Casilina News
Politica

Rocca d’Arce, questione scuolabus: interviene il sindaco

Rocca d'Arce: si infiamma la campagna elettorale. Il vice Sindaco in carica, Rocco Pantanella, non ripresenterà la propria candidatura

<<Come spesso accade il capogruppo di minoranza, Antonello Quaglieri, interviene su argomenti di cui non sa nulla, avventurandosi in affermazioni che poco hanno a che fare con la realtà>>.

Dura e seccata è la replica del sindaco Rocco Pantanella alle accuse mosse da Antonello Quaglieri su presunti disagi e disparità di trattamento tra residenti nei comuni di Rocca d’Arce e di Arce che usufruiscono del servizio di scuolabus.

<<Rocca d’Arce – dice Pantanella – si distingue per i servizi che offre, questo concetto sfugge al capogruppo Quaglieri che non perde occasione per fare demagogia e strumentalizzazione.

Purtroppo ancora una volta viene evidenziata la mancanza di conoscenza di Quaglieri; mai si è interessato della scuola. I bambini di Arce non sono diversi da quelli rocchigiani, noi crediamo fortemente nei valori universali della scuola.

<<Una scuola meta di tanti bambini, una grande scuola all’avanguardia con tutte le strutture idonee alla formazione dei suoi alunni. Una scuola d’eccellenza con laboratori di ceramica, biblioteca, palestra e una attrezzata mensa.

<<Ma dove vive Quaglieri? – insiste il primo cittadino – Che ne sa Quaglieri del servizio di scuolabus e di tutti i servizi che offre il comune?

Il capogruppo di minoranza – aggiunge Pantanella –  dovrebbe informarsi prima di parlare; è a disposizione l’Ufficio Tecnico del Comune per qualsiasi informazione>>.

Settembre, polemiche a parte, è il mese dell’apertura dell’anno scolastico. Anche quest’anno numerosi studenti hanno iniziato un nuovo percorso di studi nel plesso di Via Canale.

A loro, e non solo, il sindaco, Rocco Pantanella, ha rivolto un messaggio di augurio: <<Auguro a tutti i nostri studenti, alle loro famiglie, ai docenti e al personale non docente, un proficuo e sereno anno scolastico.

<<L’Amministrazione comunale – conclude il primo cittadino – s’impegna, in sinergia con l’Ente scuola, con tutte le sue risorse e resta a disposizione per compiere insieme il più gratificante e nobile compito d’istituto, nell’educazione e formazione dei giovani>>.

Scrivi un Commento

cinque × 2 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy