinieri

Suicidio al Prenestino: 51enne si toglie la vita lanciandosi dal 7° piano

Ieri sera, poco dopo le 20, una pattuglia di Carabinieri della Stazione Roma Aventino ha tratto in salvo un uomo che stava per buttarsi dal ponte Sublicio.

Ecco i dettagli

Un uomo di 49 anni, romano, con pregresse vicissitudini psichiatriche, aveva contattato il 118, in stato di agitazione, riferendo di volersi suicidare. Allertata la centrale operativa dei Carabinieri, sul posto è intervenuta la pattuglia della Stazione Aventino. Immediatamente il maresciallo caposervizio è sceso dall’auto, precipitandosi verso l’uomo, che nel frattempo era salito con le ginocchia sul parapetto e aveva il busto proteso verso il fiume, riuscendo ad afferrarlo per la cintura dei pantaloni prima che si lanciasse.

Nonostante la strenua resistenza del soggetto, che tentava in tutti i modi di spingersi in avanti, il maresciallo, con l’ausilio dell’altro Carabiniere con lui di pattuglia, è riuscito a mettere in sicurezza l’uomo, che, vistosi riportato sul ponte, iniziava a dare in escandescenze, dimenandosi e cercando di sferrare calci e pugni.

LEGGI ANCHE – Roma, Don Bosco: sequestrati 17 kg di droga. Arrestato un 47enne romano ed un 28enne originario di Colleferro

Con il supporto di altra pattuglia di Carabinieri della Stazione di Roma Trastevere, l’uomo è stato definitivamente bloccato e, successivamente, sedato e trasportato a mezzo ambulanza 118 presso pronto soccorso ospedale San Camillo, per valutazione psichiatrica.

Scrivi un Commento

8 + sedici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy