Casilina News
Cronaca

Casilino. due divieti di avvicinamento: violenze reiterate nei confronti della madre per un uomo e atti persecutori verso l’ex per un altro

Casilino. due divieti di avvicinamento: violenze reiterate nei confronti della madre per un uomo e atti persecutori verso l'ex per un altro

Due diverse ordinanze sono state notificate ad altrettanti soggetti da parte degli agenti della Polizia di Stato del VI Distretto Casilino, diretto da Michele Peloso.

Roma. Notificate dalla Polizia di Stato 2 diverse ordinanze per l’applicazione di misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa, emesse dal Tribunale di Roma

Il primo destinatario del provvedimento è un romano di 41 anni, ritenuto responsabile di maltrattamenti e tentata estorsione nei confronti della madre. L’uomo, dedito all’abuso di stupefacenti e alcol, attraverso condotte sistematiche e reiterate nel tempo, costituite da minacce, vessazioni ed intimidazioni per futili motivi è riuscito, varie volte, anche aggredendola, ad estorcerle denaro.

Gli episodi di violenza

Svariati sono gli episodi di violenza accertati, avvenuti dal dicembre del 2012 fino all’ultimo verificatosi nel maggio scorso quando, rientrato a casa, ha minacciato la donna insultandola al fine di farsi consegnare denaro.

Con la notifica dell’ordinanza emessa dal Tribunale di Roma, è stato fatto divieto all’uomo di  avvicinarsi alla casa familiare e ai luoghi frequentati dalla vittima.

L’altro provvedimento

Stesso provvedimento è stato notificato ad un cittadino romeno di 29 anni, ritenuto responsabile di atti persecutori nei confronti di una donna con cui ha avuto una relazione sentimentale terminata nell’agosto scorso.

LEGGI ANCHE – Casilino, violenza sessuale di gruppo su minorenne in autobus: arrestato uno dei responsabili

Anche qui le motivazioni del provvedimento sono state le reiterate molestie e minacce attraverso continue telefonate fatte alla vittima. Dall’agosto del 2020 l’uomo ha iniziato anche a presentarsi sotto casa dell’ex, sia la mattina che la sera, aspettando di incontrarla.

Dopo la denuncia presentata dalla donna, gli investigatori del commissariato, raccolti tutti gli elementi utili hanno informato l’Autorità Giudiziaria che ha emesso il provvedimento con il quale è stato imposto all’uomo di non comunicare con la vittima né con gli stretti congiunti della stessa, direttamente o con qualsiasi mezzo, anche telefonico o telematico.

Scrivi un Commento

8 − 5 =

* Inviando un commento esprimi il tuo consenso per il trattamento dati, come indicato nella Privacy Policy e Cookie Policy