Casilina News
Attualità

Lavoratori di Amazon a Colleferro: preoccupazione per la continuità contrattuale Rimettere al centro il valore del lavoro e della persona

Lavoratori di Amazon a Colleferro: preoccupazione per la continuità contrattuale Rimettere al centro il valore del lavoro e della persona

“Questa Commissione esprime forte preoccupazione per la situazione riguardante gli ex lavoratori di Amazon Colleferro e nel contempo non nasconde il proprio disappunto per le modalità riguardanti i contratti di lavoro in essere”, ha dichiarato Gaetano Di Laura, direttore della Commissione per la Pastorale Sociale e del Lavoro della diocesi di Velletri-Segni, in merito alla situazione occupazionale nella sede di Amazon a Colleferro.

La posizione della Chiesa

È ben nota la posizione della Chiesa sul tema del lavoro espressa più volte dai testi della Dottrina sociale. Proprio ieri è stata la ricorrenza dell’Enciclica Rerum Novarum, promulgata da Papa Leone XIII nel 1891 e dedicata totalmente ad affrontare il problema sociale ed economico nella sua complessità ed interezza. Si tratta di un testo ancora molto attuale, dimostrato ad esempio da un passaggio nel quale il Papa scrive: “Che tu abbia in abbondanza ricchezze ed altri beni terreni o che ne sia privo, ciò all’eterna felicità non importa nulla; ma il buono o cattivo uso di quei beni, questo è ciò che sommamente importa”.

Più recentemente, in occasione della 48^ settimana sociale dei cattolici, svoltasi a Cagliari nel 2017, fu rilanciato il principio fondamentale del lavoro inteso come “libero, creativo, partecipativo e solidale”, ma prima di tutto sicuro e dignitoso. Anche a Taranto, nel prossimo ottobre, per la 49^ edizione della settimana sociale, il lavoro sarà sempre il tema centrale, coniugato questa volta, alla sicurezza ambientale e alla salute.

“Riaffermando la nostra piena vicinanza ai lavoratori che hanno perso l’occupazione, auspichiamo che le autorità competenti promuovano tutte le iniziative possibili per dare risposte credibili e concrete alla problematica in essere. In tale prospettiva la nostra commissione, nel caso se ne ravvisasse l’opportunità, si renderebbe pienamente disponibile ad attivare uno specifico tavolo di analisi, confronto e proposta insieme a tutte le parti interessate”, ha dichiarato il direttore Gaetano Di Laura.

Scrivi un Commento

16 + 14 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy