Casilina News
Cronaca

Albano Laziale, Il Partito Comunista contro la riapertura della discarica: flash mob sotto la Regione

La nota del Partito Comunista di Albano Laziale

Il Partito Comunista ha partecipato al flash mob tenutosi oggi (giovedì 11 marzo 2021) davanti alla sede della Regione Lazio contro la riattivazione dell’impianto di trattamento dei rifiuti e della discarica di Albano Laziale.

Nelle scorse settimane, il nostro partito penale preparata da Associazione Salute Ambiente Albano – Cancelliera e da decine di comitati ed associazioni ambientaliste in cui si evidenziano alla Procura della Repubblica di Velletri ipotesi di gravissime irregolarità di carattere penale riguardanti le procedure autorizzative da parte della dirigente regionale Flaminia Tosini, scelta direttamente da Zingaretti nell’ambito di un vergognoso stipendificio di 38 dirigenti esterni targato PD (e poi Zingaretti fa l’anima bella dichiarando “Mi vergogno che nel PD si parli solo di poltrone, mi dimetto da segretario”).

I presunti reati commessi dalla Tosini sono gravissimi, soprattutto per quanto concerne il mancato rispetto della normativa antimafia, che impedisce di fatto alla Pubblica Amministrazione di avere alcun tipo di rapporto con le imprese soggette ad interdittiva antimafia.

Invece, con l’Amministrazione Zingaretti il “monopolio” del signor Cerroni sul ciclo dei rifiuti nell’area metropolitana di Roma si sta ricostruendo con un piano regionale dei rifiuti che prevede la riattivazione degli impianti e delle discariche di Cerroni ad Albano e a Guidonia.

A questa devastazione del territorio si aggiunge l’apertura della discarica di Monte Carnevale, a servizio degli impianti di Cerroni di Trattamento Meccanico Biologico (TMB) a Malagrotta, banco di prova dell’accordo di potere PD-5 stelle che verrà suggellato nei prossimi giorni con l’entrata dei 5 stelle nella giunta Zingaretti.

LEGGI ANCHE – Albano Laziale, in fiamme due autovetture. L’intervento dei Vigili del Fuoco

Il Partito Comunista dei Castelli Romani sarà sempre a sostegno delle lotte dei comitati e delle associazioni ambientaliste per la difesa della legalità, del territorio, del nostro patrimonio culturale e della salute dei cittadini.