Casilina News
Cronaca

Torre Maura, blitz antidroga: arrestati due cognati dediti allo spaccio

Torre Maura, blitz antidroga: arrestati due cognati dediti allo spaccio

Torre Maura, blitz antidroga della Polizia di Stato. Sono stati sequestrati oltre 2 kg di cocaina, 4 orologi di pregio del valore di 50.000 euro.

A gestire l’attività di spaccio due cognati, un uomo di 40 anni e una donna di 42, entrambi romani.

Il risultato delle indagini

Gestivano la loro attività di spaccio utilizzando una macchina a noleggio. Ad intercettare il commercio dei due cognati, un 40enne ed una 42enne, entrambi romani, gli agenti del VI Distretto Casilino e del commissariato Tivoli nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel quartiere di Torre Maura.

Capito il loro modus operandi, dopo diversi appostamenti, i poliziotti hanno deciso di fermare in strada M.S, 42enne romana, proprio mentre la stessa stava posteggiando la macchina a noleggio, sotto casa del cognato.

Trovata in possesso di un discreto quantitativo di cocaina, quasi 110 grammi, i poliziotti hanno deciso di estendere la perquisizione nelle rispettive abitazioni di M.S. e V.F.

In quest’ultima i poliziotti, insieme ad altri oggetti per la casa riposti su un ripiano di un banchetto all’esterno dell’abitazione , hanno trovato 1kg e 165 grammi di cocaina.

Altra droga della stessa specie, insieme a 4 orologi Rolex del valore di circa 50.000 euro – per i quali V.F. non ha saputo fornire documentazione atta a comprovarne l’acquisto – sono stati rinvenuti nel corso della perquisizione.

LEGGI ANCHE – Torre Maura, uomo violento sfonda la porta di casa e minaccia moglie e figli con due coltelli

Un bilancino di precisione, bicarbonato di sodio e altre dosi di cocaina sono poi state scoperte dagli agenti dentro l’appartamento della 42enne, insieme ad un’agenda nella quale la donna annotava la contabilità dello spaccio, e materiale per il confezionamento della droga.

Al termine dell’operazione M.S. e V.F sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Proseguono le indagini volte ad individuare l’esatta provenienza degli orologi sequestrati.

Scrivi un Commento

cinque × uno =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy