Casilina News
Cronaca

Boccea. Mima a uno sconosciuto di chiamare la Polizia, perché maltrattata dal compagno: il 38enne aggredisce anche gli agenti

Boccea, mima a uno sconosciuto di chiamare la Polizia perché maltrattata dal compagno: il 38enne aggredisce anche gli agenti

Roma. Arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino romeno di 38 anni accusato di maltrattamenti nei confronti della sua compagna e resistenza a pubblico ufficiale.

Il fatto

Ieri pomeriggio gli agenti della Sezione Volanti, diretta Marco Sangiovanni e del XIII Distretto di Pubblica Sicurezza “Aurelio”, diretto da Alessandro Gullo, hanno arrestato C. M. G. cittadino romeno di 38 anni in via Boccea all’altezza dell’incrocio con via Urbano II.

La segnalazione è giunta da un uomo che ha riferito di aver raccolto le indicazioni mimate di una donna che lo pregava di chiamare, probabilmente, il 112 per chiedere aiuto.

La vittima si trovava nei pressi della fermata dell’autobus in compagnia di C. M. G. che le urlava contro, aggredendola sia fisicamente che verbalmente.

I due, saliti sull’autobus sono stati raggiunti dagli agenti che hanno trovato la donna tremante e l’uomo che, probabilmente sotto effetto dell’alcool, si è scagliato contro di loro, minacciandoli e tentando di aggredirli.

Accompagnata in ospedale la donna, che ha riportato un trauma contusivo facciale, è stata giudicata guaribile in 15 giorni.

LEGGI ANCHE – Boccea, Primavalle. Arrestato “King”, il pusher della zona. In casa nascondeva 29 kg di hashish e 6 etti di cocaina

Questa, che ha riferito di essere vittima di aggressioni da 5 anni, è stata accompagnata presso il XIII Distretto Aurelio e con non poco timore ha deciso di sporgere denuncia.

Al termine degli accertamenti C.M.G., è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e maltrattamenti.

Scrivi un Commento

3 × 3 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy