Casilina News
Cronaca

Ostia, entra in farmacia con la mascherina e la pistola e minaccia la dottoressa: furto da 1.100 euro

ostia farmacia mascherina pistola furto

E’ entrato in farmacia indossando la mascherina chirurgica. Poi, si è avvicinato alla dottoressa e, mostrandole la pistola nascosta all’interno della cinta, le ha intimato di consegnargli l’incasso. La vittima, intimorita dalla presenza dell’arma, ha aperto la cassa e ha dato al malvivente 1.100 euro.

Due arrestati in poche ore ad Ostia

Questo è quanto accaduto ieri intorno alle 12.50 in Piazza S. Pier Damiani.

L’uomo, V.L., romano di 63 anni, con vari precedenti di polizia, dopo la rapina, si è subito dato alla fuga inseguito, per alcuni metri, da altre farmaciste. Riuscito poi a salire su un’autovettura ha fatto perdere le proprie tracce.

Grazie ad alcuni testimoni, che avevano annotato la targa del veicolo in fuga, gli agenti del X Distretto Lido di Roma, diretto da Antonino Mendolia, in pochi minuti, effettuati gli accertamenti di routine,  sono risaliti all’intestataria del veicolo e poi al suo utilizzatore.

Individuata l’abitazione del malvivente, i poliziotti, malgrado il suo tentativo di fuga, è stato bloccato. La successiva perquisizione ha permesso di rinvenire, indosso alo stesso, 435 euro di cui non ha saputo giustificarne il possesso mentre in casa, ben nascosta tra le coperte, la pistola con tappo rosso,  utilizzata per commettere la rapina.

Riconosciuto dalla vittima e da altri dipendenti, per il 63enne si sono aperte le porte del carcere. Dovrà rispondere di rapina aggravata. L’uomo, è ritenuto responsabile di alcune rapine avvenute in alcuni supermercati in zona San Giovanni.

Poco più tardi gli agenti dello stesso Distretto, hanno arrestato un cittadino messicano, C.L.O. di 37 anni. I poliziotti, recatisi in via Enea Picchio per la notifica di un provvedimento, dopo aver bussato alla porta dell’interessato, si sono trovati davanti due uomini, di origine sudamericana non corrispondenti all’uomo destinatario della notifica. Alla richiesta di esibire i documenti, uno dei due ha dichiarato di non averli mentre il secondo consegnava un passaporto rilasciato dalle autorità messicane che ha ingenerato nei poliziotti alcuni sospetti circa l’autenticità.

LEGGI ANCHE – Ostia. Fermato a bordo di un’autovettura rubata e con all’interno arnesi atti allo scasso: arrestato

Accompagnati presso gli uffici della Polizia Scientifica per accertamenti, il primo è stato portato anche all’ufficio immigrazione per verificarne la posizione sul territorio nazionale, mentre gli accertamenti effettuati sul passaporto del C.L.O., hanno permesso di stabilire che risultava intestato ad altra persona. Oltre al passaporto è stata sequestrata anche la patente di guida internazionale.

Arrestato, lo straniero dovrà rispondere di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi.

Scrivi un Commento

5 × due =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy