Casilina News
Cronaca

Roma, quartiere Trieste. Autolavaggio con lavoratori in nero e senza piano anti-Covid: sanzionato il titolare

Piglio. Sorpresa a vendere droga ad un 19enne: deferita pusher 37enne

Nell’ambito di controlli specifici, finalizzati alla corretta applicazione delle misure di sicurezza sui luoghi di lavoro, al contrasto del fenomeno del lavoro sommerso e alla verifica delle misure antiCovid, i Carabinieri della Stazione Roma viale Libia, unitamente al personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro e dei Carabinieri Forestale di Roma, hanno sanzionato un autolavaggio del quartiere Trieste.

L’intervento dei Carabinieri

I militari hanno accertato che il titolare e legale rappresentante della ditta – un cittadino egiziano di 32 anni – aveva impiegato nella sua attività 4 lavoratori “in nero”, pari al 100 % del personale presente sul posto. Inoltre, dalle successive verifiche, è emerso che uno dei lavoratori impiegati nell’impianto era sprovvisto di permesso di soggiorno e del rapporto di lavoro non era stata data la preventiva comunicazione.

In questo contesto, i Carabinieri hanno adottato un provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

LEGGI ANCHE – Roma, quartiere Trieste. Ritrovata una ragazza scomparsa: ecco la vicenda

Ma i guai non sono finiti qui, perché i militari hanno anche constatato che il titolare dell’attività non aveva adottato le previste misure di informazione e di prevenzione relative al rischio epidemiologico all’interno dell’azienda, disponendo, quindi, la sospensione dell’esercizio per 5 giorni.

Foto di repertorio

Scrivi un Commento

sei + sedici =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy