Casilina News
Attualità

Tivoli, alcuni uffici comunali chiusi per Covid-19: avviata la sanificazione

tivoli uffici comunali chiusi covid 19

A partire da domani lunedì 26 aprile e sino a nuova disposizione alcuni uffici del Comune di Tivoli resteranno chiusi al pubblico eccetto quelli necessari per lo svolgimento delle attività essenziali (stato civile, polizia locale, protezione Civile, servizi sociali, Urp e protocollo).

Alcuni uffici comunali chiusi per Covid-19

A disporlo è il sindaco Giuseppe Proietti con un’ordinanza firmata ieri sera, resa necessaria dall’accertamento di quattro positivi al Sars-Cov-2 tra dipendenti comunali e amministratori. Il Comune ha subito attivato tutte le procedure previste dal “Protocollo di regolamentazione per il contenimento della diffusione della malattia Covid-19” di cui si è dotato nel corso dell’emergenza sanitaria, e ha avviato la procedura di tracciamento dei contatti diretti con le persone contagiate dal nuovo coronavirus, in tutti gli uffici coinvolti.

Le ditte specializzate hanno avviato ieri la sanificazione dei luoghi interessati, in particolare palazzo San Bernardino, palazzo Pastori e la sede degli uffici dei tributi.

Per limitare al massimo il rischio contagio e per garantire la tutela della salute pubblica e – nel contempo – mantenere la continuità delle attività amministrative, per i settori e gli uffici non essenziali viene stabilità in via precauzionale la modalità di lavoro “agile”, sino al termine dell’indagine epidemiologica e delle attività previste dal protocollo sanitario. Di conseguenza, anche l’accesso dei cittadini sarà limitato e possibile – per quanto riguarda i servizi “essenziali” – soltanto su appuntamento o per via telematica (tutti i recapiti telefoni e gli indirizzi di posta elettronica sono disponibili sul sito istituzionale del Comune).

LEGGI ANCHE – Guardia di Finanza: donati capi di abbigliamento sequestrati alla Caritas Diocesana di Tivoli e ad altre organizzazioni benefiche

L’appello del sindaco Proietti alla comunità tiburtina è di mantenere alta l’attenzione e continuare a rispettare tutti i comportamenti indicati dalle autorità sanitarie e amministrative per cercare di tutelare la propria salute e quella degli altri dal contagio, un rischio che resta molto elevato soprattutto per la presenza di varianti che rendono il Sars-Cov-2 particolarmente diffusivo. La prevenzione – con l’uso della mascherina e il rispetto del distanziamento tra persone – è ancor più urgente e importante proprio in previsione delle riaperture stabilite dal Governo e la riapertura ai cittadini dei parchi comunali previste a partire da domani lunedì 26 aprile.

Scrivi un Commento

8 + 14 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy