Casilina News
Attualità

Porta bici guida all’acquisto

Porta bici guida all'acquisto

Se vi trovate qui sicuramente vi piace utilizzare molto la bici, senza alcun dubbio è più comoda dell’automobile per muoversi, ma in certi casi non è proprio possibile utilizzarla e ci serve l’ausilio della nostra macchina: distanze più lunghe, o strade non facilmente percorribili dalla bici.

Qui si pone il problema di come si può trasportare la bicicletta: se si è soli in macchina è facile montarla dietro, smontando i sedili posteriori.

Se si è in più persone a viaggiare, nasce il problema: in questo articolo vi aiutiamo a scegliere!

Il metodo più comodo ed utilizzato è il porta biciclette per auto, che si presentano in diverse categorie e modelli. Vediamo qualche esempio di porta biciclette in base alle situazioni nelle quali vi possono servire.

Porta bici da tetto.

È l’accessorio auto sicuramente più conveniente e diffuso in quanto facile da montare direttamente sulle barre porta tutto della vostra automobile.

Vediamo ora i vantaggi:

  • Facile carico e scarico dal porta bagagli.
  • Parcheggiare la macchina rimane facile (prestare cautela alle entrate basse).
  • Per comodità può rimanere montato.
  • Il conducente ha la visuale come se non trasportasse la bicicletta.

Passiamo invece agli svantaggi:

  • Se percorrete l’autostrada vi sarà maggior consumo di carburante, dovuto ad una minore aerodinamicità.
  • L’incapacità di entrate in parcheggi custoditi, ed il transito per i sottopassaggi.
  • Il caricamento sopra l’auto può essere stancante e difficile.

Porta bici da auto posteriore.

Questo portabici viene installato sul portellone posteriore dell’auto. La convenienza rispetto ai portabici da tetto è che l’altezza dell’auto non aumenta, e la facilità di montaggio. L’inconvenienza invece è che il montaggio deve essere impeccabile, non si può aprire il portellone, ed è obbligatorio per legge il cartello per carichi sporgenti.

Vediamo ora i vantaggi:

  • La facilità del caricamento della bici una volta montato.
  • Scaricata la bici, può essere piegato (occupa poco spazio).
  • Prodotto economico.

Passiamo invece agli svantaggi:

  • Intralciano la visuale, allungando il veicolo.
  • Per evitare multe, ricordatevi il cartello carichi sporgenti.
  • Una volta montato il portabici, non si può più aprire il portellone.
  • Porre molta cautela per avere un montaggio adeguato, la bici deve essere in equilibrio una volta appesa per il tubo orizzontale del telaio.

Porta bici per il gancio di traino dell’automobile

Passiamo al portabici per il gancio: sono montabili su tutte le auto provviste di gancio da traino, possono portare fino a quattro bici (incluse quelle elettriche).

Vediamo ora i vantaggi:

  • Trasportare bici pesanti e performanti.
  • Facile carico e scarico delle bici.
  • Sono le più sicure e fisse dal punto di vista di attacco.

Passiamo invece agli svantaggi:

  • Veicolo più lungo e visuale intralciata.
  • Replica della targa.
  • Costo più elevato rispetto a gli altri porta bici da auto.
  • Una volta caricate le bici, è impossibile accedere al portellone posteriore per alcune auto.

Dopo questa puntuale presentazione dei vantaggi e svantaggi di ogni modello di porta bici da auto, a voi la scelta.

Scrivi un Commento

2 × 4 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy