Casilina News
Attualità

Furti in casa: quali sono le regioni più colpite e come prevenirli

Monteverde fermati ladri appartamento

Una delle preoccupazioni maggiore degli italiani sono i furti in casa, un evento davvero spiacevole che comporta una serie di conseguenze negative. Oltre al danno economico, infatti, bisogna fare i conti con le ricadute psicologiche del trauma, inoltre è necessario correre ai ripari per ripristinare la sicurezza domestica adottando le dovute contromisure.

Purtroppo non esistono dati recenti consolidati, infatti le ultime statistiche ufficiali risalgono al 2018, tuttavia è possibile capire come va il trend delle effrazioni in appartamento. Questa piaga interessa tutto il territorio nazionale, allo stesso tempo il Veneto non è una delle regioni più colpite, infatti si posiziona ben al di sotto di altre regioni come Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Toscana secondo i dati del Ministero dell’Interno.

In veneto, però, sono in crescita i furti nelle zone residenziali fuori dalle grandi città e in periferia, con gli obiettivi dei ladri che sono spesso villini e abitazioni rurali. Tra le città più pericolose per il rischio dei topi d’appartamento c’è invece Torino, con un’incidenza dei furti che arriva al 18%. Si tratta di un fenomeno diffuso, come dimostra l’elevata richiesta di chiamate di emergenza per i servizi di fabbro a Settimo Torinese e in tutta l’area metropolitana del capoluogo piemontese.

Gli interventi dei fabbri consentono di mettere in sicurezza la porta di casa, sostituendo immediatamente la serratura per poi capire come migliorare la sicurezza della propria abitazione. Gli interventi per questo tipo di lavori sono in aumento in diverse città italiane, soprattutto in quelle con un alto indice di furti come Pisa, Modena, Bergamo e Lucca, mentre le zone più tranquille sono Cosenza e Nuoro, ben al di sotto della media nazionale. Quasi il 70% delle effrazioni, infatti, avvengono con la forzatura della porta d’ingresso, usando passe-partout e le famose chiavi bulgare.

Come prevenire i furti in casa: la scelta della serratura

Al giorno d’oggi esistono tantissime soluzioni innovative ed efficienti per la protezione dell’ambiente domestico, tuttavia è importante capire come entrano in casa i ladri. Come abbiamo visto la maggior parte dei malviventi accedono forzando la porta principale, utilizzando la tecnica del look picking e il grimaldello bulgaro per aprire le vecchie serrature a doppia mappa. Questi meccanismi sono abbastanza semplici da sbloccare, in quanto è possibile adoperare una chiave morbida per prendere lo stampo della serratura e realizzare una chiave identica a all’originale.

Anche le altre serrature più sofisticate non sono al riparo dalle effrazioni, infatti con la tecnica del key bumping i malintenzionati riescono ad aprire la serratura usando appena una lima e un piccolo martello. Lo stesso avviene con le nuove serrature elettroniche, considerate tra le più sicure in assoluto, con ladri italiani specializzati nella forzatura di questi sistemi, sebbene l’obiettivo principale sono case di lusso, negozi e locali commerciali.

Ad ogni modo il primo intervento da effettuare è la sostituzione della serratura, rivolgendosi a un fabbro esperto per capire insieme al professionista qual è il modello migliore per garantire la massima sicurezza domestica. Al momento i meccanismi più efficaci sono le serrature a cilindro europeo, tuttavia esistono tantissimi modelli diverse tra cui scegliere, ognuno dei quali offre un livello di protezione differente. In particolare è importante installare un dispositivo anti-bumping, possibilmente anche antiforatura per scoraggiare la maggior parte dei ladri.

Le chiavi più pericolose, perché più semplice da falsificare, sono quelle seghettate, a doppia mandata e punzonate, le quali eventualmente vanno subito cambiate con un modello più aggiornato e sicuro. Alcuni prodotti sono dotati anche di blindatura di rinforzo e tessera per il controllo dei duplicati, tutti aspetti che aiutano a migliorare la resistenza e il monitoraggio del varco d’ingresso, perciò è fondamentale destinare sempre un budget adeguato per acquistare una serratura e una porta di qualità.

Le tecnologie per la prevenzione dei furti in casa

Oltre alla scelta della serratura migliore, abbinata a una porta blindata, con la sostituzione degli infissi e l’installazione di grate e inferriate se necessario, la sicurezza della casa dai ladri passa anche per l’innovazione tecnologica. Innanzitutto è opportuno montare un sistema d’allarme moderno, con sensori a porte e finestre, telecamere e collegamento diretto della centralina con le forze dell’ordine, specialmente per le persone che vivono in aree ad alto tasso d’incidenza di furti in appartamento.

Oggi gli antifurti più recenti sono sempre più smart, infatti si possono controllare dal proprio smartphone tramite apposite app per device mobili, per monitorare in ogni momento l’abitazione e mantenerla sempre sotto controllo da remoto, ad esempio quando ci si trova in vacanza. Inoltre non bisogna sottovalutare l’importanza di adottare comportamenti prudenti, evitando di condividere informazioni sensibili sui social e mantenendo un buon rapporto con i propri vicini, per aiutarsi l’un l’altro in presenza di situazioni sospette.

Scrivi un Commento

nove − 8 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy